Notizie FilmLa diagnosi errata di Lucasfilm di spettacoli personali sono...

La diagnosi errata di Lucasfilm di spettacoli personali sono in contatto con Star Wars

-


I tempi sono stati duri per Star Wars sul grande schermo ultimamente e l’incapacità di Lucasfilm di mantenere una solida lista teatrale mostra quanto il loro approccio ai film di Star Wars sia diventato fuori luogo. Numerosi progetti di Star Wars non hanno date di uscita, hanno subito ritardi multipli, sono stati ritardati a tempo indeterminato o sono stati completamente cancellati e la preoccupazione di Lucasfilm per le reazioni negative alle sue decisioni creative è una delle ragioni principali per cui stanno perdendo il contatto con il modo in cui dovrebbero avvicinarsi a Star Wars produzione cinematografica.

Lucasfilm una volta aveva un piano ambizioso per pubblicare almeno un nuovo film di Star Wars ogni anno, ma a seguito della reazione polarizzante a Star Wars: Gli ultimi Jedi e dell’accoglienza tiepida o negativa di Star Wars: L’ascesa di Skywalker, la conclusione eccessivamente sicura di Skywalker Saga, la lista dei film di Star Wars ha iniziato a scomparire al punto che c’è scetticismo su quale dei pochi film attualmente in fase di sviluppo vedrà effettivamente la luce del giorno. Il problema del film Star Wars di Lucasfilm è iniziato molto prima di Gli ultimi Jedi, però. Ogni singolo film Disney Star Wars, ad eccezione di Gli ultimi Jedi, ha avuto riscritture e riprese significative e molto pubblicizzate verso la fine della produzione mentre Lucasfilm ha cercato di adeguare la rotta in risposta alle critiche.

Sfortunatamente, concentrandosi sul servire una base di fan, il franchise rischia di diventare iterativo, eccessivamente autoreferenziale e fuori contatto con ciò che il marchio Star Wars doveva essere. Star Wars come sappiamo esiste a causa del rifiuto di fornire ai fan ciò che volevano, risultando in una delle più grandi faide della cultura pop, trattata in documentari come The People vs. George Lucas. Finché Star Wars darà la priorità al fascino di massa e al servizio dei fan rispetto a scelte creative audaci e rischi cinematografici che spingono i confini, il franchise cinematografico non sarà in contatto con gli stessi elementi che lo hanno reso un appuntamento fisso della cultura pop per oltre 40 anni.

La paura di Star Wars di riformulare i personaggi legacy fraintende il fallimento di Solo

In una recente intervista, la presidente della Lucasfilm Kathleen Kennedy ha affermato che la decisione di scegliere un nuovo attore per il ruolo di Han Solo è stata un errore: “Dovrebbero esserci dei momenti lungo la strada in cui impari le cose… Ora sembra così evidente che possiamo” Non farlo. Oltre alla mancanza di rispetto mostrata ad Alden Ehrenreich, che ha recitato in una grande interpretazione di Han in Solo: A Star Wars Story, dimostra un completo malinteso su ciò che è andato storto nell’intero film. È stato rilasciato troppo presto dopo Star Wars: Gli ultimi Jedi, all’ombra del botteghino di Avengers: Infinity War, e si era guadagnato molte cattive pubbliche relazioni a causa del cambio di regista molto pubblicizzato e delle ampie riprese.

La versione originale del film doveva uscire un po’ dagli schemi di Star Wars grazie all’assunzione dei registi Phil Lord e Chris Miller, e sebbene questa possa essere una prospettiva spaventosa, il loro track record fino a quel momento è stato eccezionale e un Il film di Han Solo richiede un approccio più incisivo. Inoltre, avrebbe dovuto essere un affare di budget molto più basso e avrebbe anche potuto realizzare un profitto se il budget di Solo non fosse aumentato grazie alle riprese. Se il risultato di quel film non sta andando bene è che il pubblico non vuole che l’attore venga rifuso da Harrison Ford, questo ignora i ripetuti casi di auto-sabotaggio molto più grandi di qualsiasi cosa Alden Ehrenreich avrebbe potuto fare al film.

