Asiatica Film Mediale

Kenobi trasforma ridicolmente 1 linea Qui-Gon Jinn in uno scherzo

Kenobi trasforma ridicolmente 1 linea Qui-Gon Jinn in uno scherzo
Debora

Di Debora

28 Maggio 2022, 21:47


Attenzione: contiene SPOILER per l’episodio 1 di Obi-Wan Kenobi.

Una citazione memorabile di Qui-Gon Jinn (Liam Neeson) viene richiamata in una battuta di Obi-Wan Kenobi, che sembra strana dato il peso della frase in Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma. Qui-Gon Jinn era pragmatico e concentrato sulla missione, sapendo dove si estendevano realisticamente le sue risorse e abilità quando aiutava gli altri, anche se lo addolorava. Quando è atterrato su Tatooine per riparare la sua nave, ha incontrato un giovane Anakin Skywalker (Jake Lloyd), che alla fine ha chiesto a Qui-Gon se fosse sul Tatooine di Star Wars per liberare gli schiavi. Qui-Gon ha spiegato che non lo era, ma l’ammissione lo ha chiaramente influenzato. Tuttavia, Qui-Gon lo riaffermò in seguito alla madre di Anakin, Shmi (Pernilla August), affermando esplicitamente: “In realtà non sono venuto qui per liberare gli schiavi”.

Nell’episodio 1 di Obi-Wan Kenobi, gli Organa stanno organizzando una festa con la loro famiglia allargata. I genitori di Leia (Vivien Lyra Blair) hanno una conversazione con suo zio, il duca Kayo Organa (Gabe Fonesca), sui vantaggi e le conseguenze dell’Impero Galattico. Il padre di Leia Bail (Jimmy Smits) osserva che “Ci sono ancora alcune questioni che dobbiamo affrontare. Lavoro in schiavitù, tassazione sull’orlo esterno…” Kayo, nel frattempo, ride, dicendo in modo sprezzante: “Non sono venuto qui per porre fine alla schiavitù, Bail. Sono venuto a mangiare il tuo cibo. Salva il cuore sanguinante per il Senato.

La risposta cavalca il confine tra essere un callback e un palese servizio di fan (anche se non il peggior esempio di servizio di fan di Star Wars rispetto alla medaglia di Chewbacca). Sebbene il commento di Kayo esprima quanto sia indifferente alle questioni sollevate da Bail respingendolo, il riferimento esplicito alla schiavitù nel modo in cui lo fa è un ovvio riferimento alla citazione di Qui-Gon Jinn. Richiamate, uova di Pasqua e persino un piccolo servizio di fan in Obi-Wan Kenobi non sono il problema, poiché è previsto e persino divertente se fatto correttamente. Tuttavia, rendere il riferimento in Obi-Wan Kenobi uno scherzo irriverente sembra di cattivo gusto se si considera il peso che la citazione di Qui-Gon aveva in Phantom Menace.

Tuttavia, il licenziamento della schiavitù da parte di Kayo, sebbene di cattivo gusto, serve a illustrare chiaramente la differenza tra il nobile Qui-Gon Jinn e i governanti viziati dell’Impero come Kayo. Parte di ciò che ha reso memorabile la citazione sulla schiavitù di Qui-Gon è stata l’intuizione che ha fornito sul suo carattere e sulla sua missione. Il desiderio di Qui-Gon Jinn di liberare gli schiavi di Tatooine era comprensibile, poiché una tale missione si allinea con il Codice Jedi nel mantenere la pace e l’armonia nella galassia. Ciò che gli ha impedito di farlo è stata la sua priorità di portare la regina Amidala (Natalie Portman) a Coruscant, tra gli altri fattori come l’influenza della Forza Vivente e la natura abbastanza difficile di liberare Anakin. Ma era chiaro dalla consegna della linea da parte di Qui-Gon che avrebbe liberato gli schiavi di Tatooine se solo avesse potuto.

Nonostante l’esecuzione traballante di questa citazione di richiamata di Phantom Menace, Obi-Wan Kenobi riesce nel complesso a incorporare i suoi riferimenti a Star Wars in modo abbastanza saggio. L’apparizione di Hayden Christensen in Obi-Wan Kenobi alla fine dell’episodio 2, ad esempio, serve sia a stimolare l’attesa dello spettatore che a rafforzare l’importanza di Vader nello spettacolo. Altri riferimenti ben fatti a Star Wars includono la scena di apertura dell’Ordine 66 di Kenobi e l’incubo di Obi-Wan composto da flashback presi dai prequel. Obi-Wan Kenobi sta effettivamente riuscendo a raccontare una storia avvincente di Star Wars che fornisce nuove informazioni su personaggi familiari e i suoi prossimi episodi sono promettenti.

Obi-Wan Kenobi continua mercoledì su Disney+.

Date di rilascio chiave Rogue Squadron (2023)Data di rilascio: 22 dicembre 2023


Potrebbe interessarti

Perché Darth Vader sembra così
Perché Darth Vader sembra così

Attenzione: contiene SPOILER per l’episodio 2 di Obi-Wan Kenobi. Perché Darth Vader ha lo stesso aspetto di Obi-Wan Kenobi? L’episodio 2 della nuova serie Star Wars di Disney+, Obi-Wan Kenobi, offre uno sguardo al signore dei Sith senza il suo vestito. Sebbene il suo aspetto possa sembrare sorprendente per alcuni, ha senso considerando ciò che […]

The Blacklist Stagione 9: l’attore Aram spiega perché sta lasciando lo spettacolo
The Blacklist Stagione 9: l’attore Aram spiega perché sta lasciando lo spettacolo

L’attore di Aram Amir Arison spiega perché lascerà lo spettacolo dopo la nona stagione di The Blacklist. The Blacklist segue Raymond “Red” Reddington, un criminale di alto profilo che si arrende volontariamente all’FBI per aiutare l’agenzia a catturare i criminali più pericolosi del mondo. Arison è apparso per la prima volta nel thriller poliziesco della […]