Notizie Serie TVPeacemaker ha appena ammesso che la regola di non...

Peacemaker ha appena ammesso che la regola di non uccidere di Batman è ridicola

-


Peacemaker di James Gunn ha appena sottolineato il principale difetto della famigerata regola del “non uccidere” di Batman e perché il Cavaliere Oscuro DCEU di Ben Affleck aveva ragione a infrangerla. L’ultimo episodio dell’oltraggioso spin-off di Gunn The Suicide Squad vede l’eroe titolare di John Cena esaminare cosa significa essere un eroe mentre l’ombra della sua storia di origine si è chiarita.

Peacemaker è una versione sorprendentemente complessa dell’eroismo, che presenta il personaggio più odiato di The Suicide Squad – in gran parte per l’omicidio di Rick Flag – molto più comprensivo di quanto la sua prima apparizione alla Task Force X potrebbe avvicinarsi. Lo spettacolo ha iniziato a esplorare di più la visione unica di Peacemaker della giustizia e da dove viene la sua idea che la legge può essere infranta e il sangue può essere versato in nome del bene superiore. Attraverso un obiettivo leggermente diverso, senza l’influenza del padre suprematista bianco, il cattivo dei fumetti DC White Dragon, Peacemaker non è poi così diverso dallo stesso Batman. Entrambi sono vigilantes che prendono in mano la legge, è solo che Peacemaker ottiene tutto ciò che serve.

Peacemaker ha già sparato vari colpi a Batman, definendolo un “p*ssy” secondo Smith e insultando indirettamente l’uso da parte di Batman della cospicua Batmobile. Ma l’episodio 4 di Peacemaker offre la critica più aperta a Batman, poiché Peacemaker suggerisce che il rifiuto di Batman di uccidere i criminali dà loro solo la possibilità di scappare e uccidere le vittime, implicando Batman come un assassino indiretto. E ha ragione, data la frequenza con cui i cattivi in ​​genere riappaiono per recidivare, anche se non è mai stato un grosso problema nei film tanto quanto lo era nei fumetti. Lo Spaventapasseri di Nolan (Cillian Murphy) è l’ovvia eccezione, data la sua apparizione in tutti e tre i film della trilogia del Cavaliere Oscuro, cosa che non sarebbe stata possibile se Batman lo avesse ucciso in Batman Begins.

Sebbene la regola del “non uccidere” di Batman sia oggetto di un considerevole dibattito nell’universo cinematografico, dato che ci sono diversi esempi in cui la infrange chiaramente o nella migliore delle ipotesi la piega in modo terribile, rimane il suo principio più noto. Batman crede che le morti evitabili siano un fallimento personale, non importa quanta forza deve usare. Il Batman di Ben Affleck è una specie di eccezione, ovviamente, ma le sue circostanze erano molto diverse e la posta in gioco che doveva affrontare era minacciosa per il mondo, non solo a livello di Gotham. La presa in giro da parte di Peacemaker di Batman e la valutazione che dovrebbe adottare quell’approccio a tutto gas per ogni avversario può sembrare estrema, ma in teoria raggiungerebbe ciò che Batman ha sempre cercato, l’eradicazione del crimine a Gotham. Almeno rimuovendo i trasgressori chiave come Joker ed Enigmista. E il fatto stesso che il Batman di Affleck abbandoni il suo impegno nei confronti della regola di fronte a un livello di minaccia più elevato suggerisce in primo luogo il problema con la regola: Batman semplicemente non conta gli assassini che ha sconfitto a Gotham come un affare abbastanza grande per ucciderli. Forse Peacemaker ha ragione, allora.

La differenza con Peacemaker, ovviamente, è che la sua storia di origine è nata dall’odio, grazie al bigottismo di suo padre. Il suo contorto senso di moralità derivava dalla mancanza di valore di suo padre per la vita umana, mentre Batman è stato creato da una traumatica perdita di vite umane. La regola del “non uccidere” di Batman può sembrare una debolezza per Peacemaker, ma questo è un po’ il punto, e la vera differenza tra i due è che l'”eroe” deformato di Cena probabilmente verrà a esplorare se stesso un po’ di più. Ed è il genio di James Gunn in Peacemaker che la sua critica all’approccio di Batman alla giustizia abbia effettivamente una certa influenza.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Debora
Debora
Sono Debora, 45 anni, appassionata di serie TV americane. Sono molto curiosa e mi piace condividere informazioni sulle serie che seguo. Ho imparato l'inglese guardando le serie in lingua originale. Scrivo news per Asiatica Film Mediale. Tra le mie serie preferite ci sono Game of Thrones, Breaking Bad e Stranger Things. Amo passare le serate a guardare le serie TV Americane per immergermi completamente in queste storie.

Ultime News

Probabilità di una seconda stagione di Criminal Record ricevono un attento aggiornamento dall’EP.

Riassunto Criminal Record la prima stagione è terminata il 21 febbraio su Apple TV+. I produttori esecutivi Elaine Collins...

Oppenheimer batte il record di streaming precedentemente detenuto dal film Super Mario Bros.

RIASSUNTO Oppenheimer batte il record di Peacock, superando The Super Mario Bros. Movie diventando il maggior debutto mai visto...

Trailer di The Girls on the Bus: Melissa Benoist guida il suo primo nuovo programma da quando è Supergirl nel drama politico.

Sommario Melissa Benoist interpreta Sadie McCarthy nel nuovo dramma di Max The Girls on the Bus , uno spettacolo che...

La conferma dell’episodio di debutto della seconda stagione della serie spinoff della stella dello sceriffo del paese del fuoco.

Questo articolo fa parte di una directory: Fire Country Stagione 2: Data di uscita, Cast, Trama, Trailer e...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

Avventuratevi nel cuore pulsante dell'orrore con la nostra raccolta...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te