Asiatica Film Mediale

Perché diventare rossi ha funzionato solo nell’animazione spiegato dal direttore della Pixar

Perché diventare rossi ha funzionato solo nell’animazione spiegato dal direttore della Pixar
Erica

Di Erica

04 Marzo 2023, 15:28


La sceneggiatrice e regista di Turning Red, Domee Shi, ha spiegato come crede che la storia del film Pixar avrebbe potuto funzionare solo attraverso l’animazione. Il film del 2022 segue Mei Lee, un’adolescente che vive a Toronto, in Canada, nel 2002, che scopre che, quando diventa molto emotiva, si trasforma in un grande panda rosso. Il film ha ricevuto elogi dalla critica per aver affrontato i temi della pubertà e della crescita personale con un senso di maturità, nonché per la sua attenzione alla famiglia.

In una rubrica per The Hollywood Reporter, Shi spiega come crede che Turning Red non avrebbe funzionato come film se non fosse stato animato. Parla di come l’animazione può essere utilizzata per affrontare argomenti seri in modi che potrebbero essere difficili da fare in live-action, per persone di qualsiasi fascia d’età. Dai un’occhiata alla dichiarazione completa di Shi di seguito:

Mi viene costantemente ricordato che l’animazione è uno strumento così potente e coinvolgente. Ci aiuta a elaborare argomenti complessi che potrebbero essere troppo duri o grezzi da digerire attraverso la realizzazione di film live-action. È un linguaggio universale che raggiunge persone di tutte le età. Potrebbe essere difficile parlare della pubertà o della separazione o del trauma intergenerazionale con i membri della tua famiglia, ma è facile sedersi e guardare un film d’animazione e provare insieme quelle emozioni umane quotidiane.

Certo, mia madre non è un gigantesco panda rosso che imperversa per la città, schiacciando auto e terrorizzando la boy band più sexy del mondo. E non ho nemmeno il controllo sulle mie emozioni per tutto il tempo: il mio panda interiore esce ancora in molti momenti inopportuni. Ma il mio amore per il disegno mi ha permesso di interpretare questi sentimenti in modo divertente e costruttivo. E come estensione, dirigere un film d’animazione mi ha permesso di giocare con alcuni computer molto belli e costosi per raccontare la mia magica storia della pubertà in modo che anche gli altri possano imparare qualcosa su se stessi e sui loro genitori. E dopo aver visto Turning Red, forse altri spettatori non lasceranno che quegli anni precendenti raggiungano così tanto nessuno di noi – perché nonostante quanto ci hanno plasmato, non durano davvero così a lungo, vero?

Come Turning Red ha affrontato la maturità attraverso l’animazione

Il modo in cui vengono presentati i temi di Turning Red rafforza la convinzione di Shi che il film non avrebbe funzionato altrettanto bene se non fosse stato un film d’animazione. Turning Red si concentra principalmente sulla crescita di Mei usando la sua trasformazione in un panda rosso come simbolo dell’imbarazzo della maturità. Il film usa anche la sua decisione di mantenere i suoi poteri di panda rosso a seguito di un conflitto con sua madre su di loro come lezione sull’importanza dell’individualità. Senza gli elementi visivi del panda rosso, il film potrebbe non aver risuonato altrettanto bene con gli spettatori più giovani alla ricerca di un film che esplori i temi della scoperta di sé e della crescita.

Tuttavia, il film non usa solo l’animazione per mostrare Mei che cresce. Il conflitto finale del film vede sua madre arrabbiata, Ming, trasformarsi in un mostruoso panda rosso, cercando di convincere sua figlia a conformarsi al rituale che segnerà i suoi poteri di panda rosso per sempre. Mei decide di ribellarsi a sua madre e agli altri membri della famiglia, poiché non vede la sua capacità di trasformarsi in un panda rosso come un ostacolo. Prima di riconciliare le loro differenze, la battaglia di Mei e Ming era su una scala di livello kaiju, alla fine catturata meglio in un formato animato.

Turning Red potrebbe non essere stato in grado di affrontare i suoi temi stratificati e maturi così come ha fatto se non fosse stato animato. Grazie al suo status di animazione, il film è in grado di portare il pubblico in un mondo familiare ma fantastico mentre esplora temi complessi che non tolgono nulla all’aspetto familiare del film. Shi è stato in grado di trasformare Turning Red in una storia sincera e matura che potrebbe non essere stata così potente se presentata in un formato diverso.

Fonte: THR


Potrebbe interessarti

Il regista di Creed 3 Michael B. Jordan condivide importanti consigli da Jon Favreau
Il regista di Creed 3 Michael B. Jordan condivide importanti consigli da Jon Favreau

Michael B. Jordan condivide il consiglio datogli da Jon Favreau e Bradley Cooper sul bilanciamento tra regia e recitazione in Creed III. Jordan ha interpretato Adonis Creed in tutti e tre i film ed è stato anche produttore di Creed II. Creed III è il debutto alla regia di Jordan, che ha anche prodotto. In […]

Perché James Bond ha messo Michelle Yeoh senza lavoro per due anni
Perché James Bond ha messo Michelle Yeoh senza lavoro per due anni

Michelle Yeoh spiega perché James Bond l’ha lasciata senza lavoro per due anni. L’attore ha recitato al fianco di Pierce Brosnan nel film del 1997 Il domani non muore mai nei panni di Bond Girl Wai Lin. Nato in Malesia, Tomorrow Never Dies è stato il primo film in cui Yeoh ha recitato dopo essersi […]