Asiatica Film Mediale

Perché i predatori di Tusken hanno un aspetto diverso nel libro di Boba Fett?

Perché i predatori di Tusken hanno un aspetto diverso nel libro di Boba Fett?
Debora

Di Debora

31 Dicembre 2021, 03:38


Avvertimento! Spoiler in arrivo per il primo episodio di The Book of Boba Fett.

I Tusken Raiders incontrati in The Book of Boba Fett sembrano diversi da quelli a cui il pubblico di Star Wars è abituato e potrebbe essersi aspettato. Sono certamente più unici dei Sand People del passato visti nella galassia di Star Wars, presenti nell’episodio della prima serie come mezzo fondamentale per la sopravvivenza di Boba Fett dopo essere stato quasi mangiato dal Sarlacc Pit. Tuttavia, è probabile che il motivo per cui questa particolare tribù sembra così unica dipenda semplicemente dalla cultura e dalla geografia.

Nei precedenti film e serie di Star Wars, la maggior parte dei Tusken Raiders visti sullo schermo sono stati localizzati intorno allo spazioporto di Mos Eisley e alla Lars Homestead, la casa d’infanzia di Luke Skywalker. Pertanto, è probabile che quasi tutti i Tusken Raider visti prima di The Book of Boba Fett provengano da una tribù con accampamenti con sede nella regione di Tatooine conosciuta come Jundland Wastes. Tuttavia, il palazzo di Jabba the Hutt e il sarlacc noto come la Grande Fossa di Carkoon si trovano nelle regioni più settentrionali del pianeta desertico.

Quando Boba Fett esce dalla fossa del sarlacc in cui è stato investito durante Il ritorno dello Jedi, è ancora vicino alla morte. Dopo che Jawas ha rubato l’armatura mandaloriana di Fett, il Popolo della Sabbia lo segue e lo cattura. Tuttavia, mentre questi Tusken Raiders hanno ancora gli stessi involucri per la testa, griglie per la bocca e coperture per gli occhi, i loro vestiti sono più scuri e più decorativi dei soliti indumenti beige indossati dal passato del Popolo della Sabbia. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che questi Tusken provengono da un clan diverso che opera al di fuori del Mare delle Dune, il che spiega la loro diversa forma di abbigliamento e cultura rispetto ai Tusken delle distese di Jundland.

Inoltre, più che mai sono state mostrate più intuizioni sulla cultura del Popolo della Sabbia, compresi gli sguardi al capo di questa tribù e anche a uno dei loro figli, che era incaricato di prendersi cura di Boba e del suo compagno prigioniero di Rodian. A Fett fu anche affidato il compito di scavare alla ricerca di meloni neri nelle dune, la principale fonte di acqua e idratazione del Popolo della Sabbia oltre alle razzie dei coltivatori di umidità. Pertanto, questi nuovi Predoni Tusken che prendono in ostaggio Fett si sono rivelati cruciali per la sua sopravvivenza dopo il brutale incontro di Boba con il tratto digestivo del sarlacc.

Ha senso che questi nuovi Tusken Raiders abbiano un aspetto diverso da quelli del passato, visto che vivono in una regione diversa del pianeta. Questo li rende un clan diverso, presumibilmente con la loro sottocultura unica. Anche se sono apparsi nei flashback di Boba che hanno rivelato come è sopravvissuto l’ex cacciatore di taglie, sarà interessante vedere se si integra ulteriormente nella loro tribù, specialmente dopo aver salvato uno dei figli del clan nell’episodio 1 di The Book of Boba Fett.

Il libro di Boba Fett rilascia nuovi episodi mercoledì su Disney+.

Date di rilascio principali Rogue Squadron (2023)Data di rilascio: 22 dicembre 2023


Potrebbe interessarti

Il finale di Occhio di Falco non è riuscito a risolvere il suo più grande problema di Iron Man
Il finale di Occhio di Falco non è riuscito a risolvere il suo più grande problema di Iron Man

Avvertimento! Spoiler in vista per Occhio di Falco. Il Occhio di Falco finale non è riuscito a risolvere il più grande problema di Iron Man (Robert Downey Jr.) di Clint Barton (Jeremy Renner). I Marvel Studios hanno finalmente puntato i riflettori sul tiratore scelto dei Vendicatori dopo aver interpretato per anni un personaggio secondario dei […]

Il direttore della fotografia della seconda stagione di Witcher elogia la dedizione di Henry Cavill
Il direttore della fotografia della seconda stagione di Witcher elogia la dedizione di Henry Cavill

Romain Lacourbas, un direttore della fotografia che ha lavorato alla stagione 2 di The Witcher, ha elogiato Henry Cavill per la sua dedizione al ruolo. La stagione 2 di The Witcher è stata rilasciata su Netflix all’inizio di dicembre e ha riscosso molto successo, registrando oltre 142 milioni di ore di visualizzazione in soli tre […]