Asiatica Film Mediale

Le numerose tragedie di Worf possono spiegare il cambiamento della stagione 3 di Picard

Le numerose tragedie di Worf possono spiegare il cambiamento della stagione 3 di Picard
Debora

Di Debora

06 Novembre 2022, 14:42


La nuova visione pacifista di Worf in Star Trek: Picard stagione 3 può essere spiegata dalle molte tragedie che ha dovuto affrontare nella sua vita. Tra le tante rivelazioni nel trailer del Comic-Con di New York per la stagione 3 di Picard c’era il rifiuto di Worf di una vita di violenza. Un Klingon pacifista può sembrare una contraddizione in termini, ma c’è un precedente stabilito da Konom, che ha servito a bordo dell’Enterprise e dell’Enterprise-A in cinque numeri della serie Star Trek dei fumetti DC. Data la sua tragica storia sia in Star Trek: The Next Generation che in Star Trek: Deep Space Nine, Worf potrebbe avere più ragioni per abbracciare uno stile di vita pacifista.

Nel teaser trailer della terza stagione di Picard, Worf ha avvertito: “Non presumere di sapere cosa ho e non mi sono sacrificato per questo”. È un’affermazione che richiama alla mente le perdite subite da Worf sia in TNG che in DS9, che Picard non dovrebbe ignorare. Le prime due stagioni di Picard hanno riguardato Jean-Luc Picard che invecchia e fa pace con le perdite e i rimpianti del suo passato. La stagione 3 di Picard presumibilmente farà una cosa simile per il resto dell’equipaggio di TNG, e sembra che le tragedie e i rimpianti di Worf lo abbiano portato su un sentiero di non aggressione.

Ogni Worf della Tragedia ha subito in TNG e DS9

Di tutti i personaggi di TNG che ritornano per la stagione 3 di Picard, Worf ha probabilmente avuto la vita più dura. Come figlio della Casa di Mogh caduto in disgrazia, cresciuto da genitori umani adottivi, ha spesso lottato per adattarsi sia alla Flotta Stellare che all’Impero Klingon. Quando l’amante di Worf, K’Ehleyr, scoprì gli artefici della caduta della Casata di Mogh, fu assassinata, lasciando Worf a crescere suo figlio da solo. Worf e Alexander hanno avuto una relazione difficile, poiché quest’ultimo ha lottato per adattarsi alla versione idealizzata di suo padre di un guerriero Klingon.

Alexander è stato visto l’ultima volta al matrimonio di suo padre e Jadzia Dax, un’altra delle amanti di Worf che è stata brutalmente assassinata da un cattivo di Star Trek. L’elemento più interessante della relazione tra Worf e Alexander riguardo alla stagione 3 di Picard viene rivelato nell’episodio 21 di TNG, stagione 7, “Firstborn”. Quell’episodio rivela un potenziale futuro in cui Alexander rifiuta la vita di un guerriero Klingon per diventare un pacifista e un diplomatico, il che si traduce nella morte di suo padre, Worf. Alla fine di “Firstborn”, Worf ha notato che conoscere il proprio futuro lo aveva potenzialmente cambiato. Questo sembra essere il caso nella stagione 3 di Picard, perché è Worf, piuttosto che Alexander, a guidare la Casa di Mogh in un futuro pacifista.

Worf rimarrà un pacifista nella terza stagione di Picard?

Worf dice a Riker che preferisce “il pacifismo al conflitto” e porta un’arma, il che suggerisce che la sua nuova visione è fluida. Nel trailer, Worf parla di Raffi come arrabbiata e irrazionale, paragonandola al suo io più giovane. Ciò suggerisce che le tragedie che ha dovuto affrontare sia in TNG che in DS9 lo hanno portato a rendersi conto che la rabbia e la violenza non sono più la risposta al suo tumulto interiore.

La nuova visione pacifista del forte e formidabile Worf in Star Trek: Picard stagione 3 suggerisce che ha finalmente raggiunto la pace interiore che gli è sfuggita per così tanto tempo. C’è un sentore di questo alla fine di DS9, quando Worf rifiuta il ruolo di Cancelliere Klingon, a questo punto ha più che dimostrato se stesso e la Casa di Mogh, ed è chiaramente su un’altra strada. Si spera che questa consapevolezza significhi che, sebbene dovrà prendere le armi per sconfiggere il Capitano Vadic, continuerà a trovare pace ed equilibrio nella sua vita successiva.


Potrebbe interessarti

MCU Daredevil Show ha preoccupazioni maggiori rispetto al suo stato Canon
MCU Daredevil Show ha preoccupazioni maggiori rispetto al suo stato Canon

La serie Daredevil: Born Again dell’MCU non rimarrà nello stesso canone del suo predecessore Netflix, ma ha maggiori preoccupazioni. Dalla conferma del seguito, la speculazione ha circondato il modo in cui il nuovo spettacolo potrebbe essere affrontato. Non è ancora confermato quali membri del cast di Daredevil potrebbero tornare e quali trame potrebbero essere riportate […]

Grogu non deve parlare come Yoda, dopotutto
Grogu non deve parlare come Yoda, dopotutto

Con la stagione 3 di The Mandalorian all’orizzonte, la prossima grande rivelazione potrebbe essere sentire Grogu pronunciare la sua prima battuta, ma non con l’iconico schema vocale di Yoda. Quando Grogu è stato inizialmente rivelato nella prima stagione di The Mandalorian, la sua unica comunicazione era attraverso il tubare. Ma le cose sono cambiate quando […]