I commenti di Kennedy confermano finalmente che l’insistenza di Lucasfilm nell’usare una versione CGI di Luke Skywalker in The Mandalorian invece di scegliere semplicemente un nuovo attore è una reazione eccessiva all’accoglienza di Solo: A Star Wars Story. Mentre l’idea di attori replicati digitalmente può funzionare in piccole dosi, come in Rogue One: A Star Wars Story, fare affidamento su ricreazioni in CGI di attori più giovani di Star Wars assicura che il franchise non possa mai evolversi oltre a rigurgitare la trilogia originale più e più volte, usando letteralmente il video e l’audio della trilogia originale per creare un Mark Hamill artificiale. C’è un livello ovvio di fan service che potrebbe piacere ad alcuni, ma la dipendenza dagli attori digitali cannibalizza solo la nostalgia, il che sicuramente si traduce in rendimenti decrescenti una volta che la novità svanisce.

Star Wars ha perso il contatto con la visione di George Lucas

Una delle ironie più sfortunate è la disconnessione di Lucasfilm dall’approccio cinematografico di George Lucas e dalla sua visione del franchise di Star Wars prima di venderlo alla Disney. In un’altra intervista, Kathleen Kennedy ha parlato del processo di sviluppo dei genitori di Rey, dicendo che qualsiasi cosa relativa a Obi-Wan Kenobi era “fuori discussione perché va contro tutto ciò che George ha creato nella mitologia”. Anche questa prospettiva sfugge completamente al punto. George Lucas ha rifiutato di sostenere uno standard così rigoroso per il canone. La svolta di Vader in The Empire Strikes Back va contro ciò che Obi-Wan ha detto a Luke su suo padre, la decisione di fare dei fratelli Luke e Leia è stata presa dopo che si erano già baciati in The Empire Strikes Back. I prequel sono particolarmente presi di mira per questo, e mentre gran parte di esso è stato riparato grazie a storie aggiuntive nei libri e nell’animazione, è chiaro che George Lucas non era così interessato al canone.

Inoltre, i prequel fanno un buon lavoro nel mostrare l’arroganza e la cecità dei Jedi, portando alla caduta dell’Ordine Jedi. Il ritratto di Lucas dei Jedi e della caduta di Anakin Skywalker è una condanna della santità del Codice Jedi più di ogni altra cosa. Semmai, l’esperienza di Obi-Wan con la caduta dell’ordine Jedi lo renderebbe meno dipendente dagli aspetti più legalistici del dogma Jedi. Questo non vuol dire che il fatto che Rey sia imparentato con Obi-Wan fosse necessariamente la storia migliore, ma quella decisione creativa non dovrebbe certamente essere basata sul Codice Jedi che dice che i Jedi sono celibi. Obi-Wan che viola quell’aspetto della tradizione Jedi potrebbe avere una serie di spiegazioni della storia, da un fallimento nel mantenere il suo impegno a un netto rifiuto del legalismo Jedi. Anche se Lucas avesse detto esplicitamente che Obi-Wan non avrebbe mai avuto figli, Lucas avrebbe spesso cambiato idea o sarebbe andato contro la storia precedentemente stabilita.

La mancanza di entusiasmo di Lucas per la direzione presa dalla Disney in Star Wars è abbastanza ben documentata, ma non è solo una questione di decisioni creative; l’intero approccio a Star Wars non è in contatto con la sensibilità cinematografica di Lucas. Le due trilogie di Star Wars di Lucas sono nettamente diverse e, anche all’interno delle trilogie, ogni film di Star Wars segue una struttura e un’ispirazione di genere diversa. Sotto la Disney, Lucasfilm pone un’enfasi enorme sul far “sentire” Star Wars come Star Wars, cosa che chiaramente non è mai stata una motivazione per Lucas, dato che ne ha persino attizzato il fuoco.

Ma Lucas ha anche costantemente spinto per i progressi nella tecnologia e nelle tecniche di produzione cinematografica per espandere la portata di ciò che un film può fare riducendo al contempo il budget. I budget di Star Wars sotto George Lucas erano sempre nella fascia di budget medio-bassa, con l’originale Star Wars che costava solo $ 11 milioni nel 1977 ($ 52 milioni aggiustati per l’inflazione) e Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith costava appena $ 113 milioni ($ 167 milioni aggiustati per l’inflazione). In confronto, ogni film Disney Star Wars spinge il limite superiore dei budget di successo, costando $ 250 milioni o più per ogni film. Sebbene i team di produzione, il dipartimento artistico e i contributi VFX di ILM siano ancora leader del settore, non si stanno assumendo rischi e non stanno spingendo nuovi confini con ogni film come ha fatto Lucas con ogni nuovo film di Star Wars, aprendo la strada al progresso della tecnologia cinematografica. Ad essere onesti, lo sviluppo da parte di ILM di The Volume e dei muri a LED della “scenotecnica” è uno sviluppo che sta cambiando il settore, ma la dipendenza da approcci più sicuri alla realizzazione di film e l’enfasi pubblica su un ritorno a cose come set pratici e pupazzi su CGI sarebbe anche essere una regressione per gli standard di Lucas. Ovviamente, la spinta di Lucas per il progresso della tecnologia degli effetti visivi ha attirato critiche in alcuni grandi casi, ma la volontà di correre questi rischi è l’unica ragione per cui esiste un film di Star Wars.

