Asiatica Film Mediale

Perché John Carpenter augura Halloween 3: La stagione della strega è stata un successo

Perché John Carpenter augura Halloween 3: La stagione della strega è stata un successo
Erica

Di Erica

28 Ottobre 2022, 13:37


John Carpenter spiega perché desidera che Halloween III: Season of the Witch sia un successo tra il pubblico. Carpenter è il regista che ha iniziato il franchise di Halloween, dirigendo Halloween nel 1978. Dopo Halloween, Carpenter ha rinunciato a dirigere altri film del franchise, ma ha continuato a dirigere altri film classici come The Thing. Nei successivi film di Halloween, tra cui Halloween II, Halloween III: La stagione della strega e Halloween Ends di quest’anno, Carpenter ha recitato in un ruolo di produttore.

Halloween ha presentato al pubblico un uomo che sarebbe diventato un classico cattivo dell’orrore: Michael Myers. Michael Myers è un killer mascherato che uccide le sue vittime principalmente pugnalandole con un coltello, cementando Halloween nel sottogenere horror dei film slasher. Tuttavia, Michael Myers era curiosamente assente da un film di Halloween. Halloween III si discosta dal tipico stile cinematografico slasher del franchise ed esplora invece un angolo che pecca dalla parte della fantascienza, introducendo la stregoneria. A differenza dei suoi predecessori, Halloween III si è comportato male al botteghino e, di conseguenza, Myers ha fatto il suo trionfante ritorno in franchising quando è stato reintrodotto in Halloween 4: Il ritorno di Michael Myers. Successivamente, Myers è apparso in tutti gli altri film di Halloween.

Lo stesso Carpenter desidera che Halloween III: Season of the Witch abbia visto un destino migliore al botteghino, come dice a Vulture. Durante la sua intervista, a Carpenter è stato chiesto come sarebbe cambiato il franchise di Halloween se Halloween III fosse stato un successo. Secondo Carpenter, il successo di Halloween III avrebbe significato che lui e gli altri registi dietro il franchise di Halloween “potrebbero iniziare a raccontare altre storie”. Carpenter ha anche notato che è stata una sua scelta non dirigere i sequel e che il suo film preferito di Halloween è ancora quello che ha “realizzato nel 1978”. Scopri la citazione completa:

Intervistatore: Non credo che Halloween III riceva l’amore che merita. Faresti qualcos’altro se decollasse?

Carpentiere: Esatto. Non è stato così, ma vorrei che lo fosse perché potremmo iniziare a raccontare altre storie. La gente voleva rivedere Michael Myers. Quindi ecco qua. Il film di Halloween che amo di più è quello che ho fatto nel 1978, quello che ho diretto. Altri sono visioni di altre persone. È così che va. Ecco cosa succede quando ti arrendi. Non volevo dirigere i sequel. Non pensavo fosse rimasta una storia. Ragazzo, mi sono sbagliato, eh?

Il franchise di Halloween può funzionare senza Michael Myers?

Come osserva Carpenter, il franchise di Halloween alla fine ha dato alle persone ciò che volevano. Michael Myers è stato riportato indietro e da allora è rimasto per tutti i successivi film di Halloween, compresi i revival. Mentre Carpenter ha ragione sul fatto che Halloween III abbia preso una svolta dal resto del franchise e il suo successo avrebbe potuto far sembrare diverso il resto della serie, ha torto su un aspetto. La differenza di Halloween III da Halloween e Halloween II non si riduceva solo all’assenza di Michael Myers. Piuttosto, Halloween III: Season of the Witch si è discostato da ciò che Halloween era alle sue radici: un film slasher. Halloween ha messo sulla mappa l’horror slasher a basso budget e ha aperto la strada a film successivi come Texas Chainsaw Massacre e innumerevoli altri.

Quindi, si potrebbe essere in grado di fare il franchise di Halloween senza Michael Myers, ma non si può fare il franchise di Halloween senza un’infarinatura di coltellate che popolano le sue scene. Forse il franchise potrebbe introdurre un diverso cattivo principale che è stato ispirato a Myers o qualcosa del genere. Ma seguendo la strada della stregoneria, Halloween III: La stagione della strega non ha solo esplorato una nuova storia, ma ha abbandonato le basi che avevano completamente creato. Fortunatamente, il franchise di Halloween è tornato alle sue radici e ha mantenuto le qualità che hanno reso il film horror un classico istantaneo. Il franchise sapeva persino di riportare in vita Laurie Strode per i revival, che entra nella sua resa dei conti finale con Michael Myers in Halloween Ends di quest’anno.

Fonte: avvoltoio


Potrebbe interessarti

Il CEO di Blumhouse si veste da icona del film horror M3GAN per Halloween
Il CEO di Blumhouse si veste da icona del film horror M3GAN per Halloween

Jason Blum svela la sua impressionante trasformazione di Halloween in M3GAN, il robot AI del prossimo film horror di Blumhouse. Essendo uno degli studi più importanti nel genere horror, Blumhouse ha avuto un anno incredibilmente forte di uscite di successo, da The Black Phone di questa estate guidato da Ethan Hawke alla recente uscita di […]

Ghostface schernisce i fan di Scream dopo la presunta perdita del trailer di Scream 6
Ghostface schernisce i fan di Scream dopo la presunta perdita del trailer di Scream 6

Ghostface risponde ufficialmente al trailer “trapelato” dai fan di Scream 6. Il film attualmente senza titolo è il quinto sequel in arrivo del classico meta slasher del 1996 Scream e un sequel diretto del film precedente, la voce del 2022 anch’essa intitolata Scream. Seguirà molti dei personaggi sopravvissuti di Scream, tra cui Gale Weathers (Courteney […]