Asiatica Film Mediale

La presa in giro del retroscena di Gus Fring potrebbe creare il prossimo spinoff di Breaking Bad

La presa in giro del retroscena di Gus Fring potrebbe creare il prossimo spinoff di Breaking Bad
Debora

Di Debora

30 Maggio 2022, 15:13


Una frase della sesta stagione di Better Call Saul anticipa un altro potenziale spin-off di Breaking Bad: Better Ring Fring è all’orizzonte? Affermare che Better Call Saul ha evitato tutti i problemi che gli spin-off televisivi tipicamente sopportano sarebbe un grosso eufemismo. Il prequel di Jimmy McGill ha fornito organicamente il progetto per espandere un franchise senza offuscare la sua eredità. Al momento in cui scrivo, non sono stati annunciati altri spin-off di Breaking Bad a parte l’animato Slippin’ Jimmy (che puoi prendere con un forte pizzico di sale), ma altre idee sono state proposte. Il primo di questi è un prequel di Gus Fring.

Giancarlo Esposito ha ripetutamente espresso interesse per uno spin-off basato su Gus nel corso degli anni, mantenendo l’origine del suo personaggio e l’ascesa al potere con abbastanza intrighi da giustificare ulteriori esplorazioni. Vince Gilligan e Peter Gould (showrunner di Better Call Saul) non hanno menzionato piani specifici per più materiale, ma lasciano sempre aperta quella porta quando vengono interrogati su ulteriori spin-off nelle interviste, ammettendo che più storie rimangono non raccontate nel mondo di Walter White e Saul Goodman.

Better Call Saul stagione 6, episodio 7 rilascia una briciola di pane vitale per un prequel di Gustavo Fring che forse seguirà un giorno. “Plan & Execution” vede Fring partecipare a un evento di beneficenza per conto di Los Pollos Hermanos. Dopo aver consegnato una cospicua donazione a Youth Development Inc., un giornalista chiede perché Gus abbia scelto questa specifica causa per sostenere. Con genuina autenticità nella sua voce, Gus risponde: “Penso alla guida che ho avuto da bambino”. Aspetta, di quale “guida” sta parlando Gus qui? Nella stagione 4 di Better Call Saul, abbiamo appreso come un bambino di 7 anni Gus viveva in estrema povertà con i suoi fratelli, costretto a coltivare i propri frutti solo per sopravvivere. Certamente non suona come un bambino che ha avuto molti modelli di ruolo da adulti, ma la risposta di Fring al giornalista suona più personale di qualche battuta di pubbliche relazioni inventata a beneficio della stampa. La presa in giro di una misteriosa “guida” che Gus Fring conosceva da giovane sembra sia significativa che perfetta per l’esplorazione dello spin-off.

L’ultimo suggerimento sul retroscena di Fring si complimenta anche con altre briciole di pane sparse in Better Call Saul e Breaking Bad. Sappiamo che Fring ha sviluppato un legame per tutta la vita con Peter Schuler a Santiago quando sono scappati insieme da una situazione pericolosa, ma non abbiamo idea di come si siano conosciuti, né del perché la loro collaborazione sia così forte. Schuler potrebbe benissimo essere chi intende Gus quando menziona “la guida che ho avuto da bambino”. La quinta stagione di Better Call Saul ha rivelato che Schuler era una via di mezzo tra un fratello maggiore e una figura paterna per Gus (uno zio criminale e simpatico?) e condividono chiaramente una lunga storia di cui lo spettatore non è a conoscenza. Breaking Bad si è già aggiunto all’enigma di Gus Fring suggerendo che la sua intera identità è una bugia, senza alcuna traccia di un “Gus Fring” in Cile. Lasciando cadere queste piccole prese in giro sul passato di Gus Fring, Better Call Saul crea solo anticipazione – intenzionalmente o meno – per vedere quella storia svolgersi completamente in uno spin-off futuro.

La scena delle donazioni di beneficenza di “Plan & Execution” della sesta stagione di Better Call Saul potrebbe anche alludere al retroscena di Gus Fring in modo più ampio. Quando Mike si è lasciato aggredire gravemente nella quinta stagione di Better Call Saul, Gus lo ha mandato in un villaggio messicano con una fontana dedicata al suo defunto partner. Mike ha appreso che Gus stava finanziando questo accordo separatamente dalle sue attività illegali e quella rivelazione implicava che il lavoro umanitario di Fring non riguardava solo il mantenimento della facciata di Los Pollos Hermanos come attività legittima. Gus ha un genuino desiderio di aiutare coloro che altrimenti vivrebbero in povertà. La generosa donazione che fa in “Plan & Execution” (un evento a cui partecipa nonostante la minaccia rappresentata da Lalo Salamanca) serve come ulteriore prova che la filantropia di Gus è guidata da qualcosa del suo passato, qualunque esso sia.

Sebbene Better Call Saul sembri un punto di arrivo naturale per il franchise di Breaking Bad in generale, Vince Gilligan e Peter Gould hanno già sfidato le aspettative con uno spinoff. Se alla fine dovesse accadere un prequel di Gus Fring, hanno più che guadagnato il beneficio del dubbio del pubblico.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

I futuri cameo di Star Wars di Obi-Wan Kenobi presi in giro dal regista
I futuri cameo di Star Wars di Obi-Wan Kenobi presi in giro dal regista

Attenzione: contiene SPOILER di Obi-Wan Kenobi episodio 1 e 2 La regista di Obi-Wan Kenobi, Deborah Chow, anticipa i futuri cameo di Star Wars nell’ultima serie Disney+ del franchise. Ambientato 10 anni dopo la caduta della Repubblica in Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith, il nuovo spettacolo vede Kenobi (Ewan McGregor) vivere […]

Paura di The Walking Dead "Amina" Il titolo fa riferimento a un personaggio principale morto
Paura di The Walking Dead "Amina" Il titolo fa riferimento a un personaggio principale morto

Cosa significa “Amina” nella stagione 7 di Fear The Walking Dead e come si collega a un personaggio morto delle stagioni passate? Fear The Walking Dead dice addio a un membro del cast originale in “Amina”, mentre Alicia Clark di Alycia Debnam-Carey si separa dai suoi compagni sopravvissuti e si dirige verso l’ignoto da sola […]