Notizie Serie TVPerché House of the Dragon non spiega il suo...

Perché House of the Dragon non spiega il suo salto temporale di 10 anni

-


Un aspetto importante dell’episodio 6 di House of the Dragon è il modo in cui lo show omette qualsiasi spiegazione riguardo al suo salto temporale di 10 anni, una decisione che uno dei suoi showrunner spiega in dettaglio. House of the Dragon racconta i conflitti interni della dinastia Targaryen che governò su Westeros 200 anni prima de Il Trono di Spade, incentrata sulla principessa Rhaenyra Targaryen e sulla sua pretesa al trono. La sola stagione 1 abbraccia molti anni, a cominciare da una Rhaenyra più giovane, interpretata da Milly Alcock, e dalla sua relazione con diversi attori chiave nell’imminente guerra civile.

A causa dei numerosi salti temporali dello spettacolo, i nuovi attori avrebbero sostituito i giovani Rhaenyra, Alicent e altri a metà della prima stagione. Emma D’Arcy ha preso il posto di Alcock, Olivia Cooke dell’adolescente Queen Alicent di Emily Carey e John Macmillan di Theo Nate per il giovane Laenor Velaryon, solo per citarne alcuni. Il nuovo cast arriva dopo il salto temporale più significativo di House of the Dragon nell’episodio 6, “La principessa e la regina”, ambientato 10 anni dopo l’episodio 5. L’episodio inizia con Rhaenyra che dà alla luce e porta il suo neonato dalla regina Alicent, con gli spettatori scaricato subito in azione.

L’episodio 6 di House of the Dragon non spiega il suo salto temporale di 10 anni, ma ci sono buone ragioni per questo, secondo il co-showrunner Miguel Sapochnik. Nel podcast ufficiale di Game of Thrones: La casa del drago, Sapochnik spiega che gli sceneggiatori hanno ritenuto che inserire il pubblico direttamente nella scena della nascita di Rhaenyra all’interno di una ripresa continua avrebbe dato loro il tempo di conoscere gli attori e capire chi interpretano. Dai un’occhiata al preventivo completo qui sotto:

“I salti temporali c’erano fin dall’inizio e voglio dire che erano un po’ più estremi di quanto non lo siano ora. Erano anche per età, se ricordo bene, andavano da forse 12 o 13 anni a 20-22 anni dopo, ed è stato immediatamente preoccupante il fatto che stessimo facendo una stagione con tanti salti temporali quanti ne aveva questa. Semplicemente, letteralmente dal punto di vista dei salti temporali possono essere incredibilmente: possono distrarre, confondere, ci sono molte cose che possono essere, raramente le persone dicono: “Adoro quel salto temporale”. Questa non è generalmente la risposta.

E così, si è discusso molto su come lo faremo. Sono un grande sostenitore dell’appoggiarsi agli svantaggi, quindi se c’è qualcosa che ti preoccupa, appoggiarsi ad esso aiuta piuttosto che cercare di aggirarlo, penso… Quindi abbiamo deciso di iniziare con il salto temporale più grande, che è da Da 5 a 6, e ci lasciamo cadere tutti. Sapevamo di dover riformulare i nostri attori, sapevamo che sarebbe stato comunque sconvolgente per tutti. Quindi non possiamo evitarlo, quindi dobbiamo appoggiarci. E penso che la conversazione sia iniziata nella fase di scrittura della sceneggiatura dicendo: “Possiamo semplicemente passare un po’ di tempo con loro in giro?”[…]

Quindi qui, all’improvviso, sapevamo che volevamo evolvere lo stile dello spettacolo, e parti dell’evoluzione dello stile dello spettacolo sono state guidate da un’esigenza della storia, e qui dovevamo trascorrere del tempo con questi attori come questi personaggi . Quindi mi è sembrato “Voglio vederli salire le scale, voglio vederli camminare in silenzio lungo un corridoio”. E ovviamente, farlo senza una vera ragione è molto più difficile, specialmente in uno show televisivo in cui tutto è così: il tuo tempo è così prezioso, in un certo senso. E la cosa della nascita era nell’aria, sapevamo di aver bisogno di un certo numero di nascite in questo particolare episodio, e quindi l’idea di fare una ripresa continua si è evoluta da quello perché abbiamo pensato: ‘Quale modo migliore per passare del tempo con loro che avere un scatto continuo dove potremmo vederli tra le loro linee?’ com’era. Quindi è stata una forte distrazione dal fatto che abbiamo appena scaricato 10 anni. Quindi la speranza è che le persone stiano dicendo: ‘Ooh, guarda, sta partorendo. Oh, quella dev’essere Rhaenyra, e quella dev’essere Laenor. Oh mio dio, hanno 10 anni in più.’ È un po’ la cosa bella e brillante qui, e poi quando raggiungono la stanza di Alicent, ci sei tu. Trovo Olivia, Emma e John avvincenti da guardare e sono rimasto sorpreso da quanto velocemente sono diventati i personaggi ed ero estremamente contento e felice di essere lì e non stavo lottando”.

L’approccio del salto temporale di House Of The Dragon rispetta il pubblico

I dettagli di Sapochnik sul processo che coinvolge il parto di Rhaenyra solleva molti punti interessanti. Vale a dire, i salti temporali facevano sempre parte dello spettacolo ma avrebbero dovuto essere ancora più estremi. Il salto di 10 anni dell’episodio 6 potrebbe ridurre la gamma, ma è comunque un elemento della storia significativo che l’ex regista dell’episodio de Il Trono di Spade capisce può essere fonte di confusione. Si è anche reso conto che la rifusione avrebbe posto un problema e ha ritenuto che il modo migliore per affrontarlo sarebbe stato il più naturale possibile senza mancare di rispetto al pubblico.

La scena introduttiva dell’episodio 6 ritrae efficacemente chi è ogni personaggio senza dover mostrare un intertitolo o un’esposizione che fornisce informazioni agli spettatori, anche se alcuni fan potrebbero pensare che il vecchio cast di House of the Dragon arrivi troppo presto. Invece, la facilità di comprensione si riduce alla connessione interpersonale tra questi personaggi stabilita nei primi cinque episodi. Pertanto, la ripresa continua che descrive la dolorosa passeggiata di Rhaenyra e Laenor alla camera della regina Alicent è un modo incredibilmente intelligente per dare ai fan del tempo con il nuovo cast senza insultare la loro intelligenza, anche per le persone che non erano già consapevoli dei cambiamenti.

Fonte: Podcast ufficiale di Game of Thrones: La casa del drago

Ultime News

Nicole Kidman e Maya Erskine adattano il libro The Perfect Nanny per HBO

Nicole Kidman e Maya Erskine reciteranno nell'adattamento della HBO del libro francese The Perfect Nanny. Scritto da...

Che malattia ha Frank in The Last Of Us?

Avvertimento! Questo episodio contiene importanti spoiler per l'episodio 3 di The Last of Us. L'episodio 3 di...

Spiegando l’origine dell’infezione di The Last Of Us e la connessione con la farina

Avvertimento! Questo articolo contiene spoiler per l'episodio 3 di The Last of Us. L'episodio 3 di The...

Spiegazione del finale dell’episodio 3 di The Last Of Us

Avvertimento! Questo articolo contiene spoiler per l'episodio 3 di The Last of Us. L'episodio 3 di The...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te