Asiatica Film Mediale

La showrunner di Acolyte svela i misteri de La Minaccia Fantasma che hanno ispirato la sua serie TV su Disney Plus.

La showrunner di Acolyte svela i misteri de La Minaccia Fantasma che hanno ispirato la sua serie TV su Disney Plus.
Debora

Di Debora

23 Maggio 2024, 11:33


Riassunto

  • Lo show di The Acolyte è ambientato nell’era dell’Alta Repubblica e svelerà i segreti dei Sith prima di The Phantom Menace.
  • Lo showrunner Headland fa trapelare la possibile rivelazione delle conoscenze dei Jedi sui Sith.
  • The Acolyte potrebbe esplorare se i Jedi erano ciechi all’esistenza dei Sith o complici nel nasconderla.

Lo showrunner di Star Wars: The Acolyte, Leslye Headland, ha rivelato che il nuovo show di Star Wars su Disney+ è stato influenzato direttamente dai misteri di Star Wars: Episode I – The Phantom Menace. The Acolyte è ambientato nell’era dell’Alta Repubblica, circa 100 anni prima di The Phantom Menace. Essendo essenzialmente un prequel della trilogia prequel, The Acolyte svelerà una serie di segreti di quest’era ancora inesplorati sullo schermo. Tuttavia, uno dei misteri più significativi rimasti riguarda il grado di attività dei Sith in quel periodo, dal momento che i Jedi credevano che fossero estinti.

Lo showrunner di The Acolyte, Leslye Headland, ha affrontato direttamente queste domande in un’intervista recente con Den of Geek. Riguardo all’ispirazione tratta da The Phantom Menace e dai segreti dei Sith, Headland ha spiegato:

“Ci sono certe cose che sono accadute nei prequel riguardo ai Sith e a Darth Maul, e la comprensione dei Jedi a riguardo, che ho trovato intriganti. Qui-Gon su Tatooine sa subito che Darth Maul è un Sith dopo aver lottato contro di lui e poi riferisce tutto al Consiglio dei Jedi. Yoda sa della Regola dei Due; dice che c’è sempre un maestro e un apprendista. Quindi, anche se sono considerati estinti, c’era un po’ di conoscenza sui Sith che non poteva provenire da storia antica. Per me, sembrava che per avere quelle informazioni così velocemente, doveva essere accaduto negli ultimi 100 anni.”

Questa risposta di Headland suggerisce che The Acolyte svelerà in modo avvincente cosa stavano davvero facendo i Sith nei 100 anni precedenti a The Phantom Menace e potrebbe persino spiegare perché i Jedi credevano che i Sith fossero estinti e quanto ne sapessero realmente.

Quanto sapevano davvero i Jedi dei prequel sui Sith?

La descrizione di Leslye Headland delle domande riguardo ai Sith in The Phantom Menace cattura perfettamente la confusione attuale che gravita attorno a The Acolyte. Quando il trailer di The Acolyte è stato rilasciato per la prima volta, gli spettatori sono rimasti sorpresi (e alcuni preoccupati) nel vedere una spada laser rossa, poiché ciò sembrava suggerire la presenza di un Sith. Questo sembrava contraddire l’affermazione di Ki-Adi-Mundi in The Phantom Menace secondo cui “I Sith sono stati estinti da un millennio”.

Tuttavia, mentre molti hanno espresso preoccupazione riguardo a un possibile cambiamento di trama di The Phantom Menace, queste ulteriori informazioni di Headland e i trailer di The Acolyte che sono stati successivamente rilasciati indicano qualcosa di molto più avvincente. È evidente che i Sith erano attivi negli anni che hanno preceduto The Phantom Menace, anche se la tempistica esatta è meno chiara. Ciò significa che o i Jedi non sapevano che i Sith stavano operando nell’ombra o alcuni Jedi (forse persino lo stesso Yoda) sapevano, ma hanno fatto credere agli altri che fossero estinti.

Entrambe le opzioni sono intriganti. Da un lato, se i Sith stavano operando di nascosto e infiltrando i Jedi durante questo periodo, The Acolyte svelerà significativi difetti nell’Ordine dei Jedi che si estendono ben oltre la trilogia prequel. Dall’altro lato, se alcuni Jedi erano consapevoli che i Sith non erano poi estinti, allora potrebbe emergere un complotto ancora più insidioso riguardante il loro inganno.

Rimane da vedere in che modo i Sith influenzeranno The Acolyte e cosa sarà svelato su di loro. Apparentemente, i Jedi saranno rivelati essere accecati dalla realtà o complici nel nascondere la verità sui Sith – o, ancor peggio, tutti coloro che apprendono la verità potrebbero non sopravvivere. In ogni caso, è estremamente eccitante sapere che Star Wars: The Acolyte è nelle mani di talento, con lo showrunner Leslye Headland che rende chiaro come altri progetti di Star Wars, Star Wars: Episode I – The Phantom Menace in particolare, stiano influenzando il nuovo show.

Fonte: Den of Geek

Tutti i film e gli show di Star Wars sono disponibili per lo streaming su Disney+

The Acolyte è una serie televisiva ambientata nell’universo di Star Wars alla fine dell’era dell’Alta Repubblica, dove sia i Jedi che l’Impero Galattico erano all’apice della loro influenza. Questo thriller di fantascienza vede una ex Padawan riunirsi con il suo precedente Maestro Jedi mentre indagano su diversi crimini – tutti condotti verso l’emergere delle tenebre dal sottosuolo e la fine dell’Alta Repubblica.

Cast: Dafne Keen, Lee Jung-jae, Amandla Stenberg, Jodie Turner-Smith, Joonas Suotamo, Carrie-Anne Moss, Margarita Levieva, Charlie Barnett, Dean-Charles Chapman

Stagioni: 1

Servizio di streaming: Disney+

Franchise: Star Wars

Sceneggiatori: Leslye Headland, Charmaine De Grate, Kor Adana

Registi: Leslye Headland, Alex Garcia Lopez

Showrunner: Leslye Headland


Potrebbe interessarti

Criminal Minds: Aggiornamento sulla seconda stagione di Evolution Svela il motivo dell’assenza di Will.
Criminal Minds: Aggiornamento sulla seconda stagione di Evolution Svela il motivo dell’assenza di Will.

Questo articolo fa parte di una directory: Criminal Minds: Evolution Stagione 2 – Data di uscita, Cast, Trama, Trailer e Tutto ciò che Sappiamo Precedentemente: Trailer di Criminal Minds: Evolution Stagione 2: I BAU affrontano il loro caso più pericoloso Riassunto – Josh Stewart, che interpreta Will LaMontagne Jr., ha lasciato il cast di Criminal […]

La spiegazione della conclusione di Shaun nella serie “The Good Doctor” da parte di Freddie Highmore.
La spiegazione della conclusione di Shaun nella serie “The Good Doctor” da parte di Freddie Highmore.

Avvertenza: Questo post contiene alcuni spoiler per il finale della serie The Good Doctor. Riassunto L’evoluzione di Shaun Murphy nel finale di The Good Doctor è caratterizzata da una crescita personale, concentrandosi sulla famiglia e sull’accettazione di sé stesso. La rappresentazione di Freddie Highmore mette in risalto il percorso di Shaun da brillante chirurgo a […]