Asiatica Film Mediale

Justice League: Crisi sulle Terre Infinite – Recensione della seconda parte – Il deludente film sui supereroi manca di urgenza

Justice League: Crisi sulle Terre Infinite – Recensione della seconda parte – Il deludente film sui supereroi manca di urgenza
Marco

Di Marco

26 Aprile 2024, 19:03


Riepilogo

Justice League: Crisis on Infinite Earths – Part Two ha uno sviluppo del personaggio limitato, che incide sull'investimento emotivo. La posta in gioco bassa e la mancanza di urgenza rendono la trama del film noiosa. La mancanza di concentrazione e interconnessione tra i personaggi indebolisce la storia complessiva.

Justice League: Crisis on Infinite Earths – Part Two inizia subito dopo Crisis on Infinite Earths – Part One, un capitolo inaspettatamente commovente, che termina, continuando la storia di Monitor (Jonathan Adams) e del multiverso di supereroi che stanno facendo tutto ciò che è in loro potere per fermare la distruzione delle loro terre. Il film è due dei tre che chiuderanno il Tomorrowverse dei film d'animazione dell'Universo DC, ma mentre la prima parte aveva molta azione e molto cuore, la seconda vacilla e perde slancio. La posta in gioco non è così alta e i personaggi sono più sparpagliati senza focus.

La Justice League affronta una sfida che altera l'universo mentre affronta l'Anti-Monitor, le cui azioni distruttive minacciano ogni esistenza nel multiverso. Sia gli eroi che i cattivi devono unirsi per fermare la cascata di realtà che crollano.

Pro La storia di Psico-Pirata è abbastanza intrigante da continuare a guardarla Contro Il film d'animazione non ha il senso dell'urgenza La posta in gioco sembra più bassa rispetto al primo film Le relazioni centrali mancano di cuore

Crisi sulle Terre Infinite – La seconda parte manca di cuore

C'è poco sviluppo delle relazioni tra i personaggi

Il primo film aveva molto da fare, ma era fondato su The Flash e Iris West. Crisi sulle Terre Infinite – Parte Seconda lo scrittore James Krieg sceglie di incentrare Supergirl (Meg Donnelly) e il suo tempo con il Monitor (invece che con Brainy e altri) dopo che la sua nave è stata attratta dal suo satellite (David Kaye). Il Monitor si affeziona a Supergirl e hanno una relazione padre-figlia, ma è una relazione che a malapena si registra. Quando scopre che il compito del Monitor è osservare e non interferire negli avvenimenti multiversali, la loro relazione subisce un duro colpo.

C'è così poco tempo dedicato alla Bat Family in generale che, nel momento in cui iniziano a combattere tra loro (influenzati da una fonte esterna), l'investimento non è lì per preoccuparsi molto del risultato.

La loro dinamica è intrigante, ma è appena esplorata. Il tempo passa, ma non otteniamo lo stesso senso di cuore o di investimento emotivo che è stato così fondamentale per il successo della Prima Parte. La relazione tra Supergirl e Monitor, così come il viaggio complessivo di Supergirl, sono privi di emozioni e nessuno dei due è abbastanza forte da portare il film fino alla fine. Altrove, Batman di Terra-3 (Jensen Ackles) interagisce con la sua famiglia multiverso – Robin (Zach Callison), Batgirl (Gideon Adlon), Batman Beyond (Will Friedle), tra gli altri – ma è resistente al loro aiuto e al loro affetto.

C'è così poco tempo dedicato alla Bat Family in generale che, nel momento in cui iniziano a combattere tra loro (influenzati da una fonte esterna), l'investimento non è lì per preoccuparsi molto del risultato. Ci sono scene piene di potenziale, specialmente quando si tratta di Monitor che viene influenzato dalla presenza e dalla convinzione di Supergirl di aiutare, ma alla fine falliscono. Quando Supergirl ha un incubo che coinvolge Brainy, una relazione di cui si parla ampiamente ma non completamente mostrata, non sono rimasto commosso dall'orrore che ha provato, ma ovviamente era destinato a suscitare qualcosa in noi.

