Asiatica Film Mediale

La sensazione che il tempo per fare qualcosa sia passato Recensione: la solitudine è divertente in una commedia toccante

La sensazione che il tempo per fare qualcosa sia passato Recensione: la solitudine è divertente in una commedia toccante
Marco

Di Marco

02 Maggio 2024, 17:35


Riepilogo

Il film di Arnow sottolinea l'importanza di promuovere gli artisti più piccoli verso prospettive uniche nel cinema indipendente. La protagonista, Ann, affronta la solitudine, le relazioni intime e la normalizzazione della sessualità, ancorando la commedia del film. Attraverso silenzi prolungati e uno stile visivo unico, la regia del film isola Ann e affascina gli spettatori con il suo approccio discreto.

The Feeling That the Time for Doing Something Has Passed è stato scritto, diretto e interpretato da Joanna Arnow, ed è chiaro fin dall'inizio che sebbene questo sia il suo mondo, il suo personaggio lo sta semplicemente attraversando. Arnow interpreta Ann, una millenaria trentenne che vive a New York City. Tuttavia, questa versione manca dello sfarzo e del glamour di programmi come Sex and the City, offrendo un'onestà simile a Girls pur rimanendo completamente autonoma. La sensazione che il momento di fare qualcosa sia passato è radicata in una realtà spietata che ricorda al pubblico di ridere nei momenti di tragedia.

La sensazione che il tempo per fare qualcosa sia passato è una commedia scritta, diretta, interpretata e montata da Joanna Arnow. Il film è incentrato su una donna di mezza età che si destreggia tra la sua vita tra il suo lavoro aziendale di basso livello, la famiglia ebrea e la sua relazione BDSM a lungo termine.

Pro Lo stile senza dialoghi del film è molto intimo Joanna Arnow affronta facilmente l'imbarazzo del sesso Il film ha il suo stile e il suo senso della commedia Contro Non è per tutti, ma non deve esserlo

Il cinema indipendente è stato corrotto negli ultimi anni, così come il concetto di film veramente a basso budget. Tuttavia, il film di Arnow ci ricorda che l'industria ha un disperato bisogno di elevare la voce degli artisti più piccoli all'inizio della loro carriera. Sono questi artisti che offrono le prospettive più uniche e ci espongono a nuovi mondi. Nel corso del film, Arnow ci accompagna in un'odissea tranquilla che cattura la ricerca di una vera intimità, mentre Ann lotta per mettere in atto i suoi desideri in ogni aspetto della sua vita.

Joanna Arnow sa cosa vuol dire essere soli

Ma lei non sa cosa fare al riguardo

Vicino

Presentata come una commedia, La sensazione che il tempo per fare qualcosa sia passato è senza dubbio esilarante, ma la radice di quella commedia è l'inevitabile sensazione di essere soli. Ann ha pochi dialoghi per la prima metà del film. Assorbe silenziosamente gli insulti e i complimenti di chi la circonda. Allen (Scott Cohen) e Chris (Babak Tafti) sono i protagonisti maschili della sua vita e, sebbene non potrebbero essere più diversi, ognuno lascia qualcosa a desiderare. Sulla carta, Chris è la persona con cui la vita dice che dovrebbe finire, ma raramente è così semplice.

Ann potrebbe sentirsi a disagio in molti aspetti della sua vita, ma è disposta a provare qualsiasi cosa per trovare ciò che sta cercando e non giudica i suoi sforzi o quelli di chiunque altro. Sebbene le finestre che entriamo nella vita di Ann siano poche e lontane tra loro, sono comunque sufficienti per tracciare la traiettoria della sua vita e sperimentare il tempo che passa come fa lei. Il film è suddiviso in sezioni, tutte intitolate con i nomi degli uomini che vede. Questo punto è evidenziato da quanto tempo ci vuole prima di sentire un personaggio pronunciare il suo nome.

Arnow normalizza in modo impeccabile l'imbarazzo e il disagio che possono accompagnare il sesso mentre prende in giro il fatto che, indipendentemente da ciò in cui si trova un individuo, sarà sempre estraneo a qualcun altro.

