Asiatica Film Mediale

Mandalorian Stagione 2 Concept Art rivela Mando senza casco con Mayfeld

Mandalorian Stagione 2 Concept Art rivela Mando senza casco con Mayfeld
Debora

Di Debora

04 Aprile 2022, 14:56


Il nuovo concept art della seconda stagione di The Mandalorian rivela un Din Djarin senza elmetto con Migs Mayfeld. La seconda stagione della fortunata serie di Star Wars è stata presentata in anteprima il 30 ottobre 2020 davanti a un pubblico entusiasta. Si è concluso nel dicembre dello stesso anno con un finale in due parti ricco di azione che ha visto persino il ritorno di Luke Skywalker sugli schermi degli spettatori. Il finale high-stakes ha solo aumentato l’attesa per la stagione 3 di The Mandalorian, che secondo quanto riferito arriverà nel periodo natalizio di quest’anno.

La prima parte di questo evento in due episodi, intitolato “Capitolo 15: Il credente”, ha visto Din (Pedro Pascal) collaborare con riluttanza a Mayfeld (Bill Burr) per ottenere le coordinate dell’incrociatore di Moff Gideon (Giancarlo Esposito) dove si trovava Grogu tenuto prigioniero. La loro impresa finì per avere enormi effetti sul viaggio futuro di Din, poiché il terminal all’interno della raffineria Imperiale su Morak gli richiedeva di togliersi l’elmo per la prima volta di fronte ad altri esseri viventi. Questa decisione di Din gli fece rompere il suo credo Mandaloriano, nonostante fosse necessario salvare Grogu. Lo ha portato a essere cacciato dalla sua tribù nella sua apparizione in Il libro di Boba Fett, dove è stato costretto a rivelare ciò che aveva fatto. La sua espiazione può essere guadagnata solo su Mandalore, secondo l’Armorer (Emily Swallow), che prepara più del viaggio di Din per la stagione 3 di The Mandalorian.

Ora, il concept artist di Star Wars Brian Matyas ha condiviso tramite Instagram l’arte inedita di un Din senza elmo insieme a Mayfeld nei loro travestimenti imperiali. L’immagine ritrae Din e Mayfeld in uniformi molto simili a quelle indossate dai comandanti AT-AT nella trilogia originale di Star Wars, che è stata successivamente leggermente modificata per la stagione 2 di The Mandalorian per assomigliare più all’armatura dei soldati della palude indossata per la prima volta da Han Solo in Solo: Una storia di Star Wars. Matyas rivela nella didascalia che il concetto dell’impresa piena di rhydonio di Din e Mayfeld aveva lo scopo di rendere omaggio al film Stregone del 1977 di William Friedkin, in cui i personaggi devono collaborare nonostante le loro differenze per fornire dinamite in un pericoloso viaggio di 200 miglia. Guarda il concept art completo di seguito:

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Brian Matyas (@brianmatyas)

Clicca qui per vedere il post originale

Questa è l’unica concept art di The Mandalorian a rappresentare un Din senza elmetto finora, a parte un Din infortunato per il finale della prima stagione della serie. Se il team creativo fosse andato avanti con la decisione di far indossare a Din e Mayfeld gli elmetti da comandante AT-AT, l’esperienza sarebbe stata ancora più rivelatrice per Din, che non aveva mostrato la sua faccia a nessuno sin da quando era bambino . La didascalia, tuttavia, è altrettanto interessante per l’arte stessa con la sua inclusione dell’ispirazione dell’episodio e della battuta di Mayfeld che vi è rimasta. Oltre al viaggio ad alto rischio rappresentato dal film e da questo episodio, i personaggi di ogni entità subiscono un attacco da parte di banditi, che aumenta solo la tensione con gli esplosivi a bordo dei loro trasporti. Per quanto riguarda la battuta mandaloriana di Mayfeld, si rifiuta ancora di indossare l’elmo anche con il design del soldato di palude, dove dice a Din che non sa come la sua gente ne indossa uno tutto il tempo.

Anche se questa grafica di Din senza elmetto è solo la seconda che gli spettatori hanno visto per The Mandalorian, potrebbe esserci dell’altro in arrivo con la stagione 3. È stato preso in giro dallo stesso Pascal sul fatto che Din potrebbe mostrare di più la sua faccia a causa del suo allontanamento dalla “Via .” Gli eventi che sono emersi in The Book of Boba Fett (soprannominato dagli spettatori come “The Mandalorian stagione 2.5”) hanno ulteriormente creato una rivelazione per Din e un viaggio per trovare un nuovo percorso tutto suo, quello in cui il suo Mandalorian e il suo personale identità si uniscono per aiutarlo a guidare Mandalore sotto la Darksaber. L’uso crescente del nome completo di Din rispetto a “Mando” di Star Wars e le sue proprietà, oltre a Fennec Shand (Ming-Na Wen) che lo ha introdotto con il suo nome in The Book of Boba Fett, potrebbe suggerire questa trasformazione per Din. Ciò che è noto finora sulla stagione 3 di The Mandalorian suggerisce un viaggio epico, che gli spettatori si spera non dovranno aspettare ancora a lungo per vedere di persona.

Fonte: Brian Matyas/Instagram

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

L’idea di Young Sheldon è stata ispirata dal nipote di 10 anni di Jim Parson
L’idea di Young Sheldon è stata ispirata dal nipote di 10 anni di Jim Parson

Il creatore di Young Sheldon, Chuck Lorre, rivela che la serie è parzialmente basata sul nipote dell’attore Jim Parsons. Young Sheldon è la serie spin-off della serie di successo The Big Bang Theory, creata da Lorre e Bill Prady, che racconta la storia del genio goffo Sheldon Cooper (Parsons) e dei suoi amici scienziati mentre […]

Stone Cold Steve Austin stordisce il pubblico di WrestleMania con un ultimo match
Stone Cold Steve Austin stordisce il pubblico di WrestleMania con un ultimo match

Stone Cold Steve Austin ha sbalordito tutti coloro che si sono sintonizzati WrestleMania 38 gareggiando in un altro WWE incontro. La WWE ha avuto una preparazione davvero unica per il suo più grande evento live premium dell’anno. Mentre il WrestleMania 38 la carta conteneva alcune partite del campionato WWE di classe come Roman Reigns vs […]