Notizie FilmLOTR: Harvey Weinstein minacciato di licenziare Peter Jackson per...

LOTR: Harvey Weinstein minacciato di licenziare Peter Jackson per Tarantino

-


Nei primi sviluppi dei film de Il Signore degli Anelli, Harvey Weinstein ha minacciato di licenziare Peter Jackson e di sostituirlo con Quentin Tarantino. La trilogia immensamente popolare ha adattato l’omonimo romanzo fantasy di JRR Tolkien, che ha definito il genere, pubblicando uno dopo l’altro in tre anni consecutivi dal 2001-03. Il Signore degli Anelli di Jackson rimane uno dei franchise cinematografici di maggior successo di sempre, sia dal punto di vista critico che finanziario, con Il ritorno del re ancora a pari merito per il numero record di vittorie agli Oscar con 11.

Il processo di realizzazione dell’amata trilogia, in cui tutti e tre i film sono stati girati insieme nella nativa Nuova Zelanda di Jackson nel corso di un anno, è stata un’impresa notoriamente difficile. Jackson ha dovuto destreggiarsi tra una produzione massiccia che coinvolgeva location in tutto il paese, riscritture quotidiane di sceneggiature e più unità di ripresa che ha monitorato tramite schermi video mentre girava anche da solo. Superando sfide come Aragorn che doveva essere rifuso dopo il primo mese, Jackson avrebbe dormito solo quattro ore a notte, e il suo duro lavoro alla fine è stato ripagato con i più grandi successi della sua carriera.

SCREENRANT VIDEO DEL GIORNO

Correlati: Sì, La Compagnia dell’Anello è il miglior film del Signore degli Anelli

Ma, a quanto pare, non ha quasi mai avuto la possibilità di provare. Come parte di un profilo di The Independent in onore del 20° anniversario dell’uscita nelle sale de La Compagnia dell’Anello, il manager di Jackson, Ken Kamins, rivive un periodo oscuro nella prima storia del progetto in cui l’ormai caduto in disgrazia Weinstein ha minacciato di costringere il regista fuori. La Disney stava facendo pressione sulla sua compagnia Miramax per ridurre il budget, e Weinstein disse a Jackson che se non fosse riuscito ad adattare il romanzo in un singolo film, avrebbe trovato qualcuno che potesse farlo – forse anche il suo frequente collaboratore Tarantino:

Harvey era eccitato. Lo abbiamo trovato molto incoraggiante e abbiamo pensato che avremmo avuto spazio per raccontare le storie, solo che non stavamo prestando attenzione alla dinamica politica tra Miramax e Disney. La Disney aveva fissato un limite di budget per Miramax e Il Signore degli Anelli era ben al di sopra di quello che potevano dare il via libera da soli. Quando la Disney ha realizzato il budget e che avremmo girato i film uno dopo l’altro, e il regista non era esattamente un nome di serie A, hanno chiarito che non erano d’accordo. Quindi è iniziato il processo molto tormentato di Harvey che non voleva ammettere il rifiuto della Disney e poi allo stesso tempo diceva a Peter: “Questo è quello che devi fare”.

Bob Weinstein ha suggerito a un certo punto di uccidere tre Hobbit. La Disney non voleva [the adaptation] e il rapporto tra Peter e Miramax si inasprì. Harvey sarebbe passato dall’agire in modo empatico a trasformarsi in un centesimo in Mr Hyde e avrebbe minacciato Peter. Avrebbe minacciato di far dirigere Quentin Tarantino se Peter non avesse potuto farlo in un film di due ore e mezza, che era l’esatto opposto di quello che inizialmente ci aveva detto di volere.

Kamins spiega che Jackson aveva firmato un contratto di prima occhiata con Miramax che ha dato loro i diritti iniziali per il loro prossimo progetto, e quando hanno chiesto l’opportunità di guardarsi intorno, Weinstein ha dato loro solo tre settimane prima di licenziare Jackson. Il regista ha finito per fare una presentazione alla New Line Cinema, con la quale aveva già avuto una corrispondenza, suggerendo di adattare il romanzo di Tolkien in due lungometraggi. Più che abbracciare la visione di Jackson, il capo dello studio ha detto che sarebbe stato meglio fare una trilogia completa, e sono riusciti a comprare la quota della Miramax in tempo per salvare i film.

