Asiatica Film Mediale

La linea “Second Sons” di Corly rivela 2 importanti paralleli di Game Of Thrones

La linea “Second Sons” di Corly rivela 2 importanti paralleli di Game Of Thrones
Debora

Di Debora

30 Agosto 2022, 20:00


L’affermazione di Corlys Velaryon in House of the Dragon secondo cui lui e Daemon Targaryen sono i secondi figli del regno rivela importanti parallelismi con Game of Thrones. La serie prequel è iniziata alla grande dopo aver mandato in onda solo due episodi con le trame e gli schemi per chi succederà a Viserys sul Trono di Spade che già iniziano a prendere forma. House of the Dragon si svolge 170 anni prima degli eventi de Il Trono di Spade e sta iniziando a rivelare alcuni affascinanti parallelismi tra due improbabili personaggi.

Alla conclusione dell’episodio 2 di House of the Dragon, le tensioni stanno davvero iniziando a crescere tra Viserys, Daemon, Rhaenyra e Corlys. Viserys sconvolse il piccolo consiglio affermando che avrebbe sposato Alicent Hightower invece della figlia di Corlys Velaryon, Laena. Corlys vede questo come un affronto e cerca Daemon con una proposta per dimostrare il loro valore. È durante questo incontro con Daemon che Corlys afferma: “Siamo i secondi figli del regno, Daemon. Il nostro valore non è dato. Deve essere creato”.

L’affermazione di Corlys di essere i secondi figli è un riferimento diretto alla compagnia di mercenari nelle Città Libere di Essos con il nome di Second Sons. Gli spettatori potrebbero ricordare i Second Sons come il gruppo di mercenari guidato da Daario Naharis che si unisce a Daenerys Targaryen nella terza stagione di Game of Thrones, episodio 8, “Second Sons”. Quell’episodio vide anche Tyrion Lannister, un altro secondo figlio, sposare Sansa Stark. Insieme a questi parallelismi, il più forte è tra quello di Daemon e Stannis Baratheon. Daemon e Stannis sono entrambi i secondi figli e fratelli del re. Sono anche entrambi basati a Dragonstone e, soprattutto, entrambi si sono sempre sentiti sottovalutati dai loro fratelli e insultati per non essere stati nominati Mano del Re.

Cosa significano i paralleli “Second Sons” di Corlys e Daemon

Questi parallelismi sul secondo figlio potrebbero essere indizi su dove porteranno gli eventi di House of the Dragon. Daemon e Corlys hanno formato una squadra e sono sicuramente sulla buona strada per combattere una guerra contro il Crabfeeder nelle Stepstones e nelle Free Cities. Anche la compagnia di mercenari Second Sons può svolgere un ruolo in questa guerra poiché è spesso coinvolta nelle battaglie che coinvolgono le Città Libere. Resta da vedere se i parallelismi tra Daemon e Stannis continueranno o se si fermeranno alle attuali somiglianze dei secondogeniti che si sentono disprezzati dal loro fratello re per non essere stato nominato Primo Cavaliere del Re. Stannis alla fine non è mai diventato re in Game of Thrones ed è stato ucciso in battaglia, il che potrebbe prefigurare il futuro di Daemon.

Poiché House of the Dragon è una serie prequel di Game of Thrones, ci saranno sicuramente più parallelismi tra i due spettacoli. Corlys Velaryon e Daemon Targaryen che affermano di essere i secondi figli del regno potrebbe essere un indizio importante per il loro destino nei prossimi episodi. Daemon sta cercando di dimostrare il suo valore e rivendicare la sua pretesa di legittimo erede al Trono di Spade, proprio come ha fatto Stannis in Il Trono di Spade. Forse Daemon alla fine soccomberà alla sua stessa sorte.

Nuovi episodi di House of the Dragon in onda le domeniche su HBO e HBO Max.


Potrebbe interessarti

L’attore She-Hulk lancia un’ombra da avvocato a Daredevil
L’attore She-Hulk lancia un’ombra da avvocato a Daredevil

She-Hulk: Steve Coulter del procuratore legale prende in giro Daredevil di Charlie Cox, paragonando gli imponenti uffici di GLK&H a quelli di Nelson & Murdock. È stato confermato che Cox apparirà come Daredevil nei futuri episodi della serie Disney+. She-Hulk: Attorney at Law ha debuttato su Disney+ il 18 agosto 2022 e trasmette nuovi episodi […]

Netflix è stato citato in giudizio per diffamazione per aver inventato la serie di Anna
Netflix è stato citato in giudizio per diffamazione per aver inventato la serie di Anna

Il gigante dello streaming, Netflix, è attualmente citato in giudizio dall’ex editore di foto di Vanity Fair Rachel Williams per diffamazione sulla serie televisiva Inventing Anna. Creata da Shonda Rhimes, la serie racconta la storia di Anna Sorokin (Julia Garner), una giovane donna di origine russa che ha ingannato i membri dell’alta società di New […]