Asiatica Film Mediale

Il vero significato di Guardians of the Galaxy 3 spiegato da James Gunn.

Il vero significato di Guardians of the Galaxy 3 spiegato da James Gunn.
Erica

Di Erica

12 Maggio 2023, 22:03



Attenzione! Questo post contiene SPOILER per Guardians of the Galaxy Vol. 3.

James Gunn svela il vero significato di Guardians of the Galaxy Vol. 3, capitolo finale della trilogia dell’MCU iniziata nel 2014. Adattando una squadra cosmica fumettistica che all’epoca aveva poco riconoscimento, Gunn ha trasformato i Guardiani in nomi familiari. Ora, la trilogia di Gunn è ufficialmente conclusa nove anni dopo, anche se ci sono cose che Gunn sapeva di questo capitolo finale fin dall’inizio.

In una nuova intervista con The New York Times, Gunn conferma di aver sempre saputo che la storia principale dei Guardiani sarebbe sempre appartenuta a Rocket, il procione CGI doppiato da Bradley Cooper:

“Sapevo che l’intera trilogia riguardava Rocket, a cui pensiamo come a un personaggio di supporto, che diventa il capitano dei Guardiani”.

Alla fine di questo capitolo finale, Rocket affronta il suo passato come esperimento dell’Evolutionary High, trovando uno scopo più grande di sé stesso. Ciò gli permette di diventare il prossimo capitano dei Guardiani. Tuttavia, l’evoluzione di Rocket per arrivare a quel punto è qualcosa che è stato sviluppato in tutti i suoi passati apparizioni nell’MCU.

Gunn nota quanto sia stato attento nei film precedenti nel far sì che Rocket servisse solo se stesso e infine i suoi compagni Guardiani diventati suoi amici. Tuttavia, la culminazione è Guardians of the Galaxy Vol. 3, dove Rocket affronta finalmente le sue origini traumatiche con l’Evolutionary High, essendo stato un normale procione che è stato brutalmente sperimentato su di lui.

” Alla fine di ‘Vol. 3’, in quel momento in cui accetta se stesso prendendo quei procioni e poi comincia a guardarsi intorno alle gabbie, è il momento in cui vede, ‘Oh mio Dio, tutto è me. Facciamo tutti parte di questo universo, e ogni vita ha un proposito, un significato ed è degna di rispetto’. Questo è chi è adesso: non è un cattivo, è solo un bravo ragazzo.”

La storia di Rocket è incredibilmente potente dopo Guardians of the Galaxy Vol. 3, ed è diventato piuttosto evidente in retrospect quanta fosse stata la linea portante fondamentale della trilogia dei Guardiani. L’evoluzione di Rocket come tema centrale della franchigia dei Guardiani della Galassia è perfettamente riassunto dalla defunta amica di Rocket, Lylla, una lontra cibernetica e compagna di esperimento doppiata da Linda Cardellini, che ha parlato a lui dall’aldilà: “Questa storia è stata tua fin dall’inizio. Non lo sapevi solo”. A tal fine, la natura cruciale dell’arco di Rocket e la sua evoluzione come personaggio amato è piuttosto impressionante considerando il suo status di procione CGI, una cosa che è stata accolta con estremo scetticismo nel 2014. Fa certamente parte della magia creata da Gunn che ha messo i suoi film a parte dal resto del MCU.

Parte di quella magia probabilmente deriva dai paralleli tra Rocket e lo stesso Gunn, che ammette quanto simile sia la sua stessa storia:

“Oh, non c’è dubbio che il mio viaggio sia simile a quello di Rocket. Quando si tratta di quelle cose, ho sempre respinto gli altri, accettando me stesso così come sono e accettando l’amore degli altri, è stata una cosa con cui ho lottato nel corso degli anni e che ho accettato molto di più di prima.”

Tenendo presente questi paralleli, Guardians of the Galaxy Vol. 3 è stata accolta con grande lode per aver concluso con successo la trilogia, e non c’è dubbio che Rocket abbia giocato un ruolo importante in questo. Come conferma Gunn, Rocket Raccoon incarnata il vero significato del film e la capacità per qualcuno di diventare più grande di se stesso nonostante i propri difetti o traumi passati. Fonte: New York Times


Potrebbe interessarti

Veloci & Furiosi 11 potrebbe non essere più la fine, afferma Vin Diesel
Veloci & Furiosi 11 potrebbe non essere più la fine, afferma Vin Diesel

Nonostante l’obiettivo iniziale di creare un finale diviso in due parti, Vin Diesel ha rivelato che Fast and Furious 11 potrebbe non essere più la fine della serie. Dopo oltre 20 anni di successi al cinema, ci si aspettava che la serie di film d’azione sarebbe finita con l’undicesimo episodio, mentre gli spin-off avrebbero mantenuto […]

Beetlejuice 2 Aggiunge Willem Dafoe nel ruolo dell’Enforcer della Legge dell’Aldilà
Beetlejuice 2 Aggiunge Willem Dafoe nel ruolo dell’Enforcer della Legge dell’Aldilà

Beetlejuice 2 ha appena aggiunto Willem Dafoe al suo cast in continua crescita. Il film, diretto da Tim Burton seguito del suo uscito originale nel 1988, vedrà la luce il 6 settembre 2024. Tornano nel cast Michael Keaton nel ruolo di Beetlejuice, Winona Ryder come Lydia Deetz e Catherine O’Hara come la madre di Lydia, […]