Notizie FilmLa nuova rivelazione sulla parentela di Rey peggiora il...

La nuova rivelazione sulla parentela di Rey peggiora il colpo di scena di Palpatine di Skywalker

-


Un nuovo dettaglio sui piani per i genitori di Rey nella trilogia del sequel di Star Wars serve a rendere l’eventuale rivelazione di Star Wars: The Rise of Skywalker che è la nipote dell’Imperatore Palpatine ancora peggio. La domanda su chi siano i genitori di Rey è appesa all’intera trilogia del sequel, introdotta come una grande scatola misteriosa (non aperta) da JJ Abrams in Star Wars: The Force Awakens. I tentativi di rispondere si sarebbero rivelati divisivi: Star Wars: The Last Jedi ha detto che non era nessuno, alle accuse di aver buttato via il setup; The Rise of Skywalker l’ha resa una Palpatine, che sembrava un tiro al tappeto.

Quest’ultimo è stato confermato come corretto, almeno in una certa misura. Daisy Ridley ha risposto alla controversia su Rey Palpatine e ha rivelato che il personaggio di “nessuno” in realtà non proveniva da Rian Johnson come si pensava, ma faceva parte del piano originale di Abrams e quindi “non era solo The Last Jedi dove questo era il messaggio”. Parte del problema con la trilogia del sequel era che non aveva una visione o un piano generale, con il risultato che i tre film mancavano di coesione, e questa rivelazione lo evidenzia ulteriormente.

Rey originariamente non essendo nessuno fa peggiorare il colpo di scena di Palpatine di Skywalker

Star Wars: The Rise of Skywalker riportare in vita l’Imperatore Palpatine non faceva parte del piano. Non c’era una configurazione chiara né in Star Wars: The Force Awakens né in Star Wars: The Last Jedi, ed era assente nella versione di Colin Trevorrow di Star Wars 9, intitolata Duel of the Fates. Palpatine è tornato quando Abrams lo ha fatto, con Lucasfilm che cercava di correggere la rotta dopo il contraccolpo di The Last Jedi, e Rey essendo la nipote di Palpatine è venuta con lui. Per questo motivo, sembrava già una rivelazione degna di un gemito e strabiliante: un colpo di scena economico destinato a servire i fan scontenti e a collegare la saga di Skywalker in modo più completo.

Anche se Rey Palpatine non era bravo allora e chiaramente non era il piano, sapere che Rey “Nessuno” era il piano lo rende ancora peggiore. Non solo era una rotta corretta, ma si stava allontanando da una delle poche cose che apparentemente erano state impostate e volute fin dall’inizio. Rimanere con Rey come nessuno in The Rise of Skywalker avrebbe potuto fornire una linea molto più chiara attraverso la trilogia del sequel. Conoscere Rey è una rovina di Palpatine che nella parte finale, e fa sì che il suo arco narrativo sia molto più sconnesso e confuso di quanto avrebbe dovuto essere. Il fatto che si sia rivelato anche controverso è stato già abbastanza grave, ma questo dimostra quanto fosse inutile.

Rey “No One” proveniente da Abrams dimostra che gli ultimi Jedi non si sono riconciliati Force Awakens

Sebbene ci siano spesso accuse al riguardo, The Last Jedi non ha riconciliato The Force Awakens. JJ Abrams ha sollevato molte domande ma non ha dato risposte, il che significa che tutto era aperto a Rian Johnson per andare nella direzione che voleva. La sua apparente chiusura delle teorie dei genitori di Rey è stata vista come una contraddizione con The Force Awakens. Non è mai stato così, perché in verità non c’era nulla da contraddire davvero, ma la rivelazione del piano del lignaggio di Rey conferma che non solo non l’ha ricollegato, ma ha continuato direttamente la storia nel modo corretto.

Questo era vero per molti elementi – dopotutto, è stato Abrams a decidere di far sparire Luke Skywalker nei sequel e di essere bloccato su un’isola che era quasi impossibile da trovare – ma è particolarmente interessante con i genitori di Rey. Con molte possibilità apparentemente aperte in The Last Jedi, il fatto che Rey non fosse nessuno sembrava una scelta audace data la pletora di personaggi di Star Wars a cui farla imparentare (non solo Palpatine ma Skywalker, Solo e Kenobi erano tutti plausibili). Si è comunque avvicinato ad esso in modi che hanno sfidato il personaggio, ma sapere che era sempre il piano rende l’impostazione di The Force Awakens migliore col senno di poi, ma tutto ciò viene annullato da The Rise of Skywalker.