Questo film non è per tutti, e la nudità prolungata e le rappresentazioni del BDSM potrebbero non convincere immediatamente tutti i membri del pubblico che la storia è per loro. Tuttavia, questa finestra sulla vita di qualcuno non è diversa da qualsiasi altra rappresentazione ed esplorazione della sessualità sullo schermo. Arnow normalizza in modo impeccabile l'imbarazzo e il disagio che possono accompagnare il sesso mentre prende in giro il fatto che, indipendentemente da ciò in cui si trova un individuo, sarà sempre estraneo a qualcun altro. Non si tratta esattamente degli atti in sé, ma del senso di intimità che creano.

Mentre gli uomini che Ann fa entrare brevemente nella sua vita giocano un ruolo di primo piano nel film, i suoi genitori e sua sorella (Alysia Reiner) non dovrebbero essere trascurati come personaggi straordinari che indicano la vita che Ann vive quando le telecamere sono spente. I genitori di Ann sono interpretati dai veri padre e madre di Arnow, il che si presta alle influenze documentaristiche del film. Arnow ha lavorato in passato nel campo dell'autofiction e del documentario, che emerge e crea una forte miscela di stili di genere. Il tempo che Ann trascorre con i suoi genitori sembra quasi più intimo di quando si toglie i vestiti.

La sensazione che il tempo per fare qualcosa sia passato (2023) Commedia

Regista Joanna Arnow Data di uscita 26 aprile 2024 Studio(s) Magnetic Labs, Ravenser Odd, Nice Dissolve Distributore(i) Magnolia Pictures Scrittori Joanna Arnow Cast Joanna Arnow, Scott Cohen, Babak Tafti, Michael Cyril Creighton, Alysia Reiner, Keith Poulson, Peter Vack Durata 87 minuti Genere principale Commedia

Si dice di più nei silenzi del film che nei dialoghi

Rende ogni riga di The Feeling That the Time for Doing Something Has Passed ancora più toccante

La sensazione che il tempo per fare qualcosa sia passato utilizza liberamente le vignette e lo stile visivo ne evidenzia i silenzi prolungati. Gli spettatori dovrebbero restare fino alla fine dei titoli di coda, poiché si tratta della ripresa più lunga del film con due personaggi seduti in completo silenzio. Nel complesso, le riprese sono lunghe, la telecamera rimane in gran parte ferma e le inquadrature sono sufficientemente ampie da far percepire la disconnessione tra Ann e l'ambiente circostante. È uno stile di regia tranquillo e discreto, ma è intenzionale nel suo isolamento di Ann, così come del pubblico.

Sebbene l'ambientazione e la storia di The Feeling That the Time for Doing Something Has Passed ricordino film e spettacoli che abbiamo visto prima, è difficile fare paragoni con qualcosa di preesistente. Arnow non è debilitato dall'autocoscienza della varietà da giardino. Questa obiettività consente al film di essere consapevole di sé in un modo che non sembra stanco e sovraccarico con troppi riferimenti ironici e ammiccamenti estenuanti alla telecamera. Ci sono momenti in cui è difficile osservare il mondo solitario di Ann, perché può diventare fin troppo familiare, ma una volta che ci ha invitato a entrare, è difficile distogliere lo sguardo.

The Feeling That the Time for Doing Something Has Passed sarà disponibile in sale selezionate il 26 aprile.


Potrebbe interessarti

Recensione di Infested: un film horror sui ragni mi ha fatto sentire come se fosse di nuovo il 2020
Recensione di Infested: un film horror sui ragni mi ha fatto sentire come se fosse di nuovo il 2020

Riepilogo Infested è più di una semplice caratteristica delle creature: è un pezzo corale incentrato sui personaggi sul disastro e sulla comunità. Il film esplora temi dell’era pandemica come l’isolamento e la quarantena, insieme alla violenza della polizia e alla discriminazione razziale. Sebbene i ragni di Infested siano terrificanti, la vera fonte di tensione deriva […]

Recensione di Cash Out: John Travolta negozia con la sua ex amante in una divertente rapina d'azione Caper Gone Wrong
Recensione di Cash Out: John Travolta negozia con la sua ex amante in una divertente rapina d'azione Caper Gone Wrong

Riepilogo La relazione interrotta tra Mason e Amelia costituisce il nucleo emotivo di Cash Out. Il cast di supporto è fantastico, ma i personaggi sono unidimensionali. Nonostante sia prevedibile, Cash Out è divertente, con spazio per un potenziale franchise d'azione. Essendo la storia di un criminale in pensione costretto a fare un ultimo lavoro, non […]