Notizie FilmNetflix sta espandendo il suo appello ai registi giapponesi

Netflix sta espandendo il suo appello ai registi giapponesi

-

- Advertisment -spot_img


Netflix mira ad aumentare il suo fascino per i registi giapponesi mentre il gigante dello streaming progetta un perno verso la produzione locale e i lungometraggi, in particolare. Le versioni teatrali dei film giapponesi di Netflix sono tra le opzioni.

L’iniziativa della società è stata evidenziata questa settimana dalla firma dell’iconico regista di “Shoplifters” Kore-eda Hirokazu per dirigere un film a grande budget per lo streamer, così come una serie in cui Kore-eda sarà showrunner e co-regista. I titoli non sono stati annunciati in entrambi i casi.

“Abbiamo annunciato solo Kore-eda al momento, ma stiamo già sviluppando cose con un sacco di grandi creatori, registi leggendari e giovani registi. È molto vario”, ha detto Sakamoto Kaata, VP dei contenuti giapponesi di Netflix Variety. Stava parlando a margine dei due giorni del Netflix Japan Festival 2021 in cui l’azienda questa settimana ha fornito aggiornamenti, date di uscita e presentazioni di nuovi spettacoli per un totale di 50 progetti.

“Spazieremo tra serie, film e TV non scritta. Ma [the pivot to film is because] molto semplicemente un sacco di pubblico ama guardare i film”, ha detto Sakamoto. Egli posiziona la strategia cinematografica giapponese della compagnia come in linea con la sua produzione e distribuzione di film di grandi nomi statunitensi, tra cui Martin Scorsese e Steven Spielberg. Kore-eda, i cui film sono stati opzionati per il remake da Spielberg, sottolinea questa associazione con la qualità.

All’inizio di questa settimana, la società di analisi Media Partners Asia ha detto in un rapporto che i titoli di anime nuovi e in libreria guidano quasi la metà del consumo attuale di Netflix in Giappone.

Sakamoto suggerisce che l’azienda offre anche ai registi giapponesi un mezzo per superare i problemi di distribuzione che molti affrontano. Date le dimensioni e la struttura del mercato locale, l’industria giapponese storicamente dà la priorità agli interessi locali rispetto alle vendite internazionali. Le uscite nelle sale giapponesi di titoli non di studio e non d’animazione possono richiedere molti mesi di preparazione e comunque essere limitate.

“I film vanno ai festival e poi finalmente vanno in sala [is the traditional way]. Ma Netflix ha una visione globale. Questo è molto attraente per tanti creatori”, ha detto Sakamoto. “Abbiamo molti schemi. Alcuni possono essere coproduzioni. Alcuni saranno di nostra proprietà [as originals]. Dipende dal progetto e dalla storia”.

Netflix non esclude nemmeno le uscite nelle sale, qualcosa che è stato un argomento controverso per lo streamer in altri paesi, tra cui Francia e Stati Uniti: “Le uscite nelle sale sono possibili per alcuni progetti. Faremo day-and-date. Ma il nostro obiettivo principale rimarrà il nostro servizio Netflix.

I film giapponesi nella lista attuale includono: “We Couldn’t Become Adults”, diretto da Mori Yoshihiro che è immediatamente disponibile e il già annunciato “Asakusa Kid” su Beat Takeshi (aka Takeshi Kitano) che si carica dal 9 dicembre 2021.

“Love Like the Falling Petals”, dei Toho Studios, sarà disponibile da marzo 2022. Diretto da Fukagawa Yoshihiro, il film è un adattamento di un romanzo d’amore best-seller “Sakura no you na boku no koibito” di Keisuke Uyama, che ha preso fuoco su TikTok.

Un altro film romantico, senza data di uscita, è “A Blueprint for Love”. Il film è un remake del film di successo coreano “Architecture 101” e sarà realizzato con un cast misto giapponese e coreano. Ad oggi l’unico cast rivelato è Yamashita Tomohisa.

È in corso la produzione di “Once Upon a Crime”, un film d’animazione basato sul romanzo Akazukin, Tabi no Tochu de Shitai to Deau di Aito Aoyagi, in cui Cappuccetto Rosso diventa un detective. È diretto da Fukada Yuichi e i crediti di produzione vanno alla Credus Inc. e a un comitato di produzione.

All’inizio di quest’anno, Netflix ha annunciato il lungometraggio live-action di “Gundam” di Sunrise, con Legendary Entertainment a produrre, Jordan Vogt-Roberts (“Kong: Skull Island”) a dirigere e Brian K. Vaughan a scrivere la sceneggiatura.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest news

Benedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di “The Power of the Dog”.

Non solo Benedict Cumberbatch si è sottoposto all'analisi dei sogni per prepararsi al suo ruolo in "Il potere...

Deckert raccoglie il titolo della competizione IDFA “Eat Your Catfish

L'agente di vendita internazionale Deckert Distribution ha acquisito i diritti mondiali di "Eat Your Catfish", diretto da Adam...

‘Essere i Ricardos’: Nicole Kidman nel ruolo di Lucille Ball

Being the Ricardos" di Aaron Sorkin ha conquistato il Westwood Village sabato sera, quando sia la stampa che...

Recensione di ‘Sing 2’: Un bis ingraziante per il toon degli animali canterini

Buster Moon ha un sogno: essere il koala di maggior successo nello showbiz. In "Sing", è riuscito a...
- Advertisement -spot_imgspot_img

Frances McDormand potrebbe fare la storia degli Oscar per la ‘Tragedia di Macbeth

A24 e Apple Original Films fanno il doppio lavoro sull'adattamento di William Shakespeare de "La tragedia di Macbeth"...

Il vincitore ungherese del premio MTV sulla vita sotto la legge LGBTQ del paese

Viktória Radványi, la vincitrice ungherese degli MTV EMAs Generation Change Award, ha rivelato un quadro straordinario della vita...

Must read

- Advertisement -spot_imgspot_img

You might also likeRELATED
Recommended to you