Notizie FilmLa Disney ha trasformato Star Wars in un franchise...

La Disney ha trasformato Star Wars in un franchise transmediale pionieristico

-


Star Wars della Disney si è evoluto in un franchise transmediale pionieristico. Nel 2012, George Lucas ha venduto Lucasfilm alla Disney per 4,05 miliardi di dollari, di cui circa la metà in contanti e la metà in azioni Disney. L’allora CEO della Disney Bob Iger sperava da anni di acquisire la Lucasfilm, ma aveva evitato di spingere la questione, determinato a trattare il leggendario George Lucas nel modo più rispettoso possibile. Nella sua autobiografia, The Ride of a Lifetime, Iger ricorda una conversione a colazione con Lucas in cui lo sfidò; “Cosa succede lungo la strada? Non hai eredi che gestiranno l’azienda per te. Possono controllarla, ma non la dirigeranno. Non dovresti determinare chi protegge o porta avanti la tua eredità?”

I primi anni sono stati accidentati. La trilogia del sequel è iniziata bene con Star Wars: Il risveglio della forza, un film che ha giocato duramente la carta della nostalgia e ha incassato oltre $ 2 miliardi in tutto il mondo. Sfortunatamente la controversa accoglienza di Star Wars: Gli ultimi Jedi ha indotto Lucasfilm a compensare eccessivamente una correzione di rotta, portando a Star Wars: L’ascesa di Skywalker, stroncato dalla critica. Nel frattempo, i film antologi della Lucasfilm sono iniziati bene con Rogue One: A Star Wars Story, ma sono crollati dopo il fallimento al botteghino di Solo: A Star Wars Story. Rogue Squadron di Patty Jenkins – attualmente in uscita il 22 dicembre 2023 – sarà il primo nuovo film di Star Wars da Star Wars: L’ascesa di Skywalker nel dicembre 2019 – una pausa straordinariamente lunga dato che Lucasfilm aveva inizialmente pianificato che Star Wars diventasse un caposaldo del botteghino.

Considerato tutto questo, si è tentati di cancellare l’era Disney come una sorta di fallimento. Sarebbe un errore; dopotutto, anche contando polemiche e sottoperformance, i film di Star Wars hanno incassato poco meno di 6 miliardi di dollari al botteghino globale dal 2015. Inoltre, l’attenzione ai film oscura il vero successo della Disney; hanno trasformato Star Wars in un vero franchise transmediale.

Star Wars ha sempre riconosciuto il potenziale della transmedia

Star Wars potrebbe essere meglio conosciuto come un franchise di film di successo, ma in verità ha sempre riconosciuto il potenziale di altri mezzi; il primo romanzo tie-in ufficiale, Splinter of the Mind’s Eye di Alan Dean Foster, è stato pubblicato nel 1978, prima di The Empire Strikes Back. Tuttavia, è stato solo negli anni ’90 che il vecchio Universo Espanso ha davvero iniziato a formarsi, con la “trilogia di Thrawn” di Timothy Zahn che ha lanciato una serie di romanzi bestseller mentre fumetti come Dark Empire hanno continuato la storia della galassia di Star Wars in un altro mezzo anche. Ciò ha portato all’uscita di Shadows of the Empire nel 1996, un’iniziativa transmediale che ha intrecciato le narrazioni di un fumetto, un romanzo e un videogioco, con una propria colonna sonora. Shadows of the Empire era in anticipo sui tempi, prefigurando il focus transmediale che sta diventando comune quasi 30 anni dopo.

Quando la Disney ha acquisito Lucasfilm nel 2012, ha preso la controversa decisione di cancellare l’Universo Espanso dalla continuità, etichettandolo come “Leggende”. La decisione è stata comprensibile, perché cancellare la lavagna ha cancellato una continuità sempre più contorta e ha permesso loro di costruire ancora una volta sulle fondamenta che George Lucas aveva costruito attraverso i suoi film e programmi TV. Ma c’era una differenza tra l’approccio della Disney al canone e quello di Lucas; aveva adottato un approccio a più livelli al canone, con l’UE che si aspettava di adattarsi alle sue opere, ma la Disney ha insistito sul fatto che nella nuova continuità tutte le cose erano ugualmente canoniche. Non erano più i tie-in supplementari; ora, la storia principale potrebbe essere continuata in loro. Il potenziale di questo nuovo approccio è stato perfettamente dimostrato con l’uscita di Rogue One: A Star Wars Story, con un romanzo tie-in di James Luceno e un romanzo di Alexander Freed che amplia la narrazione e si rivela una lettura essenziale. Questi hanno accuratamente intrecciato la continuità della galassia di Star Wars in un insieme coeso, presentando una storia completa della costruzione della Morte Nera.

L’iniziativa Star Wars Transmedia ha dimostrato un enorme successo

Gli ultimi anni hanno visto Star Wars abbracciare il transmedia in un modo che fa sembrare addomesticati Shadows of the Empire e persino i libri che circondano Rogue One: A Star Wars Story. Lucasfilm ha riscontrato un particolare successo espandendosi sul piccolo schermo, producendo una serie di popolari programmi TV live-action e animati per Disney+. In effetti, The Mandalorian – il primo programma televisivo di Star Wars dal vivo – è stato lanciato insieme all’uscita negli Stati Uniti di Disney+, e la sua svolta a Baby Yoda è stata una delle principali cause del boom iniziale della piattaforma di streaming. Da allora Lucasfilm ha riportato Boba Fett, il preferito dai fan per il suo programma televisivo Disney+, e l’entusiasmo non potrebbe essere più alto per il prossimo Obi-Wan Kenobi, che sta riportando sia Ewan McGregor che Hayden Christensen, con Christensen che finalmente ha la sua occasione interpretare Darth Vader piuttosto che Anakin Skywalker. I personaggi si stanno intrecciando tra diversi mezzi, con la prima solo animata Ahsoka Tano ora interpretata da Rosario Dawson (e dovrebbe recitare nel suo programma televisivo Disney+), e anche figure minori di libri e fumetti stanno apparendo anche sul piccolo schermo.