Justice League: Crisi sulle Terre Infinite – Parte seconda (2024) PG-13AzioneAvventuraAnimazioneFantascienza

Regista Jeff Wamester Studio(s) Warner Bros. Animation, Distributore DC Entertainment Warner Bros. Home Entertainment Scrittori James Krieg Cast Jensen Ackles, Jonathan Adams, Gideon Adlon, Troy Baker, Darren Criss, Meg Donnelly, Jennifer Hale, Aldis Hodge , Will Friedle , Stana Katic Durata 94 minuti Genere principale Azione

Justice League: Crisi sulle Terre Infinite – Parte Seconda ha una posta in gioco bassa

Inoltre, non è così emozionante come Crisi sulle Terre Infinite – Prima Parte

Le deludenti dinamiche dei personaggi influenzano la posta in gioco della missione. Salvare il multiverso può iniziare a sembrare un po’ noioso quando si investe poco in tutto il resto. I supereroi, tra cui Wonder Woman e Superman, combattono i demoni ombra, ma non c'è alcun senso di urgenza. È come se il film, diretto da Jeff Wamester, fosse in fase di stallo. Il multiverso, nonostante tutta la sua vastità, sembra piccolo. Con The Flash in giro per mondi diversi, Crisi sulle Terre Infinite – Parte Uno sembrava davvero che il multiverso stesse finendo. La seconda parte offre poche interconnessioni tra i personaggi o intrighi in ciò che sta accadendo che non diventi rapidamente noioso.

Tutti i film DC nel Tomorrowverse

Anno di pubblicazione

Superman: l'uomo di domani

2020

Vetrina DC: Adam Strange

2020

Justice Society: la seconda guerra mondiale

2021

Vetrina DC: Kamandi: l'ultimo ragazzo sulla terra!

2021

Batman: Il lungo Halloween – Prima parte

2021

Batman: Il lungo Halloween – Seconda parte

2021

Lanterna Verde: Attenti al mio potere

2022

Legione di supereroi

2023

Lega della Giustizia: Mondo della Guerra

2023

Justice League: Crisi sulle Terre Infinite – Prima Parte

2024

Justice League: Crisi sulle Terre Infinite – Parte Seconda

2024

Justice League: Crisi sulle Terre Infinite – Parte Terza

Inedito

Anche il dramma che coinvolge lo Psico-Pirata (Geoffrey Arand), un personaggio che ha la trama e lo stile più interessanti, non può salvare Crisi sulle Terre Infinite – Parte Seconda dall'essere un'uscita di supereroi scadente. Con così tanti personaggi da servire e varie terre da visitare, il film d'animazione della DC non è all'altezza perché non si impegna pienamente con tutte le sue parti in movimento. Si trascina troppo a lungo e, quando il Monitor scopre che dietro il collasso del multiverso c'è qualcosa di più sinistro, l'interesse nello scoprire cosa accadrà (anche se molti già lo sanno) si è sgonfiato.

Allo stato attuale, Justice League: Crisis on Infinite Earths – Part Two è una voce deludente, non riuscendo a costruire veramente e in modo completo un ponte tra il primo film e il terzo film. Ero entusiasta di vedere come si sarebbe svolto il resto della storia, ma con una generale mancanza di concentrazione, posta in gioco ed emozioni, il secondo capitolo è più debole del primo film. Speriamo che il terzo film della trilogia possa colmare il vuoto e fornire una conclusione solida.

Justice League: Crisi sulle Terre Infinite – Parte Seconda è ora disponibile in digitale e Blu-ray.


Potrebbe interessarti

Ho aspettato 25 anni che LEGO pubblicasse un set Disney come La casetta di Biancaneve e i sette nani
Ho aspettato 25 anni che LEGO pubblicasse un set Disney come La casetta di Biancaneve e i sette nani

Riepilogo LEGO Snow White Cottage offre un ottimo fattore di gioco e un design estremamente dettagliato per i collezionisti. È una costruzione complicata con colori vivaci, dettagli impressionanti e mini-costruzioni come la bara di vetro di Biancaneve che aggiungono un tocco unico al set. Include minifigure dettagliate e figure di animali e, nel complesso, è […]

Recensione di Infested: un film horror sui ragni mi ha fatto sentire come se fosse di nuovo il 2020
Recensione di Infested: un film horror sui ragni mi ha fatto sentire come se fosse di nuovo il 2020

Riepilogo Infested è più di una semplice caratteristica delle creature: è un pezzo corale incentrato sui personaggi sul disastro e sulla comunità. Il film esplora temi dell’era pandemica come l’isolamento e la quarantena, insieme alla violenza della polizia e alla discriminazione razziale. Sebbene i ragni di Infested siano terrificanti, la vera fonte di tensione deriva […]