Notizie Serie TVIn che modo la rappresentazione della salute mentale di...

In che modo la rappresentazione della salute mentale di Moon Knight era importante (ma vacillata)

-


Attenzione: contiene spoiler per la prima stagione di Moon Knight.

L’MCU ha aperto nuovi orizzonti con la rappresentazione in Moon Knight di un personaggio con disturbo dissociativo dell’identità (DID), e sebbene la rappresentazione fosse buona, ci sono stati alcuni momenti negativi che hanno deluso il franchise. Quando la Marvel annunciò per la prima volta che avrebbero adattato i fumetti di Moon Knight per uno show televisivo Disney+, le preoccupazioni principali erano come avrebbero gestito l’argomento graficamente più violento e se sarebbero stati in grado di ritrarre in modo sensibile un personaggio con DID. I fumetti originali di Moon Knight non erano sempre coerenti nel descrivere come funzionavano gli alter di Marc Spector, e questo è aggravato dal fatto che la terminologia e la comprensione clinica sono cambiate da quando i fumetti di Moon Knight hanno debuttato per la prima volta nel 1975.

Quando il Marvel Cinematic Universe è arrivato per la prima volta sul grande schermo, il team originale dei Vendicatori era tutt’altro che diverso in qualsiasi forma della sua rappresentazione. Negli oltre un decennio trascorsi da allora, l’MCU ha fatto grandi passi avanti nel migliorare la propria rappresentazione e diversità. Black Panther del 2018 è stata un’enorme pietra miliare per il franchise, mentre le proprietà più recenti hanno iniziato (lentamente) a mostrare la verità sulla promessa di Kevin Feige di includere più rappresentazioni LGBTQ+. Con il personaggio di Makkari (Lauren Ridloff) in Eternals, Echo (Alaqua Cox) in Hawkeye e una progressione nella storia di Clint Barton (Jeremy Renner) per renderlo più in linea con il suo personaggio dei fumetti, il MCU ha anche introdotto rappresentanza per la comunità dei Sordi.

Moon Knight tenta di continuare questo cambiamento nella rappresentazione delle comunità emarginate da parte dell’MCU. Il personaggio di Oscar Isaac rappresenta il primo supereroe ebreo (sebbene il casting e le trame abbiano portato a polemiche e discussioni su questo problema). Inoltre, Moon Knight mostra il primo eroe dell’MCU a vivere esplicitamente con DID, ma come per la rappresentazione di Marc Spector come ebreo, la rappresentazione di DID e le questioni di salute mentale non sono unilateralmente positive. Ecco come riesce la rappresentazione della salute mentale di Moon Knight, ma anche come fallisce.

Moon Knight ha portato una nuova rappresentazione al MCU

Quando viene presentato per la prima volta il personaggio di Oscar Isaac nell’episodio 1 di Moon Knight, “Il problema del pesce rosso”, viene rappresentato solo il punto di vista dell’alter ego di Steven Grant. Mentre svolge la sua vita lavorando in un negozio di articoli da regalo in un museo, Steven affronta periodi di amnesia e tempo perso che culminano nel ritrovarsi nel bel mezzo di un combattimento sulle Alpi. Mentre i lettori di fumetti sapevano già cosa stava succedendo con il personaggio, questa è stata un’introduzione lenta e intrigante a Steven e alla sua vita con DID che ha rappresentato accuratamente i periodi di perdita di memoria che molte persone che vivono con DID sperimentano.

Alla fine dell’episodio 1 di Moon Knight, Marc Spector viene presentato più direttamente mentre Steven comunica con lui attraverso uno specchio, e questo trucco viene continuato per tutta la serie. La comunicazione tra identità diverse è relativamente comune e, sebbene il dispositivo specchio non sia solitamente ciò che le persone riferiscono, ha senso per il mezzo visivo di Moon Knight. Diverse altre parti della rappresentazione di DID sono fedeli alle esperienze vissute riportate dalle persone, anche con Marc Spector che funge da identità dell’ospite, il modo in cui Marc assume un’identità di protettore per Steven Grant e il fatto che c’è un ulteriore alter che essi non sono a conoscenza nella forma di Jake Lockley.

