Asiatica Film Mediale

Perché John Graff è il sospetto osservatore più probabile (spiegazione delle prove)

Perché John Graff è il sospetto osservatore più probabile (spiegazione delle prove)
Debora

Di Debora

20 Ottobre 2022, 19:15


The Watcher di Netflix si conclude con una nota ambigua, ma la serie è una buona argomentazione per John Graff come scrittore titolare della lettera. Basato in parte su una storia vera, The Watcher segue la famiglia Brannock mentre si trasferiscono nella casa dei loro sogni a Westfield, nel New Jersey, solo per iniziare a ricevere lettere dattiloscritte contenenti informazioni personali e minacce contro di loro. Ci sono molti sospetti plausibili presentati nella serie, ma l’identità più probabile dell’Osservatore è il precedente proprietario della casa, John Graff.

Graff ha ucciso tutta la sua famiglia in casa nel 1995, poi apparentemente è fuggito dalla città, ma non prima di aver tagliato la sua faccia da ogni foto di famiglia. Gli omicidi sono stati confermati solo da un fascicolo della polizia e non sono mai stati riportati dalla stampa. Nonostante lo status degli omicidi come una leggenda metropolitana e il finale di The Watcher rimane ambiguo, gli indizi contestuali indicano fortemente un personaggio che si chiama “William” non solo come il vero John Graff ma anche come l’osservatore titolare.

Perché John Graff è tornato al 657 Boulevard

Di tutti i potenziali sospetti presentati in The Watcher, alla fine, John Graff è l’unico con l’insidiosa combinazione di mezzi, movente e opportunità libere. La serie stabilisce che 657 Boulevard ha un potere etereo sulle persone. Tormentato dalla sua vita familiare disfunzionale e da un personaggio pubblico evirato, Graff ha massacrato la sua famiglia, ed è possibile che in realtà non abbia mai lasciato il 657 Boulevard perché non poteva sopportare di farlo.

Graff avrebbe potuto continuare a vivere nella stanza segreta sotto casa, stringere una partnership con Pearl e renderla complice nella scrittura della lettera: una donna aveva leccato le buste e una donna con i codini simili a quelli di Pearl è stata ripresa dalla telecamera nella camera da letto di Dean . Alla fine, Graff sarebbe stato in grado di ottenere un lavoro presso la biblioteca pubblica con lo pseudonimo di William. Dato che si era tagliato la faccia da ogni foto, solo i residenti di lunga data avrebbero potuto riconoscerlo plausibilmente.

Perché John Graff era probabilmente l’osservatore

John Graff è noto per la sua indole inquietante, ma tra il cast eclettico di personaggi di The Watcher, la sua inquietudine non è un’anomalia, e difficilmente lo rende il sospetto più probabile. Rimane anche un altro problema contro l’idea che Graff sia l’Osservatore: anche lui ha ricevuto lettere. Nella rivisitazione della storia da parte di Theodora, Graff fu torturato per queste lettere, temendo persino di aprire la cassetta delle lettere nella possibilità di trovare un’altra corrispondenza. Tuttavia, questa versione degli eventi era puramente speculativa poiché Graff non ha mai parlato a nessuno delle lettere, lasciandole invece da trovare insieme alla sua famiglia.

Anche le lettere di Graff’s Watcher erano leggermente diverse da quelle di Brannock. Mentre le lettere di Brannock si concentrano sulla casa e sui movimenti della famiglia all’interno della casa, come rappresentato nella serie True Crime di Netflix, l’Osservatore nel caso di Graff in qualche modo osservava la casa durante il giorno, seguiva sua figlia quando usciva di nascosto e sapeva che è stato licenziato dal suo lavoro in città. Anche per l’Osservatore, questo livello di intuizione sarebbe impossibile a meno che Graff stesso non stesse scrivendo le lettere, o per stabilire un motivo per uccidere la sua famiglia o come sintomo della sua psiche fratturata. Essendo questo il caso logico, combinato con altri indizi, The Watcher indica John Graff come probabilmente il vero terrore titolare.


Potrebbe interessarti

Cobra Kai Star non avrebbe mai pensato di interpretare di nuovo Daniel dopo Karate Kid 3
Cobra Kai Star non avrebbe mai pensato di interpretare di nuovo Daniel dopo Karate Kid 3

La star di Cobra Kai, Ralph Macchio, rivela che pensava di aver finito di interpretare Daniel LaRusso dopo Karate Kid III. Macchio ha debuttato con il personaggio nel film di successo del 1984 The Karate Kid, che segue Daniel mentre impara le arti marziali dal signor Miyagi (Pat Morita) per competere in un torneo contro […]

Scott Steiner afferma che il suo promo virale di matematica “ha senso”
Scott Steiner afferma che il suo promo virale di matematica “ha senso”

Scott Steiner è responsabile di alcuni dei promo più surreali del wrestling moderno. Non era noto per il suo ingegno affilato come un rasoio come The Rock o MJF. Invece, il suo lavoro con il microfono era stranamente cerebrale e unico nel suo genere. I fan non hanno mai saputo cosa sarebbe uscito dalla sua […]