Notizie Serie TVIn che modo la seconda stagione di Witcher sabota...

In che modo la seconda stagione di Witcher sabota il suo miglior colpo di scena

-


Nonostante la sua eccellenza, la stagione 2 di The Witcher sabota uno dei suoi migliori colpi di scena riguardanti l’amato personaggio, Eskel. All’arrivo a Kaer Morhen nell’episodio 2, Geralt (Henry Cavill) e Ciri (Freya Allan) vengono accolti da un certo numero di altri Witcher, molti dei cui nomi sono immediatamente riconoscibili per chi ha familiarità con i libri o i videogiochi. Uno di questi personaggi classici è Eskel (Basil Eidenbenz), la cui tiepida accoglienza si inasprisce ancora di più quando la sua antipatia apparentemente inspiegabile per Ciri sboccia in un comportamento inquietante e aggressivo nei confronti della giovane principessa. Prima che il suo personaggio abbia la possibilità di svilupparsi oltre un insondabile reprobo, viene rivelato che è stato infettato da un nuovo tipo di leshy e Geralt è costretto a ucciderlo.

I flashback nel prossimo episodio della seconda stagione di The Witcher iniziano a mostrare la vera natura fraterna della relazione tra Geralt ed Eskel, ma quelli che lo conoscono dai libri sono rimasti probabilmente scioccati da quanto sia sottosviluppato il suo personaggio. I giochi di Witcher e la serie di libri di Andrzej Sapkowski creano un Eskel molto diverso che è un cacciatore di mostri caldo, rilassato e professionale. In particolare, includono una sottotrama per Eskell che spiega perfettamente perché potrebbe non prendere gentilmente Ciri; lui stesso in passato ha avuto una principessa per la Legge della Sorpresa.

Omettendo la maggior parte del retroscena di Eskel, la stagione 2 di The Witcher perde un enorme colpo di scena che avrebbe potuto aggiungere molta più profondità alla narrazione. Spreca anche il carattere di Eskel riducendo la sua intera personalità a un antagonista borderline. Qualunque sia il vantaggio ottenuto dallo spettacolo con la nuova trama di Eskel, avrebbe potuto essere facilmente scritto per uno qualsiasi degli altri Witcher della seconda stagione a Kaer Morhen senza sacrificare una sottotrama così intrigante.

Nella tradizione di The Witcher, Eskel e Geralt sono come fratelli e in molti modi fungono da sventramento dei personaggi, in particolare per quanto riguarda i loro figli di sorpresa. Prima che Geralt e Ciri si uniscano, a Eskel viene concesso un figlio di sorpresa nella forma della principessa Deidre dopo aver salvato suo padre da una banda di licantropo. Come Geralt, Eskel rifiuta questa responsabilità fino a quando Deidre cerca asilo a Kaer Morhen da Sabrina Glevissig, che vuole ucciderla perché è una principessa nata sotto il “Sole Nero” e possiede la presunta mutazione maledetta di ostacolare la magia intorno a lei. Sebbene gli importi del suo destino, Eskel non sa cosa fare e Deidre finisce per fuggire da Kaer Morhen dopo averlo colpito in faccia. Questa sordida relazione con il proprio figlio di sorpresa è la spiegazione perfetta per l’antipatia di Eskel per Ciri, ma la morte di Eskel cambia la storia dai libri.

Il retroscena avrebbe anche aggiunto infinitamente più profondità alla relazione tra Eskel e Geralt, e anche se il suo destino fosse rimasto lo stesso, gli spettatori sarebbero stati molto più interessati a Eskel come personaggio prima che morisse. Invece, lo spettacolo rende Eskel inspiegabilmente ostile prima di ucciderlo in una scena tesa e drammatica che fa sentire lo spettatore come se si fosse perso qualcosa. Anche se gli eventi con il nuovo tipo di leshy fossero assolutamente critici per la trama della stagione, avrebbero potuto essere applicati altrettanto facilmente a qualsiasi altro Witcher presente. Il personaggio di Eskel avrebbe potuto essere salvato in modo che anche se il suo significato per Geralt e Ciri non fosse stato concretizzato nella stagione 2 di The Witcher, potrebbe comunque essere un’opzione in seguito.

The Witcher di Netflix ha sabotato un’enorme opportunità per un colpo di scena e lo sviluppo del personaggio sprecando Eskel. Sfortunatamente, questa svista è indicativa del problema generale della serie con la narrazione; non ci vuole tempo per una corretta caratterizzazione o costruzione di relazioni con i personaggi secondari. Va bene che gli spettacoli si discostino dal materiale originale (ed è spesso necessario), ma quando personaggi complessi come Eskel, che avrebbero potuto enormemente contribuire alla narrazione e allo sviluppo del personaggio, vengono sprecati, l’intera storia finisce per sembrare affrettata e poco convincente. La cronologia più chiara e la continuità superiore, tra le altre ragioni, rendono la stagione 2 di The Witcher molto migliore della stagione 1, ma lo spettacolo ha ancora molto spazio per miglioramenti.

.item-num::after { content: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Latest news

La data di uscita di Moon Knight della Marvel è fissata per marzo su Disney+

La data di uscita ufficiale di Moon Knight è ora confermata. I Marvel Studios hanno dato il...

SNL parodia il trailer di Bel-Air con uno schizzo di riavvio di Gritty Urkel

Serie di sketch comici di lunga durata, SNL, ha parodiato l'imminente rivisitazione di Fresh Prince of Bel-Air, Bel-Air,...

Gal Gadot non lavorerà mai più con Joss Whedon dopo Justice League

Gal Gadot dice che non lavorerà mai più con Joss Whedon dopo Justice League. La modella e...

James Gunn reagisce al divertente confronto tra Peacemaker e Guardiani della Galassia

Il regista James Gunn reagisce a un paragone abilmente divertente fatto sul suo ultimo spettacolo, Peacemaker, e il...

Il video del set di Batgirl rivela un nuovo look al costume di Barbara Gordon

Il costume di Barbara Gordon viene visto in azione per la prima volta in un nuovissimo video dal...

Il personaggio di Peacemaker apparirà nel prossimo film DCEU, afferma James Gunn

Secondo James Gunn, un personaggio di Peacemaker apparirà in un altro progetto DCEU. La serie spin-off di...

Must read

You might also likeRELATED
Recommended to you