Notizie Serie TVIn ogni modo l'MCU vuole che la Marvel sia...

In ogni modo l’MCU vuole che la Marvel sia Spider-Man

-


Avvertimento! SPOILER per la signora Marvel.

È stato chiaro durante la prima stagione di Ms. Marvel che il MCU vuole che Kamala Khan (Iman Vellani) sia il loro nuovo Spider-Man. Creato da Samana Amanat, Stephen Wacker, G. Willow Wilson, Adrian Alphona e Jamie McKelvie nel 2013, Kamala Khan ha aggiornato molti dei dispositivi narrativi dei fumetti originali di Spider-Man di Stan Lee e Steve Ditko per un pubblico moderno. Anche lo spettacolo di Ms. Marvel fa questo, in un modo che spesso sembra più autentico dei film di Spider-Man guidati da Tom Holland.

È comprensibile che, a causa del numero schiacciante di film di Spider-Man usciti prima di Spider-Man: Homecoming del 2017, la Marvel abbia deciso di andare in una direzione diversa con Peter Parker di Tom Holland. Era ancora un ragazzino che cercava di capire se stesso, ma aveva già un controllo sui suoi poteri e si era assicurato un posto nella più ampia scuderia del MCU grazie ai suoi legami con Tony Stark (Robert Downey Jr.). La signora Marvel racconta questa storia delle origini mancanti dell’MCU concentrandosi su come Kamala bilancia i suoi doveri familiari con i suoi ritrovati poteri da supereroe.

Con la Marvel e la Disney che condividono il personaggio di Spider-Man con la Sony, non sorprende che il MCU in corso stia cercando di plasmare il proprio personaggio in stile Peter Parker nella Fase 4. Nonostante lo status leggendario del personaggio di Spider-Man nella cultura popolare, Tom Holland’s l’incarnazione non si è mai sentito come se fosse stato collocato nel cuore del Marvel Cinematic Universe. Ha condiviso ciascuno dei suoi film con un altro membro anziano del MCU o anche con Peter Parkers senior nella forma di Tobey Maguire e Andrew Garfield. L’apparizione di Kamala in The Marvels corre certamente il rischio di ridurla a un Capitan Marvel in attesa, nello stesso modo in cui il MCU inizialmente ha tentato di fare di Peter Parker un Iron Man junior. Tuttavia, il fatto che il cliffhanger della prima stagione di Ms. Marvel affermi che lei è la prima mutante del MCU conferma che è al centro del futuro del MCU in un modo che Spider-Man di Tom Holland non è mai stato. Ecco tutti i modi in cui l’MCU ha plasmato Ms. Marvel nel proprio Spider-Man.

È più un’eroina in età scolare che Peter Parker

Le rappresentazioni sullo schermo di Spider-Man tendono a farlo uscire dal liceo il più rapidamente possibile. Ciò è solitamente dovuto all’avanzare dell’età degli attori scelti per il ruolo di Peter Parker. Ad esempio, Tobey Maguire di Spider-Man aveva 26 anni quando ha interpretato per la prima volta lo studente delle superiori di 17 anni Peter Parker. Il divario di età di due anni tra Kamala Khan e l’attrice diciannovenne che la interpreta, Iman Vellani, è molto meno pronunciato. Ciò conferisce molta più autenticità alle lotte di Kamala per trovare il suo posto nel mondo da adolescente che si destreggia tra le sue responsabilità religiose e familiari con il suo futuro educativo e i suoi nuovi superpoteri.

Ciò ha permesso a Ms. Marvel di riprendere da dove Hawkeye si era interrotto per esplorare l’impatto della crescita nel mondo del MCU. Come con Peter Parker e Tony Stark in Homecoming, Kamala Khan idolatra Carol Danvers, ma lo spettacolo non introduce intelligentemente Danvers di Brie Larson fino alla scena post-crediti del finale di Ms. Marvel. Il pubblico ha trascorso sei episodi guardando Kamala saperne di più sulla sua eredità e venire a patti con i suoi poteri e responsabilità. In questi sei episodi, il pubblico vede Kamala affrontare il primo amore e far fronte a vari impegni familiari interrotti dalle attività nefaste di supercriminali o losche agenzie governative. È una storia più fedele alle radici di Spider-Man degli anni ’60 rispetto a molti film di Spider-Man, anche se con significativi aggiornamenti culturali e tecnologici.

