Asiatica Film Mediale

Perché il film di Death Stranding non sarà un blockbuster secondo il creatore del gioco

Perché il film di Death Stranding non sarà un blockbuster secondo il creatore del gioco
Erica

Di Erica

22 Dicembre 2022, 23:12


Il creatore di Death Stranding, Hideo Kojima, ha rivelato che il prossimo adattamento cinematografico non sarà un blockbuster. La versione videoludica di Death Stranding è stata rilasciata nel 2019 ed esplorava le conseguenze di un’apocalisse globale sulla Terra. Incentrato su Sam Bridges, un corriere che sfida i rifiuti per consegnare merci tra le città, il gioco mostra quanto sia diventato crudele il mondo sulla scia di Armageddon.

Dopo che è stato confermato che Death Stranding avrebbe avuto un film tutto suo, rimanevano dubbi sul fatto che il film avrebbe ruotato attorno a Sam Bridges o esplorato una storia a sé stante. Sebbene Kojima abbia rivelato di non essere del tutto sicuro che Sam sarà coinvolto, è stato aperto su un aspetto dello sviluppo del film. In un’intervista con IGN, Kojima ha chiarito che stava tentando di produrre un film d’essai, non un blockbuster:

Ho partecipato a videochiamate con molte persone a Hollywood ogni settimana a partire dall’anno scorso, e non solo per Death Stranding. Ho ricevuto molte offerte, ma la mia intenzione fin dall’inizio non è mai stata quella di fare un film campione d’incassi. Alex Lebovici degli Hammerstone Studios ha condiviso la mia visione al riguardo. C’erano molte proposte per realizzare un film su larga scala con attori famosi ed esplosioni appariscenti, ma a cosa servirebbero le esplosioni in Death Stranding? Fare soldi non è nemmeno qualcosa su cui mi concentro. Punto a un approccio più d’essai, e l’unica persona che si è offerta di fare un film del genere è stato Alex Lebovici, il che mi fa pensare che sia un tipo piuttosto insolito.

Tutto ciò che sappiamo sul film Death Stranding

Mentre Hideo Kojima è impegnato con Death Stranding 2, è stato rivelato che sarà un produttore del film Death Stranding. Poiché Death Stranding è stato annunciato solo di recente, non è stato rivelato molto su come sarà il film. Il gioco aveva un cast sottile ma costellato di star, con Norman Reedus di The Walking Dead nei panni di Sam Bridges, Mads Mikkelsen di Doctor Strange nei panni del malvagio Clifford Unger e Léa Seydoux di No Time To Die nei panni di Fragile, un giovane imprenditore che aiuta Sam nel suo viaggio . Se il film è qualcosa di simile al gioco, presenterà un cast altrettanto incredibile, che senza dubbio contribuirà a dare l’atmosfera d’essai.

Sebbene il gioco sia comunemente criticato come poco più di un simulatore ambulante, il recente Director’s Cut del gioco ha aggiunto competizione sociale, emozionanti missioni d’azione e altri nuovi miglioramenti del gameplay che lo hanno reso più coinvolgente. Mentre Kojima ha promesso che non ci saranno molte esplosioni, la competizione social potrebbe rimanere per il film. La modalità multiplayer di Death Stranding inizialmente incoraggiava i giocatori a lavorare insieme senza alcuna comunicazione o scopo reale. Un film potrebbe facilmente adottare quell’atteggiamento e mostrare nuovi personaggi che esistono e offrire al protagonista supporto solo per la gentilezza dei loro cuori, proprio come fa Fragile.

Se Sam Bridges non appare nel film, è possibile che Death Stranding si concentri invece su un altro corriere con una storia un po’ meno coinvolta, che potrebbe prestarsi meglio a una produzione d’essai rispetto a Sam, che si mette costantemente nei guai. Potrebbe anche concentrarsi sulle conseguenze immediate dell’apocalisse originale. Se è improbabile che Sam appaia, potrebbe essere una buona ragione per cui Kojima sta cercando di cambiare completamente il volto dei film sui videogiochi. Scegliere di non introdurre il protagonista centrale nella serie potrebbe essere un modo intelligente per farlo.

Fonte: IGN


Potrebbe interessarti

Daniel Craig ricorda la sua scomoda tuta da Stormtrooper di Star Wars
Daniel Craig ricorda la sua scomoda tuta da Stormtrooper di Star Wars

Daniel Craig ricorda quanto fosse sorprendentemente scomodo il suo costume da stormtrooper durante le riprese di Star Wars: The Force Awakens. Dopo che la Disney ha acquistato la Lucasfilm nel 2012, House of Mouse ha rapidamente iniziato a lavorare su una nuova serie di film ambientati nella galassia di George Lucas molto, molto, lontano. Nel […]

Gli scrittori di Avatar: The Way Of Water rivelano perché è stato diviso in due film
Gli scrittori di Avatar: The Way Of Water rivelano perché è stato diviso in due film

Gli sceneggiatori di Avatar: The Way of Water hanno rivelato esattamente perché il secondo film della serie doveva essere allungato in due film. The Way of Water, il sequel di Avatar del 2009, ha offerto un ritorno al mondo dei Na’vi e ha introdotto la famiglia in crescita di Sully e Neytiri. Ambientato oltre un […]