Notizie FilmLa stella del plotone dettaglia l'intenso campo di addestramento...

La stella del plotone dettaglia l’intenso campo di addestramento per l’iconico film sulla guerra del Vietnam

-


La star di Platoon John C. McGinley ha rivelato quanto estremo fosse il campo di addestramento per il film del 1986 per il cast. McGinley ha interpretato il sergente O’Neill nel film campione d’incassi di Oliver Stone, vincitore dell’Oscar, un soldato abrasivo che fa parte della fanteria a cui viene assegnato il nuovo arrivato Chris (Charlie Sheen) quando si unisce alla guerra del Vietnam. Con le interpretazioni di Willem Dafoe, Tom Berenger e Forest Whitaker, Platoon è stato un enorme successo critico e finanziario, vincendo quattro Oscar (tra cui Miglior Film e Miglior Regista) e ha incassato oltre 138 milioni di dollari al botteghino.

Gran parte del successo di Platoon è dovuto alla sua rappresentazione cupa e irremovibile della guerra del Vietnam. Tuttavia, mai uno per l’approccio ortodosso, il metodo preferito del regista/sceneggiatore Oliver Stone per raggiungere questo obiettivo era far cadere i suoi attori in una giungla filippina e lasciarli seguire un corso di addestramento militare massacrante organizzato dal consulente militare Dale Dyer, che in seguito avrebbe coordinare qualcosa di simile con il cast di Salvate il soldato Ryan. Il corso stesso si è rivelato estremamente difficile per il cast, con Forest Whitaker che ha subito un grave infortunio durante l’allenamento.

McGinley ora si è anche aperto su come, sebbene non abbia trovato particolarmente ardua la natura fisica dell’allenamento, lo sforzo mentale di trovarsi in una giungla di baldacchini e comportarsi come soldati ha sicuramente avuto il suo tributo. È stato imparare cose come trasportare e caricare armi, leggere mappe e consumare pasti pronti che si sono rivelati impegnativi per l’attore. Parlando in un’intervista con The Guardian, l’attore ha sottolineato quanto intenso, e talvolta pericoloso, sia stato l’addestramento del cast di Platoon:

“…Quello che è stato difficile è stato imparare a leggere le mappe, caricare le armi ed essere in questa giungla a triplo baldacchino nel mezzo del fottuto nulla. Stavamo mangiando MRE – Pasti pronti da mangiare – e nessuno poteva fare la cacca … Willem [Dafoe] bevve acqua da un fiume quando c’era un bue in decomposizione a valle e fu medicato, Tom lasciò cadere un coltello nel suo fottuto piede – tutto stava diventando terribilmente reale. E c’erano i serpenti. Due settimane prima, stavamo correndo per il West Village di New York prendendo caffè, bagel e parlando di Amleto. Ora siamo nella giungla con le vipere di bambù”.

La star di Scrubs ha continuato a spiegare quanto effetto abbia avuto il rigoroso allenamento sulla sua performance quando finalmente sono iniziate le riprese. A McGinley sembrò che ci fosse davvero poca recitazione quando recitava certe battute, dal momento che l’intensità di ciò che aveva passato significava che praticamente non era uno sforzo per credere alla realtà di ciò che stava dicendo. Tuttavia, nonostante il campo di addestramento abbia chiaramente raggiunto il suo obiettivo di garantire un grintoso realismo di guerra dalle stelle, oltre a contribuire a stabilire un precedente che Spielberg avrebbe seguito con Salvate il soldato Ryan, chiaramente non era del tutto privo di rischi. Oltre alle lesioni subite da Whitaker e Berenger, McGinley ha continuato a descrivere come durante le riprese effettive è quasi caduto da un elicottero a 1.000 piedi in aria perché era stato addestrato così accuratamente da non lasciare mai la sua arma. Aggrappandosi a nient’altro che alla sua pistola quando l’elicottero si è improvvisamente girato, l’attore è sfuggito alla caduta imminente solo quando il collega membro del cast Francesco Quinn ha afferrato rapidamente il suo zaino e lo ha riportato nell’elicottero in volo. McGinley ha detto di aver avuto alcune parole molto severe con il suo regista, Stone, dopo.

I registi che cercano di aggiungere quel tocco di realismo in più al loro lavoro non è un evento raro. Stanley Kubrick è famoso per aver scelto il vero sergente istruttore dei marine R. Lee Ermey nel suo film epico Full Metal Jacket per aiutare i suoi attori a dare ai suoi attori un senso migliore della vita spietata di un soldato. Tuttavia, sulla base dei gravi danni e delle esperienze di premorte dei suoi membri del cast, sembra che Stone possa essersi spinto un po’ troppo oltre nel tentativo di sfruttare la triste realtà della guerra del Vietnam. Detto questo, nonostante fosse quasi caduto verso la morte, McGinley evidentemente non era così scoraggiato dallo stile non convenzionale (e talvolta pericoloso) di fare film di Stone. L’attore ha continuato a lavorare con lui nei suoi prossimi film Wall Street e Talk Radio nei due anni successivi. Indipendentemente dal fatto che le prove che il cast di Platoon ha dovuto sopportare ne valesse la pena o meno, non si può sostenere che il loro effetto su Platoon sia stato una parte enorme nel cementare il suo status come uno dei più grandi film di guerra mai realizzati.

Fonte: The Guardian

.item-num::after { content: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Latest news

The Batman vs. Moon Knight ripete la battaglia di BvS vs. Daredevil 6 anni dopo

Con Moon Knight della Marvel e Warner Bros.' The Batman uscirà entrambi a marzo, c'è un parallelo...

Quanto tempo è stato Boba Fett nel Sarlacc e con i Tusken Raiders

Avvertimento! Spoiler per il quarto episodio di The Book of Boba Fett. Sebbene The Book of Boba Fett...

Rotten Tomatoes rivela i veri alti e bassi della carriera di Ben Affleck

Ben Affleck è uno degli attori più attivi che lavorano oggi e le colonne sonore di Rotten Tomatoes...

Hilary Duff fornisce aggiornamenti sul riavvio di Lizzie McGuire

Hilary Duff spera nel riavvio di Lizzie McGuire, condividendo un aggiornamento sullo stato del progetto dopo che la...

Il trailer di Tall Girl 2 di Netflix segue Ava Michelle in un musical scolastico

Il trailer di Tall Girl 2 di Netflix è stato ufficialmente rilasciato e il film dovrebbe essere presentato...

Rainn Wilson dell’ufficio rivela quale sarebbe il suo nome da supereroe

L'attore di Office Rainn Wilson ha annunciato come vorrebbe essere chiamato se diventasse un supereroe. Wilson ha...

Must read

You might also likeRELATED
Recommended to you