Notizie FilmPerché Matrix in Matrix Resurrections sembra più reale?

Perché Matrix in Matrix Resurrections sembra più reale?

-


Il supervisore VFX di Matrix Resurrections, Dan Glass, spiega perché la versione di Matrix nel nuovo film sembra diversa da quella delle puntate precedenti. Il primo Matrix, uscito nel 1999, è ampiamente considerato uno dei film di fantascienza più influenti di tutti i tempi. La sua premessa rivoluzionaria, che coinvolgeva l’umanità che viveva all’interno di un costrutto informatico noto come Matrix, è stata ulteriormente esplorata (e apparentemente conclusa) in due sequel divisivi, The Matrix Reloaded e The Matrix Revolutions.

Matrix Resurrections, che vede il ritorno di Keanu Reeves come Neo e Carrie-Anne Moss come Trinity, riporta Neo saldamente in Matrix, anche se una versione più recente di esso. Proprio come il primo film, Matrix Resurrections segue lo “scollegamento” di Neo da Matrix e il suo adattamento al mondo reale prima di partire ancora una volta per distruggere i signori della macchina dell’umanità. Il film si è dimostrato particolarmente divisivo tra il pubblico e la critica, con molti che hanno elogiato il film per il suo intelligente meta-commento sul franchise di Matrix stesso, mentre altri hanno criticato il film per le sue scene d’azione poco brillanti e la sua incapacità di catturare la magia del film originale .

In una nuova intervista con THR, Glass spiega perché Matrix in Matrix Resurrections sembra diverso dalle puntate precedenti. Mentre i primi tre film di solito presentavano set costruiti negli studi quando i personaggi erano all’interno di Matrix, il nuovo film sceglie invece di girare in luoghi reali, afferma Glass. In definitiva, questo dà a Matrix un aspetto meno artificiale e lo fa sembrare molto più fedele alla realtà. Dai un’occhiata al commento completo di Glass qui sotto:

“La storia è un’evoluzione nel senso che è una versione più recente di Matrix… La necessità di aggiornamento era presente anche nella storia. Detto questo, la visione di Lana era che dovesse sembrare più reale. Matrix stesso nei film precedenti era deliberatamente basato in studio, molto ispirato dai romanzi grafici. Lana voleva che questa interpretazione di Matrix fosse più familiare al nostro mondo reale. Per lei, ciò significava costruire alcuni degli approcci che avevamo seguito su alcuni dei [the Wachowskis’] progetti più recenti, da Cloud Atlas a Sense8, dove lo stile è quasi di girare più come un documentario, [with] molti luoghi reali. Questa era davvero la premessa, in realtà cercando di radicare le cose in più realtà”.

I commenti di Glass riflettono che le nuove tecniche di ripresa che hanno usato per catturare il mondo di Matrix non sono state un cambiamento casuale, tuttavia, e che sono avvenute perché Resurrections presenta una versione nuova e migliorata di Matrix. Oltre alle riprese in esterni per un maggiore senso della realtà, è chiaro che anche il filtro verde utilizzato per le scene basate su Matrix nei film precedenti è stato rimosso. Mentre questo nuovo approccio alle riprese delle scene che si svolgono all’interno di Matrix ha chiaramente portato a una sensazione molto diversa dai film precedenti, la nuova estetica evidentemente non si adatta bene ad alcuni fan, a cui manca l’aspetto dei film più vecchi.

Sebbene non a tutti piaccia il nuovo stile visivo per The Matrix Resurrections, il film sembra esteticamente coeso e di una visione singolare. Le scene che si svolgono nel mondo reale e le scene che si svolgono in Matrix sembrano visivamente più simili che mai, il che aiuta a rafforzare l’idea che le linee sono sfocate tra ciò che è reale e ciò che è una simulazione. Inoltre, il ragionamento di Lana Wachowski per il cambiamento ha senso: se le macchine sono davvero avanzate come nel film, non utilizzerebbero ancora una vecchia versione di Matrix. The Matrix Resurrections è ora in onda nei cinema di tutto il mondo.

Fonte: THR

.item-num::after { content: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Latest news

Yellowjackets: cosa è successo a Jackie alla fine della prima stagione

Attenzione: quanto segue contiene SPOILER per Yellowjackets. Il finale della prima stagione di Yellowjackets su SHOWTIME si è...

Andrew Garfield ammette di aver mentito a Emma Stone sul ruolo di No Way Home

Andrew Garfield ammette di aver mentito a Emma Stone sul suo ruolo in Spider-Man: No Way Home e...

Il poster di Danny Trejo Boba Fett è il più vicino a Machete nello spazio

Un nuovo poster di The Book of Boba Fett presenta Danny Trejo nei panni dell'allenatore del rancore, che...

Bradley Cooper ha dovuto rimanere nudo per 6 ore sul set di Nightmare Alley

Bradley Cooper rivela che, durante le riprese di una scena in Nightmare Alley, ha dovuto rimanere nudo per...

Yellowjackets Writer & Star Address Question of Cannibalism In The Show

Contiene spoiler per Yellowjackets Stagione 1. La prima stagione di Yellowjackets ha preso in giro il cannibalismo senza mai...

La figlia del regista di Don’t Look Up ha scritto la battuta migliore di Ariana Grande

Il regista di Don't Look Up, Adam McKay, rivela che sua figlia e la sua amica hanno scritto...

Must read

You might also likeRELATED
Recommended to you