Asiatica Film Mediale

Perché il film The Last Of Us non funzionerebbe mai secondo il creatore del gioco

Perché il film The Last Of Us non funzionerebbe mai secondo il creatore del gioco
Debora

Di Debora

12 Gennaio 2023, 12:41


Il creatore di The Last of Us, Neil Druckmann, spiega perché l’adattamento del videogioco era più adatto a una serie televisiva che a un film. Debuttato su HBO questo mese, The Last of Us adatterà il primo capitolo dell’amato franchise di videogiochi con lo stesso nome. Creato da Naughty Dog, The Last of Us racconta la storia di Joel ed Ellie, che viaggiano attraverso un’America post-apocalittica nella speranza che l’immunità naturale di Ellie all’orribile virus Cordyceps possa aiutare a salvare il mondo. L’adattamento HBO vedrà Joel interpretato da Pedro Pascal ed Ellie interpretata da Bella Ramsey, in una serie che è rapidamente diventata una delle uscite più attese del 2023.

Mentre il pubblico si prepara all’arrivo definitivo di The Last of Us sugli schermi, Druckmann, il creatore del gioco e co-showrunner della serie, discute di come l’adattamento sia stato inizialmente provato come film. Parlando con Variety alla recente premiere di The Last of Us, Druckmann condivide il modo in cui si sono rapidamente resi conto che The Last of Us si adatta meglio alla TV, il che potrebbe rendere giustizia alla portata del gioco. Condivide che le 15 ore di gioco di The Last of Us semplicemente non possono essere compresse in un’autonomia di 2 ore e che una serie ha permesso loro di esplorare adeguatamente la lenta combustione della relazione tra Joel ed Ellie. Dai un’occhiata alla citazione di Druckmann qui sotto.

La risposta breve è che la storia è troppo lunga. Abbiamo provato a trasformarlo in un film, e non ha funzionato perché quella che di solito è un’esperienza di 15 ore e comprimendola in due ore, non ha funzionato e c’è sempre qualcos’altro che sta saltando fuori che ho ritenuto importante alla storia. Questa volta ci ha permesso di prenderci il nostro tempo e bruciare lentamente la relazione tra Joel ed Ellie, in un viaggio lungo un anno che avrebbe potuto essere adattato solo in uno show televisivo.

The Last Of Us può rendere giustizia al gioco come una serie HBO

Come menziona Druckmann, la relazione tra Joel ed Ellie è fondamentale per la trama di The Last of Us e per molti sarebbe senza dubbio un disservizio se il loro legame non fosse una priorità nell’adattamento del gioco. Da quanto rivelato finora, Joel ed Ellie saranno ancora al centro di questa storia epica che ora fa il salto sul piccolo schermo. Tuttavia, con l’improbabile amicizia della coppia che sboccia in un ambiente instabile e pericoloso, la loro collaborazione non è l’unico elemento del gioco che i creatori di The Last of Us hanno cercato di replicare.

La corsa di nove episodi di The Last of Us consentirà al pubblico di immergersi completamente nel mondo di Joel ed Ellie senza affrettare nessuno degli elementi principali della storia e degli elementi visivi che hanno contribuito a portare il gioco al grande successo. Il trailer più recente di The Last of Us ha offerto alcuni scorci tanto attesi di ciò che verrà, entusiasmando molti confermando che la serie HBO sarà piena di momenti accurati per il gioco. Con una storia complessa come The Last of Us, è certamente comprensibile il motivo per cui i creatori hanno ritenuto che l’adattamento avrebbe funzionato meglio in una serie, ed è giusto dire che i fan del gioco saranno probabilmente grati di vedere un adattamento così approfondito. sullo schermo.

I commenti di Druckmann evidenziano solo la sua passione per The Last of Us e servono come conferma che il suo obiettivo principale era ottenere questo adattamento giusto. Il catalogo arretrato di Hollywood degli adattamenti dei videogiochi è sicuramente un miscuglio, qualcosa che ha innervosito molti fan di The Last of Us durante l’infanzia dell’adattamento della HBO, anche se da allora questo si è rivelato ingiustificato. Le recensioni di The Last of Us hanno elogiato la serie, salutandola come potenzialmente il più grande adattamento di un videogioco di sempre, un riconoscimento che è sicuramente il risultato della cura e dell’attenzione che è stata dedicata a renderla tanto d’impatto e arricchita quanto il suo materiale originale.

Fonte: varietà


Potrebbe interessarti

Cruel Summer Season 2 ottiene un aggiornamento Premiere
Cruel Summer Season 2 ottiene un aggiornamento Premiere

La stagione 2 di Cruel Summer riceve un aggiornamento in anteprima e un nuovo sguardo alla serie sotto forma di un’immagine del cast corale. Lo spettacolo antologico thriller in erba di Freeform ha ricevuto un’accoglienza critica positiva per la prima stagione grazie ai suoi importanti colpi di scena e alla trama avvincente e misteriosa. La […]

La star di Stranger Things ricorda gli spaventosi creatori indovinando il loro spin-off segreto
La star di Stranger Things ricorda gli spaventosi creatori indovinando il loro spin-off segreto

Finn Wolfhard ha recentemente dettagliato il momento in cui ha presentato un’idea per uno spin-off di Stranger Things ai creatori dello show, i fratelli Duffer, solo per rendersi conto che stavano lavorando segretamente proprio all’idea che gli era venuta. Con la stagione 5 di Stranger Things che segna la conclusione dello spettacolo, la serie horror […]