Asiatica Film Mediale

L’autore di The Black Phone riflette sull’adattamento di successo dopo un compenso notevolmente basso per la storia originale.

L’autore di The Black Phone riflette sull’adattamento di successo dopo un compenso notevolmente basso per la storia originale.
Erica

Di Erica

27 Gennaio 2024, 15:52


Sommario

  • Joe Hill esprime gratitudine a Scott Derrickson per aver trasformato il suo racconto di soli $35 in un film di successo e amato, dimostrando che i grandi budget non sono l’unico ingrediente per il successo.
  • Nonostante sia stato pagato una cifra bassa per la sua storia originale, la carriera di Hill è continuata a crescere, guadagnando numerosi premi ed ottenendo adattamenti delle sue opere.
  • Il successo di The Black Phone mette in evidenza il potenziale inespresso degli scrittori non affermati e delle storie brevi, dimostrando che anche un film horror con un budget di $18 milioni può diventare un successo al botteghino.

Sommario

L’autore di The Black Phone, Joe Hill, riflette sul successo dell’adattamento cinematografico anni dopo aver ricevuto una cifra sorprendentemente bassa per la storia originale. Hill ha pubblicato il racconto breve originale nel 2004 prima di diventare un autore famoso. Anni dopo, Scott Derrickson e il suo collaboratore di lunga data C. Robert Cargill hanno deciso di farne un film. Il film segue Finney (Mason Thames), un bambino tenuto prigioniero dal famigerato rapitore The Grabber (Ethan Hawke), che riceve aiuto attraverso un telefono nero dai precedenti testimoni di The Grabber. Nonostante le sue umili origini e il budget ridotto, si è rivelato un successo commerciale.

Hill ha recentemente riflettuto su X sul successo di The Black Phone, celebrando contemporaneamente la ripubblicazione della sua storia come The Black Phone Stories.

Hill ha espresso la sua gratitudine a Derrickson per aver creato “un film così spaventoso e sincero” dalla sua storia. Inoltre, ha rivelato che quando ha scritto la storia nel 2004, gli sono stati pagati solo $35 per essa.

La storia unica di The Black Phone

È sorprendente scoprire che Hill ha ricevuto solo $35 per The Black Phone, che ha incassato oltre $100 milioni al botteghino. Il film è stato così di successo che un sequel, The Black Phone 2, è attualmente in sviluppo. Hill ha rivelato in passato di voler inizialmente trasformare il suo racconto breve in un romanzo, in quanto c’era abbastanza materiale per ampliare la storia, come poi ha fatto il film. Tuttavia, all’epoca, era uno scrittore fallito con quattro libri non pubblicati e, di conseguenza, non credeva di poter realizzare la sua idea come romanzo.

Quindi, ha venduto The Black Phone al suo editore per $35 perché sapeva che ciò garantirebbe la pubblicazione. Non è un segreto nell’industria della scrittura che i racconti brevi non siano particolarmente redditizi, quindi la cifra che Hill ha ricevuto non era davvero insolita. Tuttavia, ha continuato a lavorare alla sua carriera scrivendo altri racconti brevi e, nel 2007, ha pubblicato il suo primo romanzo, Cuore di Latta. Il 2007 è stato anche l’anno in cui ha confermato la sua identità come Joe Hillström King, figlio di Stephen King. Hill ha venduto racconti brevi per $35 solo per garantire una crescita organica della sua carriera da scrittore anziché sfruttare la fama del padre.

Anche prima che l’identità di Hill diventasse nota, si era già fatto un nome, avendo ricevuto numerosi Bram Stoker Awards. La sua carriera è continuata a crescere sia nella scrittura che sul grande schermo, includendo adattamenti come Locke & Key su Netflix, Corna e NOS4A2.

La storia di successo di The Black Phone è molto inspirante. Derrickson ha confermato di aver trovato la storia prima di scoprire l’identità di Hill e di essere stato immediatamente incuriosito da essa. È insolito che l’opera di uno scrittore horror non affermato catturi l’attenzione di un regista o che un film horror con un modesto budget di $18 milioni diventi un successo al botteghino. Le origini uniche di The Black Phone ribadiscono il potenziale inespresso degli scrittori non affermati e delle storie brevi e che i grandi nomi e i grandi budget non sono gli unici ingredienti per il successo.

Fonte: Joe Hill/Twitter

The Black Phone

Basato sul racconto breve omonimo di Joe Hill, The Black Phone racconta la storia dell’adolescente Finney Blake (Mason Thames) dopo essere stato rapito da un uomo conosciuto solo come il Grabber (Ethan Hawke). Intrappolato in un seminterrato con un telefono staccato, Finney inizia a sentire le vittime precedenti del Grabber, ognuna delle quali gli fornisce indizi enigmatici per aiutarlo a combattere contro il suo rapitore.

Data di uscita: 24 giugno 2022
Regista: Scott Derrickson
Cast: Ethan Hawke, Mason Thames, Brady Hepner, James Ransone, Jordan Isaiah White, Jeremy Davies, Jacob Moran, Madeleine McGraw
Durata: 102 minuti
Sceneggiatori: C. Robert Cargill, Scott Derrickson
Budget: $18,8 milioni
Studi: Universal Pictures
Distributori: Universal Pictures


Potrebbe interessarti

Il titolo tradotto in italiano sarebbe: “Il primo film diretto di Zoë Kravitz dal titolo esplicito cambia nome e viene aggiornata la data di uscita”.
Il titolo tradotto in italiano sarebbe: “Il primo film diretto di Zoë Kravitz dal titolo esplicito cambia nome e viene aggiornata la data di uscita”.

Riassunto Zoë Kravitz ha scelto il titolo “Blink Twice” per il suo film d’esordio da regista, che sarà distribuito il 23 agosto 2024. Il thriller racconta la storia di una cameriera che scopre verità inquietanti su un’isola privata insieme a un miliardario della tecnologia. Kravitz ha riscritto la sceneggiatura di Blink Twice per affrontare il […]

Martin Scorsese reagisce al fatto di essere il regista con il maggior numero di nomine agli Oscar di tutti i tempi.
Martin Scorsese reagisce al fatto di essere il regista con il maggior numero di nomine agli Oscar di tutti i tempi.

Summary Martin Scorsese is the most nominated living director in Oscars history with 10 Best Director nominations, surpassing the previous record of 9 nominations. Scorsese’s response to his record-setting achievement is humble, focusing on his pleasure in seeing his film resonate with audiences and praising his creative collaborators. Despite his many nominations, Scorsese has only […]