Asiatica Film Mediale

Past Lives Review: il debutto di Celine Song è pieno di sentimento, tenero, devastante [Sundance]

Past Lives Review: il debutto di Celine Song è pieno di sentimento, tenero, devastante [Sundance]
Marco

Di Marco

24 Gennaio 2023, 01:43


Il lungometraggio d’esordio della sceneggiatrice e regista Celine Song, Past Lives, è assolutamente stupefacente. La storia del film è semplice, ma c’è così tanta bellezza nei suoi strati, nelle sue interpretazioni e nella connessione straziante e profondamente commovente tra i suoi personaggi principali. Past Lives è incredibilmente emozionante; tocca come il passare del tempo, la distanza e i diversi stili di vita non possano spezzare un legame potente, sebbene possano influenzare la natura della relazione.

Nora (Greta Lee) e Hae Sung (Teo Yoo) sono amiche d’infanzia in Corea. Tuttavia, sono costretti a separarsi quando la famiglia di Nora emigra in Canada. Ventiquattro anni dopo, Hae Sung visita New York City, dove Nora si guadagna da vivere come drammaturga. Dodici anni prima, Hae Sung e Nora si ricollegarono brevemente online prima di smettere di parlare. Ora che hanno circa 30 anni, Nora e Hae Sung non possono negare di essere attratti insieme come una falena da una fiamma. Ricordano la loro infanzia mentre conoscono le persone che sono diventate dopo tutti questi anni.

Past Lives esamina il legame tra due amici che una volta avevano una cotta l’uno per l’altro. Le circostanze e le diverse esperienze di vita li hanno cambiati, ma c’è ancora qualcosa di significativo che li tiene legati l’uno all’altro. Il film è gentile e toccante nella sua esplorazione di cosa se e cosa avrebbe potuto essere. Song sviluppa Nora e Hae Sung in modo meraviglioso; ciò che significano l’uno per l’altro li spaventa entrambi, ma sono aperti e vulnerabili come non lo sono con gli altri. A un livello più profondo, Nora e Hae Sung vedono l’una nell’altra i bambini che erano una volta, pur rispettandosi a vicenda da adulti. Fanno emergere lati diversi delle rispettive personalità che altrimenti rimarrebbero inesplorati.

La canzone crea brillantemente una storia toccante che attirerà le corde del cuore. Il film avrebbe potuto facilmente diventare eccessivamente sdolcinato, ma la regia di Song è sobria ma effervescente, audace ma morbida. La storia scorre e rifluisce come una dolce melodia, piena di desiderio e potenziale inutilizzato per i suoi personaggi. Past Lives è meditativo, accompagna il pubblico nel viaggio di Nora e Hae Sung, lasciando il tempo per contemplare ciò che stanno vedendo. Il film prende il suo tempo, presentando costantemente la storia e offrendo allo spettatore l’opportunità di sentire veramente la profondità dell’emozione ad ogni angolo.

La maestria mostrata in Past Lives è straordinaria e Song dà amorevolmente vita alla narrazione con tocchi delicati: le pause pregnanti indugiano tra Nora e Hae Sung che mostrano tutto ciò che non viene detto, mentre l’attenzione sui loro sguardi elettrici e desiderosi porta il peso emotivo di la storia in primo piano. L’attenzione del film al desiderio e al romanticismo è magnifica, e il suo riconoscimento della realtà in relazione al tempo e al modo in cui circostanze diverse possono cambiare il corso della vita di due persone è straordinario e ponderato.

Greta Lee e Teo Yoo sono incredibili e devastanti nei rispettivi ruoli. Greta Lee trasmette l’esitante apertura di Nora con Hae Sung, insieme alla sua incapacità di essere attratta da lui più e più volte. Teo Yoo infonde a Hae Sung sensibilità e un amore aperto e gentile. Quando il momento lo richiede, possono essere entrambi devastanti, affascinanti e affettuosi mentre i loro personaggi si interrogano, imparano e trascorrono del tempo l’uno con l’altro. La chimica degli attori è semplicemente fuori scala e gli spettatori faranno il tifo per la storia d’amore di Nora e Hae Sung fin dall’inizio.

Il film non è ostacolato da certe e abusate trappole narrative che avrebbero sminuito la qualità del film. Past Lives contempla l’idea del destino, della connessione tra due persone e di ciò che può unirle e unirle in una data vita. Dire che il film è avvincente e magnetico sarebbe un eufemismo selvaggio. Past Lives lascerà uno con la pelle d’oca; è pieno di sentimento, tenero – un trionfo discreto. La regia e la scrittura della canzone sono sicure, portando così tanto cuore e sfumature a una storia semplice che è stimolante, delicata ed evocativa.

Past Lives è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival del 2023 il 21 gennaio. Il film dura 106 minuti ed è classificato PG-13 per un linguaggio forte. Sarà rilasciato entro la fine dell’anno da A24.


Potrebbe interessarti

Teen Wolf: The Movie Review: una continuazione deludente
Teen Wolf: The Movie Review: una continuazione deludente

Nel suo periodo di massimo splendore, Teen Wolf era molto popolare e uno dei pochi drammi sceneggiati di successo di MTV, che ha portato la serie a ottenere la sua continuazione cinematografica in Teen Wolf: The Movie. Basato molto vagamente sull’omonimo film degli anni ’80, Teen Wolf è riuscito a trovare un fulmine in una […]

Recensione di Rye Lane: il vivace debutto di Allen-Miller vanta un cast accattivante [Sundance]
Recensione di Rye Lane: il vivace debutto di Allen-Miller vanta un cast accattivante [Sundance]

La regista Raine Allen-Miller ha fatto il suo debutto a Hollywood con il suo impressionante cortometraggio d’esordio, Jerk, nel 2018. La storia segue un uomo giamaicano mentre combatte contro la depressione e la disillusione. Per il suo lungometraggio, Rye Lane, Allen-Miller si rivolge alla spensieratezza e alla commedia per affrontare il dramma relazionale e la […]