Notizie Serie TVPerché i difensori erano così deludenti

Perché i difensori erano così deludenti

-


I Difensori avrebbero dovuto essere la risposta della squadra televisiva ai film di Avengers, ma l’evento crossover Marvel ha finito per essere in gran parte deludente nonostante le sue migliori intenzioni. Netflix ha collaborato con la Marvel per realizzare spettacoli con una manciata di personaggi di strada della Marvel, che erano considerati (all’epoca) troppo violenti per il pubblico di PG-13 a cui si rivolgeva l’MCU. L’idea era che gli spettacoli Marvel di Netflix potessero essere più oscuri e grintosi delle loro controparti cinematografiche, rimanendo fedeli al loro materiale originale.

La Marvel ha seguito il modello di film di Fase 1 dell’MCU per gli eroi in The Defenders. Jessica Jones, Iron Fist, Luke Cage e, forse, il più noto, Daredevil, hanno tutti avuto serie individuali per introdurre i personaggi nelle loro storie. Daredevil è stato il primo spettacolo uscito dal cancello nell’aprile 2015, seguito rapidamente da Jessica Jones in autunno. Luke Cage è stato presentato per la prima volta nell’aprile 2016 e Iron Fist ha debuttato nel marzo 2017. Gli eroi Marvel si sono poi riuniti per uno spettacolo di squadra, The Defenders.

Simile a Iron Man, la stagione 2 di Daredevil è stata rilasciata prima della serie crossover di squadra, con The Defenders in onda nell’agosto 2017. Varie decisioni creative e altri motivi hanno però trasformato quello che una volta era un evento televisivo molto atteso in una delusione commerciale e artistica. Tutte le serie Marvel hanno avuto un’altra stagione ciascuna dopo The Defenders, così come un paio di stagioni di The Punisher (dopo l’introduzione del personaggio nella stagione 2 di Daredevil). Il fallimento di The Defenders, tuttavia, ha segnato l’inizio della fine per gli spettacoli di Netflix. Ecco perché.

I difensori avrebbero dovuto essere l’ultima squadra della Marvel TV

Quando gli spettacoli Marvel Netflix che avrebbero portato a The Defenders sono stati annunciati per la prima volta nel 2013, l’MCU era ancora sulla sua traiettoria ascendente dalla Fase 1. Aveva ottenuto un enorme successo con il suo film di successo The Avengers e stava andando avanti, preparando il resto della Saga dell’Infinito. Mentre l’MCU è dato per scontato al giorno d’oggi, non dovrebbe essere dimenticato quanto fosse un’idea rivoluzionaria e rischiosa all’epoca avere una narrazione interconnessa su più franchise. The Avengers è stata una scommessa che ha dato i suoi frutti e il potenziale nell’idea dell’universo condiviso ha entusiasmato tutti nel settore. Numerosi studi e franchise si sono precipitati a copiare la formula del MCU, con Warner Bros. DCEU e MonsterVerse, Universal’s Dark Universe e The CW’s Arrowverse che tentavano tutti di replicare il successo della Marvel. Netflix ha anche visto il potenziale e ha posizionato The Defenders come l’ultimo evento di squadra crossover Marvel TV.

Gli spettacoli Marvel interconnessi di Netflix avevano tutto per loro, almeno sulla carta. Come squadra, i Defenders non sono famosi come The Avengers, ma gli spettacoli potrebbero cavalcare l’onda di eccitazione generata dai film MCU e attirare un pubblico consolidato pronto per una visione più matura dei supereroi. La Marvel ha anche adottato l’approccio corretto di prendersi il tempo necessario per presentare i personaggi nel loro mondo e impostare la serie crossover, piuttosto che accelerarlo come è stato il destino della Justice League del DCEU. Gli eroi in The Defenders sono tutti unici in termini di abilità, personalità e problemi e hanno una ricchezza di materiale di base da cui attingere dai fumetti. Inoltre, l’adozione della sua classificazione R lo ha anche aiutato a distinguersi dagli altri spettacoli della Marvel come Agents of SHIELD.

