Asiatica Film Mediale

Non supporto gli scioperi: la star di Arrow Stephen Amell critica lo sciopero degli attori, lo definisce estremamente frustrante.

Non supporto gli scioperi: la star di Arrow Stephen Amell critica lo sciopero degli attori, lo definisce estremamente frustrante.
Debora

Di Debora

01 Agosto 2023, 14:25


Sommario

  • Stephen Amell critica lo sciopero in corso degli attori, definendolo una “tattica negoziale riduttiva” ed esprimendo frustrazione per la situazione.
  • Anche se i commenti di Amell hanno ricevuto delle critiche, non è l’unico attore colpito dallo sciopero, dato che molti altri non possono promuovere i loro progetti.
  • Nonostante la posizione di Amell, numerosi attori hanno dimostrato un sostegno incondizionato allo sciopero, essendo in linea di picket line e facendo donazioni a vari fondi. Lo stallo a Hollywood è per una buona causa.

Stephen Amell, star di Heels e Arrow, ha alcune parole forti di critica nei confronti dello sciopero in corso degli attori. Come il Writers Guild of America, lo Screen Actors Guild (SAG-AFTRA) è attualmente in sciopero. Il sindacato ha indetto uno sciopero ufficiale il 13 luglio dopo i fallimenti nelle trattative con la Alliance of Motion Picture and Television Producers (AMPTP). SAG-AFTRA sta cercando salari più alti, regolamentazione dell’uso di AI e migliori royalties per progetti di streaming, tra altre cose. Tuttavia, poiché l’AMPTP ha rifiutato di compromettersi e tornare al tavolo delle trattative, tutti gli attori all’interno del SAG sono in fila di picket line anziché lavorare davanti alla telecamera.

Sebbene la maggior parte degli attori abbia espresso pubblicamente un forte sostegno allo sciopero, Amell non può essere considerato tra di loro. Durante una recente apparizione a Galaxycon (via Deadline), la ex star dell’Arrowverse ha ammesso di non sostenere lo sciopero del SAG-AFTRA, anche se ha cercato di affermare di essere dalla parte dei suoi colleghi attori. Definendolo “incredibilmente frustrante”, Amell ha detto quanto segue:

“Sostengo il mio sindacato, lo faccio, e sto con loro, ma non sostengo lo sciopero, no. Credo che sia una tattica negoziale riduttiva e trovo l’intera cosa incredibilmente frustrante. E penso che il pensiero per quanto riguarda spettacoli come quello a cui partecipo [Heels], che è andato in onda la scorsa notte, sia miope.”

La posizione di Stephen Amell sullo sciopero degli attori sta ricevendo critiche

I commenti sono rapidamente diventati virali sui social media, con molti che hanno criticato Amell a loro volta per le sue critiche allo sciopero. Da un lato, potrebbe essere facile capire da dove viene Amell. Lo show a cui si è riferito nei suoi commenti, Heels, è appena tornato su Starz dopo una lunga assenza. A causa dello sciopero, Amell non può partecipare a interviste o eventi promozionali per la serie, né può pubblicizzarla sui suoi social media. Per un attore desideroso di condividere il proprio lavoro con il pubblico, deve essere frustrante non poterlo fare.

Tuttavia, Amell non è l’unico che attualmente non può promuovere un progetto entusiasmante. Ci sono numerosi titoli in uscita nelle prossime settimane e mesi che arriveranno senza il supporto pubblico dei loro cast; ad esempio, Haunted Mansion di Disney ha avuto una premiere sul red carpet senza i suoi attori. Affinché uno sciopero abbia successo, tutti devono essere uniti nella determinazione di ottenere le condizioni desiderate, e ciò significa che devono essere fatti sacrifici. Per i membri dell’AMPTP che cercano debolezze all’interno dello sciopero, i commenti di Amell devono essere considerati una sorta di vittoria.

Indipendentemente da come Amell si sente riguardo allo sciopero degli attori, numerosi altri performer sono stati costanti nel loro sostegno. Attori come Rachel McAdams, Bob Odenkirk e Lupita Nyong’o sono stati sulle linee di picket, mentre molti altri hanno donato a vari fondi e promosso lo sciopero sui social media. Finora, l’AMPTP non ha manifestato l’intenzione di tornare al tavolo delle trattative a breve termine e gli studi stanno rivalutando alcuni lanci autunnali. Con lo sciopero degli sceneggiatori ancora in corso, Hollywood rimane in stallo, ma per una causa molto valida.

Fonte: Deadline


Potrebbe interessarti

Angus Cloud, protagonista di Euphoria di HBO, muore a 25 anni.
Angus Cloud, protagonista di Euphoria di HBO, muore a 25 anni.

Sommario La star di Euphoria, Angus Cloud, conosciuto per il ruolo di Fezco, è morto all’età di 25 anni. La sua famiglia ha confermato la triste notizia in una dichiarazione. Cloud aveva recentemente perso suo padre e stava affrontando problemi di salute mentale. La sua famiglia spera che la sua morte possa sensibilizzare sulle lotte […]

Un sogno diventato realtà per me – Billy Dee Williams offre un altro emozionante anticipo di Star Wars.
Un sogno diventato realtà per me – Billy Dee Williams offre un altro emozionante anticipo di Star Wars.

Sommario L’attore originale di Lando, Billy Dee Williams, lascia intendere un ritorno a Star Wars, probabilmente per la prossima serie di Lando. Il post sui social media di Williams suggerisce qualcosa di “veramente magnifico” e si conclude con la celebre frase di Star Wars: “Che la Forza sia con te”. Il momento del suo post […]