Ha ottenuto il suo discorso “Con grande potere…”

La storia principale di Ms. Marvel è come Kamala applica la sua “espressione personale” alla sua nascente identità di supereroe. Ciò si riflette ulteriormente nelle influenze tematiche della mitologia araba e nella storia traumatica della spartizione dell’India sulla storia generale della signora Marvel. Aggiungi l’iscrizione del poeta persiano Jalāl al-Dīn Muḥammad Rūmī “Quello che cerchi ti sta cercando” sul braccialetto di Kamala e non sorprende che Kamala riesca a dare la sua interpretazione del famoso mantra di Peter Parker “Da un grande potere derivano grandi responsabilità. “

Nella battaglia culminante tra Kamala, Kamran e il Dipartimento per il controllo dei danni, lei pronuncia il suo mantra molto simile per dissuadere Kamran dal suo percorso distruttivo. È un momento commovente che riassume perfettamente le metafore della pubertà di Ms. Marvel e Spider-Man. Inorridito da ciò che ha fatto per rabbia, Kamran chiede a Kamala in lacrime come potrà mai essere di nuovo normale. Al che Kamala risponde: “Non esiste la normalità. Ci siamo solo noi e cosa facciamo con ciò che ci è stato dato”. È il discorso di Kamala che pone il suo travagliato interesse amoroso su un percorso più eroico rispetto alla versione più malvagia di Kamran dei fumetti di Ms Marvel.

Il suo montaggio potenziato era puro Spider-Man

Le scene dell’episodio 2 di Ms. Marvel in cui Kamala e Bruno mettono alla prova i suoi nuovi superpoteri si sono svolte come un affettuoso tributo a scene simili del film Spider-Man del 2002 di Sam Raimi. C’era una gioia simile senza fiato quando Kamala ha abbracciato le possibilità che i suoi nuovi poteri le presentavano. Non solo, c’erano parallelismi nelle immagini di un adolescente in un costume da supereroe rosso che testa le nuove abilità dei supereroi su vari tetti, con una vena altrettanto ricca di commedia slapstick.

I parallelismi con Spider-Man vengono portati alla loro logica conclusione nell’episodio 6 di Ms. Marvel, quando corre attraverso Jersey City per aiutare Bruno e Kamran. Salta sui veicoli, oscilla su e oltre i lampioni e aspetta comicamente a un semaforo. È puro Spider-Man e la sequenza trasuda quello stesso senso di libertà di movimento che i film di Raimi hanno definito per tutti i futuri film e videogiochi di Spider-Man.

Tutti conoscono la sua identità segreta

L’episodio 6 di Ms. Marvel si apre con alcune toccanti scene familiari che portano la serie al punto di partenza. C’è il dolce momento in cui sua madre Muneeba regala a Kamala il suo costume da signora Marvel “Made in Pakistan”. Accanto alla scena esilarante dell’episodio 1 di Ms. Marvel in cui Muneeba offre a Kamala un imbarazzante salwar kameez ispirato a Hulk da indossare per l’AvengerCon, mostra fino a che punto sono arrivate madre e figlia. Muneeba ha sempre sostenuto Kamala, ma grazie alle loro esperienze con i Djinn in Pakistan, comprende pienamente e sostiene le sue responsabilità da supereroe.

Il regalo del costume arriva dopo che la grande rivelazione di Kamala è stata comicamente sminuita dal fatto che suo padre, suo fratello e sua cognata sono già al passo con la sua identità di supereroe. Dopo la conferenza stampa di Tony Stark su Iron Man, le identità dei supereroi non sono mai state un segreto particolarmente grande nel MCU. I Vendicatori sono persino diventati delle grandi celebrità, con un musical di Capitan America e i Vendicatori e un’enorme convention organizzata in loro onore. In effetti, il fatto che Peter Parker sia pubblicamente noto come Spider-Man è stato ciò che ha portato agli eventi sconvolgenti del multiverso di Spider-Man: No Way Home. Finora, l’identità di Ms. Marvel di Kamala conosciuta dalla sua famiglia, dai suoi amici e dalla sua comunità non è un grosso problema. Riflette persino i successivi fumetti di Spider-Man e i successivi film pre-MCU, in cui Mary Jane Watson e zia May, insieme ai suoi colleghi Avengers, sapevano tutti che Peter Parker era Spider-Man.