I problemi dei difensori sono iniziati prima dell’uscita dello spettacolo

Daredevil e Jessica Jones hanno entrambi ricevuto il plauso della critica per le loro prime stagioni. Questa iniziale eccitazione e anticipazione per la squadra di The Defenders ha iniziato a svanire con Luke Cage, tuttavia. Il personaggio di Mahershala Ali Cottonmouth è stato impostato come il grande cattivo, solo per essere ucciso a metà della prima stagione di Luke Cage e sostituito in modo deludente con un cattivo dimenticabile e sottoscritto in Diamondback per il resto della stagione.

La struttura di 13 episodi di Netflix ha permesso agli spettacoli Marvel di prendersi il proprio tempo con le loro trame e personaggi. Tuttavia, in contrasto con il ritmo veloce dei film Marvel, il pubblico è diventato frustrato dalla relativa mancanza di azione e dalle scene di dialogo ripetitive che costituivano la maggior parte della loro durata. Pur adottando il loro rating R, con l’eccezione di parti di Daredevil, le scene di combattimento degli spettacoli Marvel erano pessime, spesso facendo affidamento su tagli rapidi per nascondere controfigure o combattimenti poco convincenti, erano scarsamente illuminate e ripetitive nella loro coreografia. Le trame costrette a creare i grandi cattivi di The Defenders The Hand si sono anche intromessi con le storie degli eroi e l’ondata di ninja intercambiabili di The Hand non ha fatto molto per migliorare le scene di combattimento. Quando arrivò Iron Fist, il pubblico aveva già visto tre versioni del modello di storia dell’origine dell’eroe di Netflix e la pazienza stava iniziando a diminuire.

Anche la deludente mancanza di connessione con l’MCU principale è stato un ostacolo. Essere ambientato nella Grande Mela significava che La battaglia di New York di The Avengers veniva menzionata di tanto in tanto dagli eroi di The Defenders. Ma a parte questo, non ci sono cameo o trame incrociate che facciano sentire l’universo Marvel di Netflix connesso ai film Marvel. Non ha aiutato il fatto che la prima stagione di Iron Fist, l’ultimo spettacolo prima di The Defenders, fosse inequivocabilmente negativa, il che significa che i livelli di eccitazione per The Defenders erano diminuiti prima ancora che la serie di team-up andasse in onda.

Perché i difensori erano così deludenti: cosa è andato storto

Ci sono diversi motivi per cui The Defenders ha finito per essere così deludente. I problemi della seconda metà della prima stagione di Luke Cage e il fallimento della prima stagione di Iron Fist hanno fatto sì che il pubblico non fosse entusiasta di un evento di squadra nel modo in cui lo era per The Avengers. Oltre a ciò, mentre i film Marvel hanno i loro eroi che indossano costumi distintivi, a parte Daredevil, il resto dei Difensori indossa abiti da strada, rendendoli visivamente poco interessanti. L’impegno dello show per il realismo con i piedi per terra significava che The Defenders non si sentiva così epico o speciale come dovrebbe fare una fantastica squadra di supereroi. Ciò è stato aggravato dal fatto che ogni singolo spettacolo era ambientato a New York. Senza alcun cambiamento nell’ambientazione rispetto agli spettacoli precedenti, un senso di ripetizione e fatica si è instaurato rapidamente. L'”evento” della squadra dei Defenders ha semplicemente finito per sembrare più o meno lo stesso.

Anche i Defenders hanno sofferto degli stessi problemi che hanno rovinato alcuni degli altri programmi Marvel di Netflix. La sua azione è stata deludente e superficiale nella sua esecuzione, e i diversi stili di combattimento di ogni eroe non hanno mai raggiunto una distinzione visiva per renderli interessanti. Ciò è stato ulteriormente ostacolato dai summenzionati abiti in borghese dei Difensori che rendevano difficile per loro distinguersi in deboli sequenze di combattimento. Anche le scene scarsamente illuminate e il tono cupo dello spettacolo lo hanno lasciato senza alcun senso di divertimento o eccitazione.

