Asiatica Film Mediale

L’Orville ha appena superato l’effetto fionda del capitano Kirk

L’Orville ha appena superato l’effetto fionda del capitano Kirk
Debora

Di Debora

10 Luglio 2022, 20:00


Avvertimento: SPOILER per The Orville stagione 3, episodio 6, “Due volte nella vita”.

L’astronave titolare dell’Orville ha appena superato l’effetto fionda perfezionato dall’Enterprise di Kirk. In Star Trek: The Original Series, l’Enterprise ha implementato questa manovra per viaggiare avanti e indietro nel tempo negli episodi “Tomorrow is Yesterday” e “Assignment: Earth” e nel film Star Trek IV: The Voyage Home. In sostanza, l’Enterprise accelera attorno a una stella vicina, usando la sua gravità per aumentare ulteriormente la sua velocità e rompere la barriera del tempo. Aiutato dai calcoli precisi del signor Spock (Leonard Nimoy), l’equipaggio è riuscito a navigare nel momento giusto. La manovra Enterprise di Kirk è stata recentemente implementata in Star Trek: Picard stagione 2 ed è stata persino ricollegata come manovra di Pike in Star Trek: Strange New Worlds.

La stagione 3 di Orville, episodio 6, “Twice in a Lifetime” richiede che l’equipaggio dell’Orville viaggi indietro nel tempo fino al 2015 per salvare Gordon Malloy (Scott Grimes) bloccato. Tuttavia, calcolano leggermente male e arrivano con dieci anni di ritardo per salvarlo. Dopo aver finalmente risolto il problema e aver viaggiato nel decennio giusto, il dispositivo temporale dell’Orville viene rovinato, richiedendo loro di trovare un’alternativa all’effetto fionda dell’Enterprise, per evitare di rimanere bloccati nel passato.

Di fronte alla prospettiva di essere bloccato nel 2015 dal dispositivo Aramov rotto, il capitano Ed Mercer (Seth MacFarlane) e l’ingegnere capo John LaMarr (J. Lee) discutono della possibilità di passare 6 mesi a ripararlo. Dopotutto, Ed osserva che “non possono semplicemente volare nel futuro senza di esso”, il che dà a LaMarr un lampo di ispirazione. Piuttosto che lanciarsi intorno a un sole vicino, come ha fatto in precedenza l’Enterprise di Kirk in TOS, l’Orville deve semplicemente pianificare un viaggio di andata e ritorno di 400 anni luce.

Come e perché l’Orville aggiorna la manovra di Kirk

Bloccato nel 2015, l’Orville è a 400 anni da casa senza alcuna prospettiva di tornare senza l’uso del dispositivo Aramov. Poiché questa rivelazione arriva verso la fine dell’episodio, gli spettatori di Orville probabilmente si aspettano che ciò venga risolto rapidamente. La risoluzione arriva da Lamarr, che propone di sfruttare la dilatazione del tempo che si verifica durante l’esperienza della velocità della luce. A differenza di film come Interstellar o Lightyear, le astronavi di Star Trek non hanno mai avuto problemi con la dilatazione del tempo mentre raggiungevano la velocità di curvatura. In The Orville, è stato rivelato che le astronavi dell’Unione hanno una bolla quantistica protettiva che assicura che il tempo scorra alla stessa velocità sia all’interno che all’esterno del reticolo della velocità della luce.

Questa bolla quantistica elimina la necessità che The Orville introduca l’effetto fionda di Star Trek. L’alternativa presentata da LaMarr è disabilitare la bolla protettiva e deviare quanta più energia possibile alla propulsione della nave per consentire loro di raggiungere il 99,9999% della velocità della luce. A quella velocità, diventa possibile per l’Orville viaggiare 400 anni nel futuro in pochi minuti. Come per l’effetto fionda di Star Trek, la nave richiede ancora calcoli accurati dal loro essere privo di emozioni residente e richiede anche al timoniere di tracciare una rotta sicura che eviti pericolose collisioni. Viene presentato come un modo più comodo di viaggiare rispetto alla manovra con la fionda di Kirk, con l’equipaggio che si ferma a guardare i decenni che passano comodamente dai loro posti. Questo nuovo modo di viaggiare nel tempo mostra ancora una volta come The Orville si ispira, ma migliora anche i tropi di Star Trek.

The Orville: New Horizons pubblica nuovi episodi giovedì su Hulu.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Jensen Ackles sarebbe tornato per un revival soprannaturale, ma non ancora
Jensen Ackles sarebbe tornato per un revival soprannaturale, ma non ancora

Jensen Ackles ha rivelato di essere perfettamente disposto a fare una serie di revival di Supernatural quando sarà il momento giusto. La serie, andata in onda su The CW quando era conosciuta come The WB nel 2005, è andata in onda per ben 15 stagioni ed è diventata ufficialmente la serie fantasy americana dal vivo […]

La stella di Mandalorian posa con brillanti cosplayer di Star Wars in una nuova immagine
La stella di Mandalorian posa con brillanti cosplayer di Star Wars in una nuova immagine

Misty Rosas, che funge da artista performativa per Kuiil e la signora rana in The Mandalorian, posa con brillanti cosplayer di Star Wars in una nuova immagine. La prima serie live-action di Disney+ ambientata in una galassia molto, molto lontana segue il cacciatore di taglie Din Djarin (Pedro Pascal) e il suo figlio surrogato a […]