Nel frattempo, Lucasfilm Publishing sta spingendo la propria iniziativa transmediale: Star Wars: The High Republic, che esplora lo stato della galassia centinaia di anni prima degli eventi di Star Wars: Episode I – The Phantom Menace. La narrativa generale è raccontata in romanzi, libri per giovani adulti, fumetti, audiolibri e persino nella prima serie manga di Star Wars in assoluto, e la storia è stata accuratamente coreografata per garantire che si intreccia quasi perfettamente tra i diversi mezzi. Non c’è mai stato niente di simile – e l’ambientazione dell’Alta Repubblica sembra ispirare altri, con un imminente programma televisivo Disney+ ambientato alla fine dell’era e persino un imminente gioco per computer di Star Wars che esplora l’era dell’Alta Repubblica. Il segreto del successo di Star Wars: The High Republic sembra essere la singolare visione che guida la sua storia, con Charles Soule in particolare che sembra essere la sua luce guida.

Transmedia di Star Wars è stato un successo fenomenale

È impossibile sopravvalutare il successo dell’approccio transmediale di Star Wars per Lucasfilm e, in effetti, per la Disney nel suo insieme. Secondo analisi di terze parti, The Mandalorian stagione 1 è stato lo spettacolo in streaming più popolare negli Stati Uniti a dicembre 2019, assicurando che il lancio di Disney+ fosse un successo; ha persino battuto i principali rivali di Netflix come The Witcher. La crescente attenzione alle narrazioni transmediali ha portato a un maggiore coinvolgimento con la piattaforma Disney+ nel suo insieme; quando The Mandalorian stagione 2 ha introdotto personaggi che erano apparsi in precedenza in programmi TV animati, ha portato a un aumento della domanda sia per Star Wars: The Clone Wars che per Star Wars Rebels (secondo Parrot Analytics, la domanda per Star Wars: The Clone Wars è aumentata di 104 percento durante la stagione 2 di The Mandalorian).

Nel frattempo, anche Star Wars: The High Republic è stato un successo e, in verità, una delle principali fonti di profitto per la Disney in un momento in cui le tradizionali fonti di reddito erano seriamente interrotte. Star Wars: The High Republic è diviso in tre fasi, la prima delle quali è appena giunta al termine; un fan, scrivendo su The Geeky Waffle, ha analizzato i numeri e si è reso conto che, poiché la storia si intreccia attraverso così tanti mezzi, chiunque avesse voluto seguire l’intera prima fase avrebbe speso $ 436,49 in un solo anno. Questo, più di ogni altra cosa, dimostra perché aziende come la Disney stanno investendo nella transmedia; riconoscono giustamente che si possono ricavare un sacco di soldi.

E la vera ironia, ovviamente, sta nel fatto che i fan amano il transmedia. Anche se è costoso impegnarsi, i fan che lo fanno sono ricompensati da un rapporto sempre più profondo con il franchise. Quando un maresciallo di Tatooine creato da Chuck Wendig appare nella seconda stagione di The Mandalorian, sanno chi è; quando il nome del Grand’ammiraglio Thrawn viene pronunciato nel post-Ritorno dell’era Jedi, sanno cosa significa. Quando Luke Skywalker incontra uno Jedi del passato in una visione della Forza, interagisce con qualcuno che riconoscono e possono collocare l’antico Jedi nella sua linea temporale personale; quando un audiolibro fa riferimento a una canzone inquietante, possono riconoscerne l’importanza e i poteri del lato oscuro a cui punta. Più i fili transmediali sono intrecciati, più gratificante sarà l’esperienza. E, naturalmente, più è redditizio per la Disney, sia in termini puramente finanziari sia per favorire il coinvolgimento con Disney+, una delle principali priorità aziendali. Quindi l’era Disney di Star Wars dovrebbe essere senza dubbio considerata un successo fenomenale.

Date di rilascio chiave Rogue Squadron (2023)Data di rilascio: 22 dicembre 2023

Ultime News

L’attore cattivo originale di Deadpool affronta il possibile ritorno di Deadpool 3

Ed Skrein, che ha interpretato il cattivo Ajax nel primo film di Deadpool, parla del suo potenziale ritorno...

Hocus Pocus 2 distrugge la strega madre di Hannah Waddingham (ma può cambiare)

Hocus Pocus 2 sottoutilizza enormemente il divertente personaggio di Hannah Waddingham, The Witch Mother, ma dovrebbe sfruttare l'enorme...

Ogni cameo in Bros spiegato e cosa significano

Avvertenze: contiene spoiler per Bros! La commedia romantica ha un cast principale forte e personaggi secondari, ma...

Il film di Bros ha speso $ 30.000 per un oggetto di scena finto (e si è tagliato)

La Universal's Bros ha speso $ 30.000 per un finto oggetto di scena e alla fine è stato...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te