The Force Awakens ha creato Rey Nobody (quindi Abrams invertirlo è più strano)

Non solo il piano per Rey di essere un nessuno è venuto da JJ Abrams, ma le sue briciole possono effettivamente essere viste in Star Wars: The Force Awakens. La chiave è Maz Kanata, che dice a Rey: “Chiunque tu stia aspettando su Jakku, non tornerà… L’appartenenza che cerchi non è dietro di te. È davanti.” Questo può almeno essere interpretato come un grande indizio che Rey non è nessuno, perché le persone che sta aspettando sono i suoi genitori. Liquidarli come “chiunque” e dire che non torneranno significa che non possono essere personaggi conosciuti dal pubblico; l’appartenenza che cerca di essere avanti significa che dovrà forgiare la propria identità.

Detto questo, è ancora più strano che Abrams abbia deciso di riconciliare i genitori di Rey in The Rise of Skywalker. Anche se parte del punto del suo ritorno era apparentemente quello di rimettere in carreggiata i sequel dopo che The Last Jedi ha apparentemente fatto deragliare le cose, percorrere la strada di Palpatine non lo raggiunge affatto e invece va contro di esso. Mostra inoltre che è stata una mossa disperata, il risultato del fatto che la Disney ha premuto il pulsante del panico piuttosto che fare ciò che era giusto per la storia e Rey come personaggio.

Rey essere un nessuno è sempre stata la scelta migliore

Che provenisse da JJ Abrams o Rian Johnson, il fatto che Rey non fosse nessuno è sempre stata la scelta migliore rispetto al suo essere Palpatine, Kenobi, Skywalker, Binks, Crumb, Sleazebaggano o qualsiasi altra cosa con connessioni con Star Wars. Questo non perché sovverte le aspettative del pubblico (anche se lo ha fatto), ma perché sovverte le stesse aspettative di Rey. Parte alla disperata ricerca del suo posto nella galassia di Star Wars e, credendo di provenire da un posto speciale, trapianta quelle speranze nella sua relazione con Han Solo, e si può vedere nel suo desiderio di trovare e lavorare con Luke Skywalker. Rey proveniente da una potente linea di sangue è ciò che vuole; il suo essere nessuno è la svolta più devastante possibile.

L’impegno di The Rise of Skywalker in questo rende la trilogia del sequel nel suo insieme molto più forte. Il desiderio per la scoperta dei suoi genitori, la schiacciante rivelazione che non erano nessuno, e poi il superamento per dimostrare che il grande potere non è solo qualcosa di ereditato è il viaggio di un eroe completo. Si lega ai temi centrali di Star Wars e li rafforza, mostrando che chiunque può essere un eroe, che è esattamente ciò che dovrebbe rappresentare non solo per gli altri personaggi della galassia (vedi: Broom Boy), ma anche per il pubblico.

Star Wars: The Rise Of Skywalker che termina con Rey Skywalker in realtà ha un senso logico come parte di questo. Dopotutto, l’intero viaggio di Rey riguardava la sua identità, quindi, dopo aver scoperto di non averne una, rivendicarla come sua e continuare la sua eredità, ma trasformarla in qualcosa di nuovo che si estende oltre l’unica linea di sangue speciale, è un svolta adatta e persino stimolante per il suo personaggio. Ma farglielo fare dal punto di partenza di essere già parte di un lignaggio onnipotente lo indebolisce, rendendo la scelta meno incisiva poiché la sua identità era già in qualche modo definita e facendo sentire la galassia più piccola avendo i suoi più grandi eroi e cattivi tutti ristretti. fino allo stesso pool di persone.

Ultime News

Il collegamento segreto di Lockwood & Co con Spider-Man rende la trama ancora migliore

Lockwood & Co. di Netflix ha un'improbabile connessione con l'MCU che rende la serie ancora più divertente di...

La storia della seconda stagione di mercoledì dovrebbe diventare internazionale, afferma l’attore di Enid

La stagione 2 di mercoledì dovrebbe diventare internazionale, secondo l'attrice di Enid Emma Myers. Nella serie Netflix...

Avatar: Way of Water supera Titanic al terzo posto di tutti i tempi al botteghino d’oltremare

Il botteghino di Avatar: The Way of Water ha superato Titanic nei mercati esteri. Il film vede...

Piani familiari orgogliosi dal vivo presi in giro dal produttore esecutivo

Il produttore esecutivo Ralph Farquhar rivela i piani precedenti per una versione live-action di The Proud Family. ...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te