Notizie FilmLa giuria dei Golden Horse Awards sarà guidata dallo...

La giuria dei Golden Horse Awards sarà guidata dallo studioso di cinema di Taiwan Huang Jianye

-

- Advertisment -spot_img


Lo studioso di cinema ed ex direttore dell’Archivio Cinematografico di Taiwan Huang Jianye presiederà la giuria della 58esima edizione dei Golden Horse Awards di Taipei, ha detto mercoledì il festival.

I premi stanno entrando nel terzo anno senza partecipanti dalla Cina, dopo che un controverso discorso di premiazione nel 2018 includeva menzioni all’indipendenza di Taiwan. I commenti hanno portato Pechino a ordinare ai suoi cittadini di fare una precipitosa ritirata quell’anno e imporre il divieto di partecipare a quelli che una volta erano conosciuti come gli Oscar dell’Asia.

Senza la presenza della Cina, i Golden Horse Awards si sono ridotti di portata, ma continuano ad andare avanti. Le proiezioni del festival inizieranno l’11 novembre in vista della cerimonia di premiazione del 27 novembre a Taipei.

Quest’anno Huang farà parte della giuria insieme al produttore giapponese Osaka Fumiko, frequente collaboratore di Hou Hsiao-hsien e Jia Zhangke; il produttore Lee Lieh (“Jump! Ashin”, “Detention”); il regista Chen Yu-Hsun (“My Missing Valentine”); il regista taiwanese di film e TV Yang Ya-che (“Girlfriend, Boyfriend”), il regista e sceneggiatore malese Chong Keat-aun; la presidente della Hong Kong Film Critics Society Cecilia Wong Lai-ming; lo sceneggiatore e produttore Lu Shih-yuan (“Dear Ex”); Il regista taiwanese-americano Arvin Chen (“Au Revoir Taipei”); il regista d’animazione Joe Hsieh (“Night”); l’attore e regista Hsu Chieh-Huei; il direttore artistico Huang Wenying; il sound designer Dennis Tsao (“Detention”, “Days”); l’autore e conduttore televisivo Ma Shih Fang e Tan Jiliang, capo tecnico delle luci di Hou.

Nel frattempo, l’attrice cinese-americana Bai Ling, l’attrice malese Angelica Lee (“Il giardino delle nebbie della sera”) e il comico di Singapore Mark Lee saranno tra i pochi ospiti presenti all’evento da oltreoceano, e serviranno come presentatori dei premi.

Bai è stata candidata l’anno scorso come miglior attrice al festival per il suo lavoro in “Abortionist”, mentre Mark Lee ha vinto il premio come miglior attore per il suo ruolo di drag queen nel dramma comico “Number 1”.

Quest’anno, il dramma dei senzatetto di Hong Kong “Drifting” guida il gruppo dei candidati con 12 nomination tra cui miglior film narrativo, miglior regista, miglior attore e miglior sceneggiatura adattata. Altri titoli di punta sono “The Falls”, “Till We Meet Again” e il thriller poliziesco “The Soul”, ognuno dei quali ha ricevuto 11 nomination.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest news

Benedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di “The Power of the Dog”.

Non solo Benedict Cumberbatch si è sottoposto all'analisi dei sogni per prepararsi al suo ruolo in "Il potere...

Deckert raccoglie il titolo della competizione IDFA “Eat Your Catfish

L'agente di vendita internazionale Deckert Distribution ha acquisito i diritti mondiali di "Eat Your Catfish", diretto da Adam...

‘Essere i Ricardos’: Nicole Kidman nel ruolo di Lucille Ball

Being the Ricardos" di Aaron Sorkin ha conquistato il Westwood Village sabato sera, quando sia la stampa che...

Recensione di ‘Sing 2’: Un bis ingraziante per il toon degli animali canterini

Buster Moon ha un sogno: essere il koala di maggior successo nello showbiz. In "Sing", è riuscito a...
- Advertisement -spot_imgspot_img

Frances McDormand potrebbe fare la storia degli Oscar per la ‘Tragedia di Macbeth

A24 e Apple Original Films fanno il doppio lavoro sull'adattamento di William Shakespeare de "La tragedia di Macbeth"...

Il vincitore ungherese del premio MTV sulla vita sotto la legge LGBTQ del paese

Viktória Radványi, la vincitrice ungherese degli MTV EMAs Generation Change Award, ha rivelato un quadro straordinario della vita...

Must read

- Advertisement -spot_imgspot_img

You might also likeRELATED
Recommended to you