Asiatica Film Mediale

Perché AJ Twist di Barbarian ha funzionato così bene (e ha reso la storia di Tess più spaventosa)

Perché AJ Twist di Barbarian ha funzionato così bene (e ha reso la storia di Tess più spaventosa)
Erica

Di Erica

04 Novembre 2022, 14:58


A quanto pare, c’è un’ottima ragione per cui Barbarian si è guadagnato una reputazione così forte come il film di quest’anno per andare a vederlo sapendo il meno possibile: un’enorme torsione tonale nel punto medio che capovolge completamente il film. Scritto e diretto dall’ex membro della troupe di The Whitest Kids U’Know Zach Cregger, Barbarian è emerso come il più grande successo a sorpresa dell’horror di quest’anno. Il film segue una giovane donna di nome Tess (Georgina Campbell) mentre naviga tra i pericoli minacciosi e incerti del suo Airbnb accidentalmente doppiato e del suo ospite inaspettato Keith (Bill Skarsgård), ma solo all’inizio.

Dopo che le paure di Tess culminano nel brutale e inspiegabile omicidio di Keith nel seminterrato della casa da parte di una mostruosa gigantessa, la storia di Barbarian impiega una svolta per gettare deliberatamente tutto prima e dopo sotto una nuova luce. Con un lungo taglio al nero, Barbarian sembra non seguire più Tess, ma piuttosto un attore squallido e spensierato di nome AJ (Justin Long) nel bel mezzo di una battaglia contro le accuse di cattiva condotta sessuale. Imparando rapidamente che AJ è il proprietario di Airbnb, il pubblico continua a guardarlo in modo comico e faticosamente mentre cerca di valutare il valore della casa, ignorando ogni singola ovvia bandiera rossa sul suo cammino mentre lo fa. Il puro contrasto con la durata precedente del film consente all’enorme ritmo comico di atterrare, sebbene sia anche un segnale definitivo che il pubblico sta entrando del tutto in un altro film.

Perché Barbarian è 2 film in 1

Puramente in superficie, il film Barbarian che termina in un genere diverso da quello che ha iniziato rappresenta un omaggio deliberato a due registi horror/thriller molto diversi. Appassionato di horror autodichiarato estremamente avido, Zach Cregger ha voluto utilizzare sia la trama che l’ambientazione di Barbarian per inserire in modo efficace due film horror simultanei l’uno nell’altro: un film di suspense freddo e inquietante tra Tess e Keith su Airbnb e un mostro comico più rauco film che si svolge nel seminterrato della casa. Nelle parole del direttore della fotografia Zach Kuperstein riguardo alla visione precisa di Cregger (tramite Filmmaker Magazine), “Abbiamo costruito un linguaggio generale per il film che era chiaramente David Fincher al piano di sopra, Sam Raimi al piano di sotto”.

Tuttavia, i bruschi cambiamenti stilistici del film non sono solo per divertimento o tributo, ma comunicano il tema cruciale del film. AJ mette piede nello stesso “piano di sopra” che fa Tess, ma non prova mai alcun senso di pericolo fino a quando la madre del film Barbarian non lo prende attivamente, proprio come ha fatto con Tess. Questo comunica anche un messaggio di fondo sul modo in cui un uomo come AJ è in grado di avvicinarsi al mondo rispetto a una donna come Tess, poiché gli stessi esatti potenziali orrori percepiti da Tess non si registrano nemmeno come tali per AJ finché non vengono direttamente colpirlo.

Il cambiamento tonale di Barbarian riflette il punto di vista dei suoi personaggi principali

Dal momento in cui il film inizia, Barbarian sembra un film dell’orrore solo in quanto assume direttamente il punto di vista di Tess. Come praticamente ogni donna in uno scenario indesiderabile come stare da sola con uno sconosciuto di notte in una casa sconosciuta, deve proteggersi rimanendo costantemente alla ricerca di segnali di pericolo. Non ha motivo di sospettare che Keith sia un gioco scorretto, anche se le potenziali minacce abbondano comunque, siano esse l’aspetto abbandonato del quartiere o Keith che le fa bere un drink fuori dalla vista.

Quando il tono del film cambia così drasticamente con l’ingresso improvviso di AJ di Justin Long, è perché il pubblico ora deve capire la prospettiva di qualcuno con poca o nessuna comprensione della prospettiva precedente. Proprio come la risata è così l’opposto di una reazione allo spavento, l’inverso di un’ogni donna iper-vigile è un predatore completamente ignaro. La combinazione di entrambe le storie è ciò che consente a Barbarian di trasformare abilmente la commedia dall’horror e l’horror dalla commedia contemporaneamente.


Potrebbe interessarti

La star di Stranger Things Sadie Sink smentisce le voci sul casting dell’MCU
La star di Stranger Things Sadie Sink smentisce le voci sul casting dell’MCU

Sadie Sink di Stranger Things affronta le recenti voci che suggerivano che la giovane star avesse firmato per unirsi al Marvel Cinematic Universe. Sink recita nell’amata serie di fantascienza di Netflix Stranger Things, essendosi unito al cast nella seconda stagione come Max Mayfield. Quest’estate, la stagione 4 di Stranger Things ha visto Max affrontare la […]

Quentin Tarantino ricorda la prima esperienza memorabile di Star Wars
Quentin Tarantino ricorda la prima esperienza memorabile di Star Wars

Il regista Quentin Tarantino, nonostante non sia un fan dei grandi franchise cinematografici come Star Wars, ha ricordato di essersi goduto la sua prima visione di Star Wars Episodio IV: Una nuova speranza. Tarantino aveva solo 14 anni quando il primo film di Star Wars uscì nel 1977. Non sarebbe stato fino agli anni ’90 […]