Asiatica Film Mediale

Perché a Michael Bay non piace pensare alla sua eredità come regista

Perché a Michael Bay non piace pensare alla sua eredità come regista
Erica

Di Erica

11 Aprile 2022, 20:14


Michael Bay, fresco del suo ultimo film Ambulance, parla di come non consideri la sua eredità di regista, scegliendo di pensare un giorno alla volta. Bay, noto per i suoi film d’azione di alto livello come Armageddon e Transformers, impiega uno stile visivo unico che lo ha reso un discreto successo al botteghino, anche se meno nei circoli critici e d’autore. Bay è da tempo indifferente a queste opinioni, sostenendo di fare i film che vuole fare.

Ambulance, la storia di due fratelli che dirottano un’ambulanza e la guidano in un inseguimento per Los Angeles, è un affare relativamente basso per Bay, con un budget inferiore e nessun elemento di fantascienza. Ambulance è ancora innegabilmente un film di Bay, tuttavia, a causa dell’elevata quantità di scene d’azione e dell’approccio apatico alla narrazione. Il film ha ricevuto alcuni dei più alti voti critici della carriera di Bay, anche se ciò non si è tradotto esattamente in un successo al botteghino.

In un’intervista con Entertainment Weekly, a Bay viene chiesto cosa pensa della sua eredità di regista. Bay risponde dicendo che non capisce la preoccupazione di avere un’eredità e che preferirebbe vivere il momento e lavorare ai suoi film. Dice anche che non morirà mai e che tutti sono immortali, suggerendo che le persone sopravvivono attraverso ciò che si lasciano alle spalle. Leggi la sua citazione completa di seguito:

“Non ci ho nemmeno pensato. È divertente quando sento registi più giovani di me parlare della loro eredità. Per me, è una specie di… non lo so. Non la penso così. davvero no. Penso che un giorno alla volta, una settimana alla volta, pianificando un film. Perché non morirò mai. Siamo tutti immortali. “

Con la produzione fluida di Ambulance e lo stile di ripresa della guerriglia, il film è un po’ una partenza per Bay, rievocando i suoi giorni meno prolifici quando girava film come Bad Boys e The Rock. Nell’intervista, parla anche di come sa di avere un pubblico integrato per il suo lavoro e di conseguenza non legge mai le recensioni. Al momento in cui scrivo, il film ha incassato oltre 30 milioni di dollari al botteghino globale contro un budget di 40 milioni di dollari, suggerendo che il film sarà in grado di raggiungere il pareggio grazie al sorteggio del nome di Bay per gli spettatori.

Bay sembra il tipo di persona a cui non importerebbe della sua eredità perché a Bay non è mai sembrato interessare affatto ciò che la gente pensa di lui. Non importa cosa dicono le recensioni di Ambulance o qualsiasi altra cosa, Bay è uno dei rari autori ad essere un nome familiare e la sua tendenza a restare fedele alle sue pistole (o esplosioni) parla da sé. Alla fine, Michael Bay non ha bisogno di preoccuparsi della sua eredità, è già stabilito.

Fonte: Entertainment Weekly

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Il regista di Northman Robert Eggers non può sopportare l’acclamato primo film The Witch
Il regista di Northman Robert Eggers non può sopportare l’acclamato primo film The Witch

Il regista di Northman Robert Eggers dice che non sopporta il suo debutto cinematografico, The Witch. Il regista d’autore ha fatto scalpore con il suo primo grande film The Witch, seguito dal caro critico The Lighthouse, con Willem Dafoe e Robert Pattinson. L’attesissimo dramma di vendetta d’azione di Eggers, The Northman, uscirà nelle sale questo […]

Doctor Strange 2: Nuovi personaggi del multiverso presi in giro da Star
Doctor Strange 2: Nuovi personaggi del multiverso presi in giro da Star

Ci sono nuovi personaggi del multiverso in Doctor Strange in the Multiverse of Madness, dice Benedict Wong. In qualità di attuale Stregone Supremo dell’MCU, Wong ha fatto molta strada dall’essere il bibliotecario di Kamar-Taj. Ora fa parte del viaggio di Doctor Strange (Benedict Cumberbatch) nel multiverso e l’attore dice che, durante questa avventura, il possessore […]