Asiatica Film Mediale

Lo sceneggiatore di The Truman Show propone una versione televisiva del classico film con Jim Carrey

Lo sceneggiatore di The Truman Show propone una versione televisiva del classico film con Jim Carrey
Debora

Di Debora

26 Giugno 2023, 17:06



La scrittore di The Truman Show, Andrew Niccol, svela la sua idea per un seguito televisivo del film, dato che l’ossessione del pubblico per i reality show rimane più forte che mai. Jim Carrey ha guidato il cast del film iconico del 1998 nel ruolo di Truman Burbank, un uomo comune che alla fine scopre di essere cresciuto in un set televisivo simile alla vita reale, popolato da attori, e cerca di fuggire per riprendersi un minimo di controllo sulla sua vita. Un successo critico e commerciale, Carrey ha vinto il suo primo Golden Globe per la sua interpretazione in The Truman Show.

In occasione del 25° anniversario del film, Screen Rant ha avuto un’intervista esclusiva con Andrew Niccol per fare un bilancio su The Truman Show. Quando gli è stato chiesto di un possibile seguito del classico film con Jim Carrey, lo sceneggiatore candidato all’Oscar ha svelato la sua idea completa per una continuazione televisiva che avrebbe avuto al centro due nuovi personaggi, intrappolati in realtà simulate, che successivamente si innamorano, ma la rete dietro di loro cerca di fermare la loro relazione. Di seguito puoi vedere l’idea di Niccol:

“C’è stata la discussione di realizzare un musical, credici o meno, o una serie. Quando si tratta di una forma d’arte diversa, non penso che tolga niente all’originale. Nella mia versione di una serie, ho pensato che sarebbe stato divertente se dopo che Truman attraversa il cielo, il pubblico chiedesse ancora di più (cosa che si intuisce alla fine del film). Immagino che ci sarebbe una rete con molti canali, tutti con protagonisti cresciuti nello show. Se ambientassi la serie a New York City, ci sarebbe una ragazza che vive nell’Upper East Side, un ragazzo di Harlem, un bambino di Chinatown, ecc. Siccome ognuno ha il suo canale e si muove nei propri ambienti, non sono mai destinati ad incontrarsi. Ma alla fine della prima stagione, il ragazzo di Harlem e la ragazza ricca si scoprono attratti l’uno dall’altro. Entrambi sentono che l’altro si comporta in modo diverso da chiunque abbiano mai incontrato… perché per la prima volta, hanno incontrato qualcuno che non sta recitando! (Nella seconda stagione, la rete cercherebbe disperatamente di far finire la loro storia d’amore).”

A distanza di 25 anni dalla sua uscita, The Truman Show era una satira ai primi giorni della televisione reality, con programmi come Big Brother e Survivor, ma il tempo trascorso ha reso il film ancora più attuale. Il genere dei reality TV non solo è diventato uno dei formati predominanti in TV, ma si è espanso in una vasta gamma di sottogeneri, che spaziano dalle gravidanze adolescenziali in 16 and Pregnant ai festaioli antipatici in Jersey Shore e ai cuochi che si sfidano in Hell’s Kitchen.

Dato questo sviluppo dell’ossessione per il genere dei reality, così come l’aumentare delle influenze dei social media, sarebbe interessante vedere come qualcosa simile a The Truman Show potrebbe esistere in un contesto moderno. Free Guy, con Ryan Reynolds nel ruolo principale, è stato paragonato al film di Carrey, anche se ambientato in un videogioco, colpendo quindi una nicchia di pubblico diversa. Uno degli aspetti più importanti che una nuova versione del film dovrebbe affrontare è l’influenza dei media sulla vita di una persona, in particolare attraverso la possibilità che i media del mondo esterno possano entrare in una delle cupole nella proposta di Niccol.

L’idea di Niccol di una storia d’amore che supera le differenze sociali nel suo pitch per la serie televisiva di The Truman Show sarebbe anche una interessante variazione sulla formula, ambientandola nel mondo esistenzialista del film di Carrey. Mettendo in luce le divisioni non necessarie tra le classi sociali attraverso l’ottica di ambienti controllati, lo show sequel potrebbe esplorare come molti media continuino a rafforzare queste differenze anziché lavorare per un mondo più armonioso, come avrebbe voluto Truman.


Potrebbe interessarti

NieR Automata Anime annuncia la data ufficiale di ritorno
NieR Automata Anime annuncia la data ufficiale di ritorno

Dopo una lunga pausa, NieR: Automata Ver 1.1a ha finalmente annunciato una data ufficiale di ritorno. NieR: Automata era uno degli anime più attesi della stagione invernale 2023, con vecchi e nuovi fan entusiasti di vedere come il popolare videogioco sarebbe stato trasformato in animazione, e il fatto che lo scrittore originale del gioco, Yoko […]

John Krasinski riflette sulla sua esperienza “surreale” nel fare Jack Ryan in anticipo rispetto all’ultima stagione.
John Krasinski riflette sulla sua esperienza “surreale” nel fare Jack Ryan in anticipo rispetto all’ultima stagione.

John Krasinski riflette sulla sua esperienza nel fare Jack Ryan prima della stagione finale dello show. Creato da Carlton Cuse e Graham Roland, la serie è stata lanciata su Amazon Prime nel 2018. Jack Ryan amplia l’universo immaginario di Tom Clancy, seguendo l’analista della CIA inviato sul campo per compiere missioni pericolose. Il personaggio di […]