La sua comunità l’ha salvata, come New York ha salvato Spider-Man

Non è mai stato facile per Peter Parker nei panni di Spider-Man, dover affrontare la diffamazione della stampa locale per aver aiutato nel quartiere. Sebbene Kamala non abbia finora attirato l’ira di una figura in stile J. Jonah Jameson in Ms. Marvel, fa un passo avanti e attira le attenzioni negative del governo degli Stati Uniti. Emergendo come un aspetto problematico dell’eredità di Iron Man di Tony Stark, il Dipartimento per il controllo dei danni emerge come i principali antagonisti della signora Marvel nell’episodio 6.

Assediando una scuola superiore nei loro tentativi di portare sia Kamran che Kamala, Damage Control attira critiche diffuse dalla comunità locale. È un incubo di pubbliche relazioni che giunge al culmine quando Damage Control avanza su Kamala dopo che lei ha permesso a Kamran di scappare. È allora che l’intera comunità di Kamala si raduna intorno a lei, formando una barriera tra lei e gli agenti di Damage Control. Sebbene condivida chiaramente somiglianze visive con il modo in cui i newyorkesi gettano spazzatura contro il Green Goblin mentre Spider-Man tenta di salvare alcuni bambini nel primo film di Raimi, ha una risonanza molto più profonda e importante.

La scena del ponte trionfante in Spider-Man è stata una celebrazione dello spirito comunitario e della tenacia dei newyorkesi sulla scia dell’11 settembre, con la città di New York che è un grande personaggio nella tradizione di Spider-Man come lo stesso Peter Parker. In tutta la Marvel ci sono stati chiari confronti tra le preoccupazioni di Damage Control per le “persone sbagliate” che ottengono i superpoteri e le preoccupanti connessioni tra la legislazione antiterrorismo e l’islamofobia istituzionalizzata. Come i newyorkesi rifiutano le rappresentazioni negative della stampa di Spider-Man, così i residenti della località di Jersey City della signora Marvel rifiutano l’idea stessa che le “persone sbagliate” diventino supereroi. È un aggiornamento culturalmente importante di questo tropo di Spider-Man che promuove l’enorme passo avanti della Marvel per la diversità, sottolineando al contempo come Kamala Khan di Iman Vellani, piuttosto che Peter Parker di Tom Holland, sia il personaggio in stile Spider-Man di cui l’MCU ha bisogno per andare avanti.

Date di rilascio chiave

  • Black Panther: Wakanda Forever/Black Panther 2 (2022)Data di uscita: 11 novembre 2022
  • Ant-Man and the Wasp: Quantumania (2023)Data di uscita: 17 febbraio 2023
  • Guardiani della Galassia Vol. 3 (2023) Data di uscita: 05 maggio 2023
  • The Marvels/Captain Marvel 2 (2023)Data di uscita: 28 luglio 2023

Ultime News

Hugh Jackman condivide le foto di allenamento tra Deadpool 3 Wolverine Casting News

Dopo la notizia che reciterà con Ryan Reynolds in Deadpool 3, Hugh Jackman condivide uno scatto di se...

Il ritorno di Jax di Sons of Anarchy è stato preso in giro da Charlie Hunnam

Quasi un decennio dopo la sua prima conclusione, Charlie Hunnam anticipa la sua idea per un potenziale ritorno...

La commedia Lv1 Maou to One Room Yuusha rivela il primo trailer

Sul sito ufficiale dell'adattamento anime del manga scritto e disegnato da tofu, Lv1 Maou a One Room Yuusha...

Il produttore di James Bond fornisce un aggiornamento deludente sulla sostituzione di Craig

La produttrice del franchise di James Bond, Barbara Broccoli, fornisce un aggiornamento deludente riguardo alla sostituzione di Daniel...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te