Moon Knight percorre una linea delicata con la rappresentazione dell’origine del DID di Marc Spector. Non c’è un fermo consenso nel campo della psicologia sulle cause alla base del disturbo dissociativo dell’identità e mentre il trauma infantile, come è ritratto per Marc con la morte di suo fratello e la risposta di sua madre ad esso, è spesso associato ad esso, questo non è sempre il Astuccio. Questo fa un ulteriore passo avanti nel modo in cui Moon Knight sembra implicare che Marc Spector abbia creato consapevolmente Steven Grant, con Steven che apparentemente conferma questa lettura mentre rivive i ricordi nel Duat. Questo tipo di processo decisionale consapevole sembra raro e questa rappresentazione potrebbe portare alcune persone a pensare che il DID sia un’illusione auto-manifestata piuttosto che la condizione che è veramente.

L’accuratezza su così tanti punti per DID in Moon Knight forse non è sorprendente. La Marvel ha riconosciuto che questo sarebbe un argomento delicato da gestire e per aiutare a ottenere la rappresentazione giusta, ha portato lo psichiatra certificato dal consiglio, il dottor Paul Puri, per aiutare lo spettacolo ad avvicinarsi al DID in modo rispettoso. Ciò è particolarmente importante in quanto il DID, come con così tante condizioni di salute mentale, è regolarmente descritto male dai media (se non addirittura diffamato). Il DID è una condizione dello spettro molto reale, con alcune stime di prevalenza fino a 1 persona su 100 (sebbene le diagnosi siano molto difficili) ed è importante che questi sistemi siano in grado di vedersi rappresentati positivamente in TV e film.

Il ritratto del disturbo dissociativo dell’identità di Moon Knight non è all’altezza

Mentre Moon Knight fa grandi passi avanti per l’MCU in termini di rappresentazione della salute mentale, purtroppo non è all’altezza in alcune aree. Ciò potrebbe in parte essere attribuito ai fumetti a cui Moon Knight stava attingendo. Le rappresentazioni del DID di Moon Knight nei fumetti, risalenti al 1975, non erano sempre positive e naturalmente non utilizzavano la terminologia aggiornata, dato che il DID era conosciuto con un nome diverso prima del 1994. Tuttavia, la serie TV di Moon Knight ha apportato modifiche al personaggio e agli elementi della trama nell’adattamento per l’MCU, quindi questo non dovrebbe essere considerato una scusa.

Il problema principale con il ritratto di Moon Knight del disturbo dissociativo dell’identità è che lo spettacolo evita di affrontare direttamente la questione. Ciò deriva, in parte, dal rifiuto di Marc Spector di affrontare alcuni aspetti della sua vita, ma fa sì che Moon Knight non abbia mai un buon punto per discutere la terminologia appropriata e le pratiche di discussione per DID. In tutta la serie, nessun personaggio si riferisce mai a nessuna delle terminologie comunemente usate come alter, disturbo dell’identità primario, dell’ospite o persino dissociativo come diagnosi. Quando Marc e Steven sono nella Duat e affrontano un Arthur Harrow (Ethan Hawke) sotto le spoglie di uno psichiatra, questa potrebbe essere stata un’occasione per introdurre tale terminologia, anche se se Marc e Steven non conoscessero i termini, allora sarebbe stato un buco nella trama per Harrow per usarli all’interno di quello che equivale a un costrutto mentale.

Questo sfortunatamente limita tutte le discussioni sulla salute mentale di Marc e Steven in Moon Knight ai commenti sprezzanti di altri personaggi o di se stessi. Arthur Harrow suggerisce agli avatar degli dei egizi che potrebbero esserci molte “personalità” in Marc e, sebbene le personalità non siano tecnicamente errate, richiama il termine “disturbo della personalità multipla” che ora è considerato obsoleto e offensivo, e non viene offerto invece un altro termine. Lyla El-Faouly (May Calamawy) si chiede se Steven sia un’altra delle “false identità” di Marc in modo sprezzante, e Marc a un certo punto urla anche di essere “pazzo”. Tutti questi termini non controllati da Moon Knight significano che le persone senza una conoscenza di base nel disturbo dissociativo dell’identità potrebbero non capire che questo linguaggio è in gran parte offensivo e inappropriato per le applicazioni del mondo reale.

Poiché Moon Knight non fornisce mai alcun tipo di descrizione medica o psicologica di ciò che Marc e Steven stanno vivendo, sarebbe facile per gli spettatori pensare che il disturbo dissociativo dell’identità sia in realtà un aspetto soprannaturale dei poteri del personaggio. In effetti, Harrow a un certo punto suggerisce che sia stato causato da Khonshu (F. Murray Abraham) che ha spezzato la mente di Marc (sebbene questo sia stato successivamente smentito). Questo gioca nelle idee mistiche sulla rappresentazione della salute mentale e potrebbe rendere ancora più difficile prendere sul serio le persone che vivono con DID. Con una mossa altrettanto problematica, a volte viene mostrato che Marc e Steven perdono il controllo a causa di Jake Lockley durante Moon Knight, un alter iper-violento. Mentre l’intera idea di Moon Knight è ovviamente basata su gradi di violenza, la violenza apparentemente preoccupante e sfrenata riecheggia ancora una volta i miti sulla malattia mentale e sul rischio di violenza per gli altri. In realtà, è statisticamente molto più probabile che le persone che convivono con DID siano vittime di violenza rispetto agli autori di violenza.

