Asiatica Film Mediale

Perché nessuno cerca correttamente di scappare nel menu (quando avrebbero potuto)

Perché nessuno cerca correttamente di scappare nel menu (quando avrebbero potuto)
Erica

Di Erica

12 Gennaio 2023, 17:23


Avvertimento! Contiene GRANDI spoiler per Il menu!

Nonostante ne abbiano l’opportunità, nessuno degli ospiti (tranne uno) cerca di scappare adeguatamente dall’isola in The Menu. Il film, diretto da Mark Mylod di Succession, vede un gruppo di facoltosi clienti recarsi a Hawthorn, un esclusivo ristorante raffinato situato su un’isola sperduta, per una cena privata. Tuttavia, all’inizio non si rendono conto che il capo chef Julian Slowik (Ralph Fiennes) intende che questo sia l’ultimo pasto sia per il suo fedele staff che per il pubblico in cattività.

Anche dopo che Slowik ha chiarito le sue intenzioni ai commensali, uccidendo il suo principale investitore sotto gli occhi di loro, non riescono a fuggire con successo dall’isola. Alla fine, il finale di The Menu vede Slowik creare un elaborato dessert di s’mores decorando gli ospiti con cappelli di cioccolato e marshmallow, prima di cucinarli bruciando il ristorante con tutti dentro. Solo Margot si salva la vita, dopo aver riacceso l’amore per la cucina di Slowik, chiedendo un semplice cheeseburger. Data la sopravvivenza di Margot e le loro numerose opportunità di fuga, anche gli altri ospiti avrebbero potuto potenzialmente vivere, se lo avessero davvero voluto.

Gli ospiti del menu avrebbero sicuramente potuto fare di più per scappare

Lo chef Slowik offre molte opportunità agli ospiti di The Menu di sfuggire a Hawthorn, ma non lo fanno mai. Il loro principale tentativo di fuga è persino avviato da Slowik piuttosto che dagli ospiti stessi. Prima di servire il piatto intitolato “Man’s Folly”, lo chef Slowik ordina esplicitamente ai commensali maschi di scappare. Tuttavia, ogni ospite maschio viene rapidamente catturato dallo staff. Inoltre, nessuno degli altri ospiti, a parte Margot, ha mai combattuto per cercare di fuggire dall’isola. Verso la fine di The Menu, Slowik ammette addirittura che gli ospiti avrebbero potuto tentare la fuga se lo avessero davvero voluto.

Il vero motivo per cui gli ospiti della cena del menu non scappano

Anche se sembra che gli ospiti sarebbero potuti scappare in The Menu, c’è una ragione sotto la superficie del film che mostra perché non l’hanno fatto (tranne Margot). In sostanza, anche di fronte a una morte certa, gli ospiti continuano a credere nel culto della personalità dello chef Slowik. Questo è più facilmente visibile nel personaggio di Tyler (Nicholas Hoult), che praticamente adora ai piedi dello chef Slowik, ed è arrivato alla cena sapendo benissimo che significava che tutti sarebbero morti, incluso lui stesso. Solo Margot, che era solo a Hawthorn perché l’appuntamento originale di Tyler è fallito, rifiuta veramente Slowik.

In fondo, i commensali credono nel ragionamento dello chef Slowik per ucciderli. Mark Mylod spiega, in un’intervista con Den of Geek, che al culmine di The Menu, gli ospiti vedono la loro morte non come la fine, ma come “un ritorno all’innocenza”. Si sottomettono al ragionamento di Slowik per la loro morte e lo vedono come un’opportunità per purificarsi dai loro numerosi peccati e ricevere una “rinascita” invece della punizione. Anche se in superficie sembra che gli ospiti di The Menu sarebbero potuti sfuggire a Hawthorn insieme a Margot, alla fine non hanno voluto farlo perché hanno accettato il culto della personalità di Chef Slowik.


Potrebbe interessarti

Una situazione di ostaggio diventa omicida nel prezzo che paghiamo [EXCLUSIVE CLIP]
Una situazione di ostaggio diventa omicida nel prezzo che paghiamo [EXCLUSIVE CLIP]

Screen Rant è entusiasta di presentare un’intensa esclusiva dal prossimo thriller horror di Lionsgate The Price We Pay. Il nuovo film inizia con una violenta rapina andata male in un banco dei pegni che si conclude con uno degli autori che cura una ferita da arma da fuoco e un ostaggio. Quando la loro macchina […]

L’ingresso nella guerra civile di Spider-Man ottiene un trattamento a fumetti nell’arte del ritorno al passato
L’ingresso nella guerra civile di Spider-Man ottiene un trattamento a fumetti nell’arte del ritorno al passato

La straordinaria nuova fan art ha trasformato la scena introduttiva di Spider-Man nell’universo cinematografico Marvel di Captain America: Civil War in un fumetto in stile retrò. Rilasciato nel 2016, Spider-Man non era ancora apparso nell’MCU a causa della proprietà del personaggio da parte di Sony. In seguito al fallimento di critica e botteghino di The […]