Notizie FilmJames Bond sarebbe dovuto morire molte volte secondo un...

James Bond sarebbe dovuto morire molte volte secondo un nuovo studio

-


Uno studio scientifico ha analizzato una serie di modi in cui James Bond potrebbe essere morto durante il suo periodo di lavoro come agente 007. No Time To Die è stato rilasciato all’inizio di quest’anno e ha visto Daniel Craig fare la sua quinta e ultima apparizione come l’amato agente dell’MI6. Gli ultimi momenti del film hanno fatto la storia di Bond, quando il pubblico ha visto come 007 è stato ucciso da un attacco missilistico, in seguito alla devastante rivelazione che era stato infettato dai nanobot di Lyutsifer Safin, il che significa che il suo tocco potrebbe uccidere sia il suo amore di lunga data che il loro bambino. Maddalena e Matilde.

Mentre No Time To Die ha segnato la prima morte di 007 nella storia cinematografica del franchise, i film di Bond sono ben noti per le loro sequenze d’azione al cardiopalma e per i numerosi incidenti mancati nel corso degli anni. No Time To Die ha segnato ufficialmente la 25esima apparizione sullo schermo di Bond, con l’amatissimo franchise che si è davvero affermato come il punto di riferimento per i futuri film d’azione da quando Dr. No è ​​stato presentato per la prima volta nel 1962 con Sean Connery al timone. La morte prematura di Bond è stata sicuramente uno shock per il pubblico, con il regista del film, Cary Joji Fukunaga, che anche di recente ha dovuto confermare che il legame di Craig è, in effetti, morto e che non c’è speranza per una resurrezione per questa iterazione dell’agente MI6 . Tuttavia, ora sembra che Bond possa aver precedentemente ingannato la morte in diverse occasioni, ma non nel modo in cui i fan potrebbero aspettarsi.

Un nuovo studio del Dipartimento di microbiologia medica nei Paesi Bassi e del Dipartimento di biologia delle infezioni di Londra ha rivelato che Bond si è effettivamente messo a rischio di morte diverse volte durante le sue precedenti missioni. Disponibile per la lettura su ScienceDirect, il documento si intitola “Non c’è tempo per morire: un’analisi approfondita dell’esposizione di James Bond agli agenti infettivi” e offre una quantità impressionante di prove che suggeriscono che 007 avrebbe potuto, o forse addirittura dovuto, morì molto prima all’interno del franchising. Il saggio approfondisce i 25 film prodotti da Eon e gli “86 viaggi internazionali” che Bond ha compiuto tra il 1962 e il 2021, analizzando una serie di fattori che avrebbero potuto mettere a repentaglio la salute dell’agente segreto, tra cui il fatto che “Bond si vede lavarsi le mani solo in due occasioni” così come il fatto che Bond non viene mai “osservato mentre applica la protezione solare”.

Lo studio fa anche riferimento all’amore di Bond per i martini, osservando che è stato osservato bere bevande analcoliche solo in tre occasioni in tutto il franchise. Il giornale ha commentato i potenziali effetti della disidratazione quando accoppiato con la quantità di attività fisica a cui partecipa l’agente segreto. Craig ha recentemente parlato di come fosse soddisfatto del finale del suo personaggio in No Time To Die e di come il film alla fine abbia concluso il suo tempo. come Bond, con la sua partenza che ha scatenato una serie di discussioni su chi potrebbe assumere il ruolo successivo.

Anche se sembra che Bond sia stato fortunato ad essere arrivato così lontano, è giusto dire che nessuna quantità di lavarsi le mani avrebbe potuto salvarlo dal suo destino finale all’interno di No Time To Die. Sebbene lo studio sia in gran parte uno scherzo, solleva sicuramente alcuni punti interessanti sul tipo di rischi che il prossimo agente 007 potrebbe affrontare quando assumerà il ruolo, dopo Craig. Mentre la morte per disidratazione avrebbe creato un finale decisamente meno cinematografico per No Time To Die, dimostra certamente che assumere la posizione di super-spia internazionale pone molti più rischi rispetto al semplice essere sparato.

Fonte: ScienceDirect

.item-num::after { content: “http://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Latest news

La data di uscita di Moon Knight della Marvel è fissata per marzo su Disney+

La data di uscita ufficiale di Moon Knight è ora confermata. I Marvel Studios hanno dato il...

SNL parodia il trailer di Bel-Air con uno schizzo di riavvio di Gritty Urkel

Serie di sketch comici di lunga durata, SNL, ha parodiato l'imminente rivisitazione di Fresh Prince of Bel-Air, Bel-Air,...

Gal Gadot non lavorerà mai più con Joss Whedon dopo Justice League

Gal Gadot dice che non lavorerà mai più con Joss Whedon dopo Justice League. La modella e...

James Gunn reagisce al divertente confronto tra Peacemaker e Guardiani della Galassia

Il regista James Gunn reagisce a un paragone abilmente divertente fatto sul suo ultimo spettacolo, Peacemaker, e il...

Il video del set di Batgirl rivela un nuovo look al costume di Barbara Gordon

Il costume di Barbara Gordon viene visto in azione per la prima volta in un nuovissimo video dal...

Il personaggio di Peacemaker apparirà nel prossimo film DCEU, afferma James Gunn

Secondo James Gunn, un personaggio di Peacemaker apparirà in un altro progetto DCEU. La serie spin-off di...

Must read

You might also likeRELATED
Recommended to you