Come il DID di Moon Knight si confronta con altri ritratti

Anche se potrebbe essere la prima volta per il Marvel Cinematic Universe, Moon Knight non è ovviamente il primo pezzo di media live-action a ritrarre un personaggio che vive con un disturbo dissociativo dell’identità. All’estremo più negativo delle precedenti rappresentazioni, DID è stato utilizzato come parte di film dell’orrore per offrire una minaccia e il rischio di violenza – più recentemente notevole in Split di M. Knight Shyamalan. Appare anche come espediente della trama per scopi sensazionali in film come Fight Club. Gli Stati Uniti di Tara è stato uno dei primi programmi TV a concentrarsi con tutto il cuore su un personaggio dall’identità dissociativa e, sebbene avesse i suoi difetti, era più positivo di molti ritratti.

Il livello generale di Moon Knight potrebbe essere sembrato piuttosto basso per essere una buona rappresentazione del disturbo dissociativo dell’identità, ma in realtà non è nemmeno il primo fumetto o adattamento Marvel a rappresentare il DID in live-action. Nella serie TV della Marvel Legion, David Haller (Dan Stevens) ha lottato con problemi di salute mentale molto simili a DID (sebbene fosse tutt’altro che una figura positiva per la maggior parte del tempo).

Lo spettacolo che sfida di più Moon Knight e rende i suoi difetti davvero deludenti è Doom Patrol della DC. Il programma televisivo ha adattato Jane (Diane Guerrero) e ha eliminato la parte peggiorativa del nome del fumetto del personaggio. In Doom Patrol, il DID di Jane viene esplorato in profondità usando la terminologia appropriata e, sebbene i suoi poteri siano collegati a diversi alter, è chiaro che il verificarsi del DID e dei suoi poteri sono completamente separati. L’uso di uno spazio mentale visivo chiamato “The Underground” aiuta a esplorarlo in modo più approfondito. Mentre dopo tre stagioni Doom Patrol ha avuto più tempo per esplorare una questione così sfumata, lo spettacolo si occupa di un cast corale piuttosto che della narrativa più contenuta di Moon Knight.

Moon Knight fa sicuramente nuovi passi avanti per la rappresentazione della Marvel di gruppi emarginati nel MCU. Il franchise ha fatto molta strada dalle sue radici. Tuttavia, quando si tratta del ritratto di Moon Knight del disturbo dissociativo dell’identità, come le sue rappresentazioni delle identità LGBTQ+, l’MCU sembra andare nella giusta direzione, ma forse è ancora in ritardo di un paio di passi rispetto a dove dovrebbe essere.

Moon Knight pubblica nuovi episodi mercoledì su Disney+.

Date di uscita chiave Thor: Love and Thunder (2022)Data di uscita: 08 luglio 2022 Black Panther: Wakanda Forever/Black Panther 2 (2022)Data di uscita: 11 novembre 2022 Ant-Man and the Wasp: Quantumania (2023)Data di uscita : 17 febbraio 2023 Guardiani della Galassia Vol. 3 (2023) Data di uscita: 05 maggio 2023 The Marvels/Captain Marvel 2 (2023) Data di uscita: 28 luglio 2023

Ultime News

Gordon Smith di Better Call Saul produce la serie Destroyer per Sony

Dopo aver recitato in oltre 150 romanzi, Remo Williams si sta facendo strada sul piccolo schermo. Pubblicato...

Le voci di Holiday 2 affrontate da Kate Winslet e dal regista originale

Kate Winslet e Nancy Meyers hanno risposto alle recenti indiscrezioni secondo cui è in fase di sviluppo un...

L’ultimo aggiornamento di Alita 2 è il più entusiasmante di sempre

Il potenziale sequel Alita: Battle Angel 2 ha appena ricevuto il suo aggiornamento più promettente. Il primo...

Dustin Rhodes parla dei pro e dei contro del programma più leggero della AEW

Dustin Rhodes è uno dei wrestler più anziani di All Elite Wrestling e la sua visione di cose...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te