Lucasfilm deve smettere di cercare di ascoltare i fan

Star Wars è uno dei marchi più famosi al mondo, al punto che essere un fan di Star Wars non è certo solo una cosa da secchione di nicchia. Quella popolarità nel corso degli anni significa che milioni di fan su più generazioni condividono pietre di paragone dell’intrattenimento simili, ma significa anche che ci sono molte persone con opinioni forti su Star Wars e non sono tutte brave. Ma il caos del “discorso di Star Wars” non è isolato solo dai gruppi di fandom online. Penetra anche nei discorsi sul refrigeratore d’acqua in ufficio, in particolare su argomenti come l’approccio della Disney alla trilogia del sequel e la gestione di Luke Skywalker in quei film. Sebbene ci sia una varietà di opinioni su ogni film e programma, la conversazione tende a essere divisa in una folla “pro” e “anti” quando si tratta di Star Wars della Disney, con ciascuna parte che spera che le decisioni creative di Lucasfilm si allineino con la loro visione per il franchising. E i tentativi di Lucasfilm di soddisfare molte delle opinioni del franchise dopo l’accoglienza polarizzante de Gli ultimi Jedi hanno portato a una conclusione eccessivamente sicura per Skywalker Saga.

Tornando a George Lucas, è sempre importante ricordare quanto siano state derise le sue decisioni creative, anche nella trilogia originale quando L’impero colpisce ancora è stato criticato per essere troppo diverso dal primo film, o per l’introduzione di Ewok in Return of the Jedi. Questo non ha mai scoraggiato Lucas, che è più diffuso nei prequel, dove gli elementi che hanno indignato i fan, come Jar Jar Binks, sono stati abbracciati durante la trilogia. Jar Jar ha anche ricoperto un ruolo storico alla fine della Repubblica Galattica.

Guardando il modo in cui Lucas è andato avanti con i prequel, ignorando le richieste del pubblico di fare meno affidamento sulla tecnologia digitale o di scrivere Jar Jar Binks. Nel frattempo, dopo Gli ultimi Jedi, Lucasfilm ha completamente rivisto The Rise of the Skywalker e ha virtualmente scritto Rose di Kelly Marie Tran fuori dal franchise. Invece di affidarsi ai narratori per raccontare le storie, Lucasfilm è troppo preoccupata e vincolata dalle opinioni di critici e pubblico, attribuendo maggiore importanza al fatto che Star Wars dia alle persone la stessa sensazione di 20 anni fa che non nel realizzare nuovi film di Star Wars.

Mentre Lucasfilm sta realizzando famose serie di Star Wars in streaming per Disney+, la mancanza di Star Wars nelle sale è come se il marchio stesse camminando sull’acqua e costeggiando spin-off per paura di fare un altro film polarizzante. Ironia della sorte, tutto questo sta accadendo mentre le persone continuano a cambiare opinione sui prequel e Hayden Christensen ed Ewan McGregor parlano di quanto sia bello vedere i film celebrati dopo anni di frustate pubbliche. Se Lucasfilm può iniziare a prendere decisioni più audaci sul grande schermo e fidarsi che i suoi registi le porteranno a termine invece di cercare di microgestire il marchio in modo che sia esattamente ciò che i fan vogliono, rimarranno fuori contatto con ciò che rende Star Wars Star Wars.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

L’artista VFX di Stranger Things critica Netflix affermando che Venca non ha CGI

Un artista di effetti visivi che ha lavorato alla stagione 4 di Stranger Things confuta un post cancellato...

Abbiamo DAVVERO bisogno di un altro spin-off di Vampire Diaries dopo Legacies?

Dopo quattro stagioni, il dramma fantasy della CW Legacies si è concluso e, sulla sua scia, ci sono...

Lo spinoff di Supernatural The Winchesters fissa la data di uscita in autunno su The CW

The CW ha annunciato una data per la prima autunnale di The Winchesters. Un anno dopo che...

Kevin Dillon presenta Johnny Drama Story per un potenziale riavvio di Entourage

Mentre continua a sperare che lo spettacolo torni, Kevin Dillon ha un'idea su dove sarà Johnny Drama in...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te