Asiatica Film Mediale

Lo showrunner di Strange New Worlds spiega il riferimento ai TOS di Star Trek di Finale

Lo showrunner di Strange New Worlds spiega il riferimento ai TOS di Star Trek di Finale
Debora

Di Debora

09 Luglio 2022, 03:42


Avvertimento! Spoiler per il finale della prima stagione di Strange New Worlds qui sotto!

Lo showrunner di Star Trek: Strange New Worlds, Akiva Goldsman, ha recentemente spiegato il riferimento a Star Trek: The Original Series del finale di stagione 1. Ambientato cinque anni prima della serie originale, Strange New Worlds segue il capitano Christopher Pike (Anson Mount) e il suo equipaggio della USS Enterprise prima che il capitano James T. Kirk prenda il comando. Dopo il rebranding del franchise di fantascienza da parte di Alex Kurtzman, Strange New Worlds ha adottato una classica struttura a episodi, aiutando la serie a diventare la voce di Star Trek più apprezzata su Rotten Tomatoes.

Il finale della prima stagione ha visto il Capitano Pike incontrare una versione alternativa di se stesso che è riuscito a sfuggire al suo orribile destino mentre salvava la vita dei compagni di equipaggio condannati. Tuttavia, Future Pike ha rivelato che le sue azioni hanno terribili conseguenze per l’universo in generale. Viene quindi trasportato nel futuro dove il suo percorso si incrocia con il capitano Kirk (Paul Wesley) durante gli eventi del popolare episodio della serie originale “Balance of Terror”. Nell’episodio originale del 1966, Kirk e la USS Enterprise combattono contro una nave da guerra rapace romulana provocando la distruzione del nemico. Tuttavia, con Pike che vince il suo destino in un futuro alternativo, tenta la diplomazia che si traduce in una guerra catastrofica che ucciderà milioni di persone.

In una recente intervista con Deadline, Goldsman ha parlato del riferimento alla serie originale del finale della prima stagione di Strange New Worlds. Lo scrittore e co-creatore dello spettacolo ha spiegato che a causa della sequenza temporale dello spettacolo, nonché della sua struttura narrativa, si sentivano come se dovessero avere un legame con il capostipite del franchise. Leggi cosa ha detto Goldsman di seguito.

Bene, ci siamo sempre sfregati contro TOS, ovviamente, non solo quando si tratta di continuità cronologica. Abbiamo fatto molto per identificarci con TOS, e questa è la natura episodica della narrazione e il salto di genere che facciamo.

Quindi sembrava che un incrocio fosse dovuto, almeno a noi stessi. Molto presto abbiamo pensato: “Beh, come lo faremo? Lo faremo?” E sai, l’episodio “Balance of Terror” è questo momento classico nell’obiettivo Trek-esque sulla società. Allora chi è l’altro? Com’è l’altro aspetto? L’altro siamo noi? Come non alienare, oserei dire, chi è diverso? Come ci alieniamo coloro che sono diversi, sai? Tutte le cose di cui parlava Roddenberry, che sono tragicamente ugualmente, almeno ugualmente rilevanti oggi.

Quindi, lì hai “Bilanciamento del terrore” in qualche modo seduto lì come oggetto a sé stante. È come un punto di svolta anche per le nostre cose, e così abbiamo pensato: “Beh, questa è una sorta di possibilità adatta e deliziosa”, e così siamo partiti.

Secondo il produttore, l’incrocio con la serie originale era qualcosa che sentivano di dover fare. La scelta di “Balance of Terror”, un episodio ampiamente considerato uno dei migliori della serie originale, come punto di intersezione è stata una scelta appropriata in quanto offriva una prospettiva sfumata dello stile di leadership di Pike a quello di Kirk. Come risultato della propensione di Pike a cercare una soluzione più diplomatica con i Romulani, milioni e milioni di esseri finiranno per essere uccisi in una guerra senza fine.

Mentre Strange New Worlds continua nella sua seconda stagione, sorgeranno senza dubbio più opportunità per ulteriori connessioni alla serie originale. Con Kirk pronto a tornare e il futuro equipaggio della USS Enterprise preso in giro nel finale, Strange New Worlds sta preparando il suo inevitabile seguito in The Original Series. Senza nuovi dettagli rivelati su possibili crossover, il pubblico può solo speculare su ciò che Goldsman e il suo team hanno in serbo per la stagione 2 di Strange New Worlds.

Fonte: Scadenza

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Perché Jensen Ackles non ha letto i fumetti dei ragazzi prima del ruolo di Soldier Boy
Perché Jensen Ackles non ha letto i fumetti dei ragazzi prima del ruolo di Soldier Boy

Attenzione: l’articolo contiene spoiler per la stagione 3 di The Boys L’attore di Soldier Boy Jensen Ackles afferma di non aver letto nessuno dei fumetti di The Boys prima di interpretare il personaggio nello show. Ackles è meglio conosciuto per il ruolo di Dean Winchester nella lunga serie della CW Supernatural, così come per aver […]

Le scene d’azione della terza stagione di Mandalorian prese in giro da Carl Weathers
Le scene d’azione della terza stagione di Mandalorian prese in giro da Carl Weathers

Carl Weathers, attore di Greef Karga e regista di The Mandalorian, anticipa molte scene d’azione per il suo episodio da regista della terza stagione. L’amata serie di Star Wars con Pedro Pascal nei panni del Mandaloriano titolare, Din Djarin, farà il suo ritorno nel febbraio 2023 dopo una tanto attesa pausa di 2 anni. Molte […]