Asiatica Film Mediale

“Per mesi sono stato in un buco nero”: la star di Sandman racconta della dura reazione online.

“Per mesi sono stato in un buco nero”: la star di Sandman racconta della dura reazione online.
Debora

Di Debora

13 Maggio 2023, 22:22



Quasi un anno dopo la prima dello show, la star di The Sandman, Vanesu Samunyai, guarda indietro alla dura reazione online al suo lavoro nella serie. Basata sui fumetti Vertigo di Neil Gaiman con lo stesso nome, la serie Netflix si concentra sull’omonimo Essere Eterno mentre fugge da una prigionia durata 106 anni da un rituale occulto e cerca di ripristinare il suo Regno del Sogno. Samunyai ha recitato in The Sandman nel ruolo di Rose Walker, una giovane donna che scopre di avere la capacità di attirare e manipolare i sogni di coloro che la circondano, rendendola una minaccia per Morfeo.

In una recente intervista con swirlywords, Vanesu Samunyai ha riflettuto sul suo tempo di lavoro nella serie The Sandman di Netflix. Mentre guardava la dura reazione online alla sua interpretazione e allo show DC nel complesso, l’attrice che interpreta Rose si è aperta sul suo stato emotivo successivo, sentendosi in una “buca nera per mesi” e optando effettivamente per non apparire alla première sul tappeto rosso a causa di ciò. Di seguito è riportata l’intera spiegazione di Samunyai:

“Inizialmente avevo intenzione di guardare lo show dopo la prima, ma ho commesso l’errore di andare online e leggere le opinioni di tutti su di me. Mi sono chiusa e ho perso la capacità di provare emozioni dopo quello. Ho bloccato l’intera esperienza mentalmente come se non fosse mai accaduta, per proteggermi. Non mi sono riguardata. Essendo una “people pleaser”, vedere quella disapprovazione mi faceva sentire come se avessi fatto qualcosa di sbagliato, e ho provato tanta vergogna. Sono stata in una buca nera per mesi, sentendomi come se avessi fallito e provando colpa per il mio fallimento”.

Ben prima che lo show arrivasse su Netflix, The Sandman ha incontrato una varietà di polemiche da parte dei fan di lunga data dei fumetti di Gaiman. Il casting era il principale punto di attenzione per questa reazione, con alcuni membri tossici che criticavano la decisione di scegliere gli attori neri Kirby Howell-Baptiste e Vivienne Acheampong rispettivamente per interpretare Death e Lucienne, entrambi descritti come bianchi nei fumetti, vista come una scelta fatta per accontentare un pubblico più “sveglio”.

Anche Mason Alexander Park, reduce dalla sua interpretazione nell’adattamento live-action di Cowboy Bebop, ha incontrato reazioni negative per il ruolo di Desire in The Sandman, che è stato ampiamente considerato come un attacco alla comunità LGBTQ+. Gaiman ha difeso in modo schietto i vari membri del cast dalle polemiche, sostenendo le sue e le decisioni dello showrunner Allan Heinberg, notando anche che Desire era rappresentato come androgino nei fumetti, rendendo il casting di Park adatto al personaggio.

Mentre Samunyai potrebbe essere stata sotto i riflettori come alcuni dei suoi altri co-protagonisti, alla fine non ha influenzato il potenziale dello show. The Sandman è stato considerato uno dei maggiori successi di Netflix del 2022, guadagnando quasi 394 milioni di ore di visione nel primo mese di uscita e mantenendo la prima posizione nella Top 10 di Netflix nelle prime tre settimane di uscita. Una nuova colletta di episodi di Sandman è stata ordinata, ma la produzione potrebbe essere ritardata a causa dello sciopero dei lavoratori della WGA.


Potrebbe interessarti

“Dark New Romance Anime capovolge completamente i ruoli di genere sulla loro testa”
“Dark New Romance Anime capovolge completamente i ruoli di genere sulla loro testa”

Avvertenze: SPOILER per l’episodio 5 di The Dangers in My Heart. La serie di dark romance The Dangers In My Heart sta sfidando gli stereotipi di genere facendo interpretare alla ragazza di una determinata relazione ruoli specifici di solito assegnati al ragazzo, mentre lo stesso ragazzo si trova in situazioni in cui di solito le […]

Un attore di The Hobbit ha una ragione franca per non guardare Il Signore degli Anelli
Un attore di The Hobbit ha una ragione franca per non guardare Il Signore degli Anelli

La star de Lo Hobbit, Richard Armitage, ha avuto una risposta molto diretta quando gli è stato chiesto del nuovo progetto di Amazon, The Lord of the Rings: The Rings of Power. Armitage ha interpretato il ruolo principale di Thorin Scudodiquercia nella trilogia di Lo Hobbit di Peter Jackson, che ha visto la missione di […]