Jackson & Co. non erano chiaramente fan di Weinstein da allora, e la star Elijah Wood da allora ha condiviso che una delle maschere iniziali degli orchi è stata progettata dopo la somiglianza del produttore. Sebbene abbia trascorso molti anni come una potenza nell’industria cinematografica, i suoi abusi di potere di routine erano in qualche modo un segreto di Pulcinella e il suo arresto nel 2018 e la condanna nel 2020 per stupro e aggressione sessuale hanno aiutato il movimento #MeToo a rovesciare molte di queste figure in più professioni . Ha anche avuto una storia di bullismo ai registi alla sottomissione, quindi i fan de Il Signore degli Anelli possono prendere coraggio sapendo che la sua versione troncata della visione di Jackson non si è mai avverata.

Successivo: Come i registi dello spettacolo Il Signore degli Anelli di Amazon lasceranno il segno

Fonte: The Independent

.item-num::after { content: “https://screenrant.com/”; } Condividi Condividi Tweet Email 0 Comment Ben Affleck difende Ridley Scott dopo una risposta profana al giornalista Argomenti correlati Movie News Il signore degli anelli Informazioni sull’autore Alexander Harrison (261 articoli pubblicati)

Alex è redattore e sceneggiatore di notiziari di film/TV per Screen Rant. Dopo essersi laureato in inglese alla Brown University, ha trascorso un anno in isolamento in Scozia, completando un master in studi cinematografici presso l’Università di Edimburgo, che secondo lui è una città bella e vivace. Ora vive e lavora da Milano, Italia.