Forse la cosa più deludente, però, sono stati i cattivi di The Defenders; mettere da parte la favorita dai fan Electra in The Defenders facendola essere muta si è rivelato sconsiderato. Dopo un paio di forti avversari con Wilson Fisk (alias Kingpin) di Daredevil e Kilgrave di Jessica Jones, The Defenders non ha dato niente da fare o da dire ad Alexandra di Sigourney Weaver. Nel complesso, i cattivi di The Defenders The Hand erano decisamente poco brillanti e non memorabili, mettendo in dubbio la giustificazione per aver bisogno che gli eroi si unissero in primo luogo.

Il fallimento dei difensori ha ucciso gli spettacoli Netflix della Marvel

L’aumento della popolarità degli spettacoli originali di Netflix come Orange is the New Black, Stranger Things e Ozark ha comportato la perdita di The Defenders nell’algoritmo di Netflix. Il dump di rilascio sparso dei suoi precedenti spettacoli Marvel e la cattiva reputazione di alcuni di essi significavano anche che il suo potenziale pubblico non era aggiornato con ogni spettacolo prima dell’uscita di The Defenders. Insieme ai numerosi problemi che ha avuto lo spettacolo, The Defenders ha finito per essere anche lo spettacolo Marvel meno visto di Netflix. L’universo Marvel di Netflix non si è mai veramente ripreso dal fallimento di The Defenders, e mentre la terza stagione di Daredevil e la terza stagione di Jessica Jones sono accadute dopo, era troppo poco, troppo tardi. Il pubblico aveva perso interesse e, con l’ascesa di Disney+, gli spettacoli Netflix di Defenders sono stati tutti cancellati in rapida successione nel 2019.

Questa non è la fine della storia per i personaggi, tuttavia. Matt Murdock di Charlie Cox ha fatto il suo debutto cinematografico nel MCU in Spider-Man: No Way Home e Kingpin di Vincent D’Onofrio è stato un’aggiunta a sorpresa a Occhio di Falco. Kevin Feige e Disney+ hanno imparato dagli errori di The Defenders e i programmi TV di Phase 4 hanno stabilito storie e personaggi che alimentano e fanno progredire i film, facendoli sentire tutti collegati. Con gli spettacoli Netflix ora in streaming su Disney+, si parla persino della stagione 4 di Daredevil. La volontà della Marvel di dare almeno una seconda possibilità ad alcuni dei personaggi di Netflix Defenders è una testimonianza del potenziale di The Defenders come versione TV di The Avengers, anche se il primo tentativo alla fine è stato deludente.

Date di uscita chiave Doctor Strange in the Multiverse of Madness (2022)Data di uscita: 06 maggio 2022 Thor: Love and Thunder (2022)Data di uscita: 08 luglio 2022 Black Panther: Wakanda Forever/Black Panther 2 (2022)Data di uscita: 11 novembre 2022 The Marvels/Captain Marvel 2 (2023) Data di uscita: 17 febbraio 2023 Guardiani della Galassia Vol. 3 (2023) Data di uscita: 05 maggio 2023 Ant-Man and the Wasp: Quantumania (2023) Data di uscita: 28 luglio 2023

Ultime News

L’ultimo aggiornamento di Alita 2 è il più entusiasmante di sempre

Il potenziale sequel Alita: Battle Angel 2 ha appena ricevuto il suo aggiornamento più promettente. Il primo...

Dustin Rhodes parla dei pro e dei contro del programma più leggero della AEW

Dustin Rhodes è uno dei wrestler più anziani di All Elite Wrestling e la sua visione di cose...

Per tutte le stelle dell’umanità vanno coraggiosamente al carpool karaoke [EXCLUSIVE CLIP]

Screen Rant è lieto di presentare in anteprima una clip esclusiva della prossima stagione del popolare programma di...

Perché un nuovo personaggio di Star Wars potrebbe apparire in live-action

Il trailer di Star Wars: The Bad Batch stagione 2 introduce un nuovo affascinante personaggio che potrebbe potenzialmente...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te