Asiatica Film Mediale

La finta febbre di Alicia è peggio della polemica su Glenn di Walking Dead

La finta febbre di Alicia è peggio della polemica su Glenn di Walking Dead
Debora

Di Debora

30 Maggio 2022, 03:15


The Walking Dead ha causato grandi polemiche con la sua finta morte di Glenn, ma la trama della febbre di Fear The Walking Dead di Alicia potrebbe averla superata. Le morti e le controversie dei personaggi sono compagni di letto naturali e The Walking Dead si è trovato in un punto di fastidio post-apocalittico con “Grazie” della sesta stagione. Il famoso Glenn Rhee di Steven Yeun è stato catturato nel mezzo di una mandria di non morti e, quando gli zombi sono scesi sul suo corpo prono, la morte sembrava inevitabile. Quattro episodi dopo, apprendiamo che Glenn è stato protetto dal cadavere del suo compagno ed è riuscito a scivolare al sicuro sotto un cassonetto. La reazione al falso è stata sostanzialmente negativa e la scena è stata citata come un fattore che ha contribuito al declino del pubblico di The Walking Dead.

Alicia Clark ha vissuto un periodo altrettanto difficile nella stagione 7 di Fear The Walking Dead. Un morso del senatore zombificato Vasquez ha costretto Alicia ad amputarle il braccio. Il trucco le ha impedito con successo di diventare non morta, ma ha lasciato Alicia con una febbre permanente con cui è rimasta bloccata dall’inizio della stagione 7 di Fear The Walking Dead. Poiché gli antibiotici si rivelano inefficaci, Alicia si convince che la sua malattia sia il virus degli zombi che sta lentamente prendendo piede e le sue condizioni peggiorano gradualmente fino ad “Amina”, dove riesce a malapena a camminare senza aiuto. Quindi Fear The Walking Dead fa un tuffo nella plausibilità. Alicia dice addio, decidendo di usare i suoi ultimi giorni per aiutare gli estranei alla Torre. Saluta le sue amiche, crolla sulla spiaggia… poi si risveglia completamente guarita con il suo sudato trucco “Non sto bene” sostituito da una più sana sfumatura di pesca.

Fear The Walking Dead lascia la sopravvivenza di Alicia frustrantemente aperta all’interpretazione. “Amina” suggerisce che la febbre sia scesa naturalmente, come sottolinea il sé più giovane di Alicia, “Non è la febbre ciò che ucciderà l’infezione?” In alternativa, Alicia potrebbe essere morta sulla spiaggia e la sua miracolosa guarigione non è reale (sebbene il paradiso che assomigli a un’apocalisse di zombi nucleari non se ne tenga conto). Qualunque sia la scienza, lo svanire della febbre di Alicia è concepito come un momento simbolico. L’obiettivo principale della protagonista durante la stagione 7 di Fear The Walking Dead è stato quello di proteggere la sua gente, facendo in modo che tutti i loro sacrifici abbiano un significato. Ci riesce (più o meno?) quando i suoi amici remano sull’acqua in zattere, quindi il sollevamento della febbre è quasi una metafora del peso del sollevamento di responsabilità. Tuttavia, il falso di Alicia fa sembrare l’incidente del “dumpstergate” di The Walking Dead piuttosto banale al confronto…

Non c’è modo di aggirarlo: fingere di uccidere Glenn era una forma scadente da parte di The Walking Dead. Il cliffhanger è stato un tiro al tappeto eseguito a buon mercato che ha aggiunto poco alla trama. L’improbabile fuga di Alicia dalla morte commette gli stessi peccati del cassonetto, ma su scala più ampia. Una critica frequente alla finta morte di Glenn è stata il modo in cui The Walking Dead ha trascinato il suo destino in quattro interi episodi. Se il cliffhanger fosse stato risolto la prossima settimana, The Walking Dead avrebbe potuto farla franca solo con alcuni gemiti delusi. Fear The Walking Dead ha propagandato la frase “Alicia’s gonna die” per oltre metà stagione, facendo sembrare la finta di Glenn decisamente rapida.

Anche The Walking Dead ha subito un contraccolpo a causa della natura insensata della sopravvivenza di Glenn. Il cadavere di Nicholas ha opportunamente protetto il personaggio di Steven Yeun dai morsi di zombi, poi Glenn è riuscito a tirarsi sotto il cassonetto nonostante tutto quel peso, almeno improbabile. Ancora una volta, Fear The Walking Dead va meglio con Alicia. In qualche modo, questo personaggio ha sopportato una febbre costante per mesi e, sebbene tutti i normali farmaci abbiano fallito, un pisolino in spiaggia fa il trucco. la finta sospensione dell’incredulità di Glenn; Alicia lo abbandona completamente.

Ma forse il problema più grande con il modo in cui Fear The Walking Dead risolve la febbre di Alicia è che la trama sembrava davvero portare da qualche parte. Forse Alicia stava vivendo un fenomeno mai visto prima del virus zombi. Forse la sua disperata ricerca di una cura ha portato Fear The Walking Dead verso una comunità più avanzata come PADRE o il CRM. La febbre potrebbe essere stata semplicemente il modo in cui Alicia ha incontrato la sua fine. Alla fine, tuttavia, la febbre era solo… niente: simbolismo nella migliore delle ipotesi, un falso che prometteva molto di più nella peggiore. Nonostante tutti i problemi dietro la controversia sui cassonetti di Glenn, The Walking Dead ha almeno segnalato le sue intenzioni non dando a Steven Yeun il tradizionale saluto di Talking Dead e posizionando il cassonetto in modo abbastanza evidente in modo che gli spettatori potessero teorizzare come Glenn potrebbe scappare.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Stranger Things: come Freddy Krueger, Pinhead e Pennywise hanno ispirato Vecna
Stranger Things: come Freddy Krueger, Pinhead e Pennywise hanno ispirato Vecna

Questo articolo contiene spoiler minori per Stranger Things stagione 4. Matt e Ross Duffer spiegano come i leggendari cattivi dell’orrore degli anni ’80, come Freddy Krueger, Pinhead e Pennywise, abbiano ispirato Vecna, il cattivo della quarta stagione di Stranger Things. L’omaggio dei fratelli Duffer alle produzioni Amblin della vecchia e della nostalgia degli anni ’80 […]

Quanto dell’episodio 3 della moglie di Time Traveller è tratto dal libro?
Quanto dell’episodio 3 della moglie di Time Traveller è tratto dal libro?

Avvertimento: Spoiler per l’episodio 3 di The Time Traveller’s Wife e breve discussione sull’aggressione sessuale. L’episodio 3 di The Time Traveller’s Wife sorprenderà gli spettatori che hanno familiarità solo con la storia dell’adattamento cinematografico del 2009, ma la trama è in realtà tratta direttamente dal libro. Ispirato al romanzo d’esordio bestseller di Audrey Niffenegger, l’adattamento […]