Altro da Alexander Harrison

Articolo precedenteLo scrittore veterano di Hellraiser Peter Atkins, che ha scritto Hellraiser: Bloodline nel 1996, condivide la sua reazione al prossimo reboot del film di Hulu e al casting di Jamie Clayton come Pinhead. Atkins ha scritto il quarto capitolo del franchise horror di fantascienza basato sul romanzo di Clive Barker del 1986, The Hellbound Heart. Il prossimo reboot sarà diretto da David Bruckner, mentre Barke tornerà come produttore per la serie HBO Max. Hellraiser: Bloodline del 1996 è una puntata notevole del franchise, poiché è stato l’ultimo in cui Barker ha avuto un grande coinvolgimento. La narrazione è divisa tra le origini della scatola dei puzzle contorta della serie, la Configurazione del Lamento, nella Francia del 18° secolo, e il complotto di uno scienziato per distruggere i Cenobiti su una stazione spaziale del 22° secolo. La sceneggiatura di Hellraiser: Bloodline è stata scritta dallo scrittore veterano della serie Atkins prima che Miramax richiedesse importanti riscritture, risultando alla fine in un fallimento critico. Mentre il franchise cinematografico è continuato per cinque film dopo Hellraiser: Bloodline tra numerosi detentori dei diritti Hellraiser, i diritti sono finalmente tornati a Barker nel 2020. Con Barker che ora li possiede ancora una volta e due progetti Hellraiser separati in produzione, ad Atkins è stato chiesto cosa ne pensasse sul prossimo film di Hulu e sulla serie HBO Max. SCREENRANT VIDEO DEL GIORNO Correlato: La scena del romanzo terrificante di Hellraiser Il remake deve includere franchise, e ha discusso brevemente sia del film di riavvio che della serie HBO Max. Sebbene non sia a conoscenza di nessuno dei due progetti, Atkins ha dichiarato di non invidiare la troupe del film di riavvio, dicendo che sperava per il meglio per i loro sforzi, e ha elogiato il casting di Clayton come Pinhead. Atkins ha anche ammesso che non sarebbe sicuro di come rilanciare l’iconico franchise, ma scriverebbe volentieri per lo show se si presentasse l’opportunità. Dai un’occhiata alla risposta completa di Atkin di seguito. googletag.cmd.push(function() { googletag.display(‘div-gpt-ad-1535570269372-ccr2’); }); “Non invidio loro il lavoro! Incrocio le dita per loro e spero che sia fantastico. Penso che il casting… a differenza di alcuni stronzi della mia età, non sono indignato. Penso che suoni estremamente intrigante ed estremamente in linea con la figura androgina della novella originale di Clive. Sono totalmente dalla loro parte, incrociamo le dita per loro… Non mi piacerebbe farlo. Tipo, non so come si rilancia o si reimmagina – beh, posso dirlo perché non l’ho inventato io – un franchise iconico. È il franchise iconico di Clive, non il mio. Rilanciare qualcosa del genere, non lo so. La mia testa sarebbe bloccata nel territorio del remake. Quindi penso di probabilmente ho finito. Ma ovviamente, se fanno parte dello staff della serie e lasciano che tutti i tipi di stronzi scrivano episodi, certo! Se lo spettacolo fosse più simile ai primi due anni del fumetto Hellraiser di Epic, certo “Aveva la tela ampia. Era una gamma così ampia. C’erano un sacco di cose interessanti, strane e oblique in corso… Se lo show televisivo accade, e se fosse così, mi piacerebbe che il mio telefono squillasse. Dubito che lo farà. Non lo so. Non ho una conoscenza specifica di nessuno dei due progetti. Non sono in alcun modo connesso.” Annunciato nel 2019, il film di riavvio di Hellraiser è scritto dallo scrittore di Il Cavaliere Oscuro David S. Goyer, con Odessa A’zion nel ruolo principale insieme a Clayton. Le riprese per il reboot sono terminate. Nell’ottobre 2021, con l’uscita prevista esclusivamente come originale di Hulu nel 2022. Nel frattempo, la serie HBO Max prodotta da Barker è stata annunciata nell’aprile 2020, con il regista di Halloween David Gordon Green pronto a dirigere il pilot. Green considerava i due progetti come un interessante “esperimento culturale”, esplorando come Hellraiser viene gestito tra i due formati. Con Atkins che ha una storia di coinvolgimento con il franchise, è interessante sentire come il veterano creativo vede il futuro del franchise. Il supporto di Atkins per entrambi i progetti è benvenuto vedere, mostrando che, mentre lo scrittore sembra grato che i reboot non siano nelle sue mani, supporta ancora nuovi e nuovi approcci alla saga di Hellraiser. I commenti di Atkins sono giusti, e sia il nuovo Hulu che Gli adattamenti di HBO Max Hellraiser avranno molto di cui rispondere per i fan di lunga data. Tuttavia, con successi horror iconici come Halloween, Scream e Chucky che trovano nuova vita, molti si chiederanno se Hellraiser possa davvero diventare il prossimo franchise horror rivitalizzato. googletag.cmd.push(function() { googletag.display(‘div-gpt-ad-1535570269372-ccr3’); }); Successivo: Il crossover Halloweed/Hellraiser avrebbe reso Michael Myers un cenobita Fonte: Bloody Disgusting .item-num::after { content: “https://screenrant.com/”; } Condividi Condividi Tweet Email 0 Commento Ogni film di Adam Sandler e Drew Barrymore, classificato dal peggiore al migliore Argomenti correlati Notizie sul film hellraiser Informazioni sull’autore Nathan Graham-Lowery (164 articoli pubblicati) Nathan è un giovane scrittore il cui interesse per il cinema è iniziato guardando dietro -le caratteristiche delle scene sui DVD da bambino. Si è laureato in Scienze cinematografiche. È interessato alle storie, a come possono influenzare le persone e ispirare. Nathan ha anche una passione per i fumetti e i giochi, facendo del suo meglio per tenersi aggiornato. Altro da Nathan Graham-Lowery googletag.cmd.push(function() { googletag.display(‘div-gpt-ad-1550597677810-0’); });
Articolo successivoWong ha un nuovo costume e una spada nel merch di Doctor Strange 2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest news

After Ever Happy: tutto ciò che sappiamo sul film After 4

Il terzo film della serie After, After We Fell, è arrivato su Netflix e ha sollevato dubbi su...

È morto a 37 anni Gaspard Ulliel, attore francese e star di Moon Knight

Gaspard Ulliel, l'attore che interpreta Midnight Man in Moon Knight, è morto all'età di 37 anni. Ulliel, nato...

Come i Transformers di Michael Bay hanno riscattato la linea di giocattoli più strana del franchise

Con l'inclusione di Alice (Isabel Lucas) in Transformers: La vendetta dei caduti, i film di Michael Bay hanno...

Secondo quanto riferito, il programma TV live-action di Lost Judgment è in fase di sviluppo

Secondo quanto riferito, un programma televisivo live-action di Judgment è in fase di sviluppo con la star Takuya...

Will Smith Ballando con sua madre è il video commovente di cui il 2022 ha bisogno

Will SmithIl post sui social media di lui che balla con sua madre il giorno del suo 85°...

Trailer della sesta stagione di Outlander: Jamie interpreta entrambe le parti in Revolutionary War

Jamie lotta per interpretare sia il lealista che il ribelle nel trailer della sesta stagione di Outlander. ...

Must read

You might also likeRELATED
Recommended to you