Notizie FilmIl trambusto era solo un sogno? Spiegherebbe molto

Il trambusto era solo un sogno? Spiegherebbe molto

-


Hustle di Netflix è una storia di basket ispiratrice e commovente con protagonista Adam Sandler, ma ci sono troppi segnali che la storia potrebbe davvero essere un sogno. Hustle ha ricevuto recensioni positive, con alcune note che Hustle combina i migliori film seri e sciocchi di Sandler. È anche un gradito ritorno a un film sul basket per Sandler dopo il successo di Uncut Gems del 2019.

Adam Sandler interpreta Stanley Sugerman, uno scout dei Philadelphia 76ers, che ottiene la tanto attesa promozione a vice allenatore. Con suo grande dispiacere, viene prontamente retrocesso a scout e gli viene assegnato un compito arduo: se Stanley vuole tornare ad allenare, ha bisogno di trovare un contributore immediato che i 76ers possano scegliere nel prossimo draft. Stanley si reca a malincuore in Spagna per vedere un potenziale cliente, ma gli viene detto che il potenziale cliente non giocherà. Fortunatamente per Stanley, si imbatte in una partita di basket e assiste a un operaio edile di nome Bo Cruz che domina la competizione durante un’esuberante rissa. Bo è interpretato dall’attuale giocatore NBA Juancho Hernangómez, che è solo uno dei tanti giocatori NBA in Hustle di Adam Sandler.

Il viaggio di Bo nell’NBA è pieno di ogni sorta di scene memorabili. Tuttavia, ci sono una serie di momenti che vanno da involontariamente esilaranti a addirittura inspiegabili che mostrano che Hustle potrebbe essere tutti un sogno fantastico. Parte di ciò è una conseguenza della fusione della vera NBA con una NBA immaginaria; ci sono problemi logistici di base. Altre bandiere rosse sono un po’ più sconcertanti, come la storia di ciò che ha unito Stanley e Teresa (Queen Latifah). Combina tutto e l’unica spiegazione per la loro improbabile esistenza collettiva è che è tutto un sogno che Stanley Sugerman sta facendo.

Altrettanto stranamente, molti giocatori NBA attuali e passati ritraggono se stessi, ma alcuni ritraggono personaggi di fantasia. La potenziale scelta della lotteria n. 2 e quasi antagonista Kermit Wilts non è un vero giocatore NBA, ad esempio, ma è interpretato da Anthony Edwards dei Minnesota Timberwolves. Se Edwards esiste nell’universo di Hustle, significa che ci sono due giocatori che sembrano, suonano e suonano esattamente come l’altro. Ci sono state situazioni inquietanti nella valle negli sport in precedenza, ma nulla di simile alla coesistenza di Kermit ed Edwards. Kenny Smith è un’altra curiosità. Interpreta un agente in Hustle ma in realtà è un co-conduttore di The NBA su TNT. Lo spettacolo esiste chiaramente nell’universo di Hustle, ma letteralmente non sarebbe lo stesso senza la presenza di Kenny. Ci sono troppi momenti di dissonanza cognitiva legati alla NBA.

Anche Stanley Sugerman e Bo Cruz non sono immuni dallo scetticismo. Mettendo da parte la teoria secondo cui Adam Sandler potrebbe essere segretamente il cattivo di Hustle, sia Stanley che Bo hanno ancora delle spiegazioni serie da fare. Quando Bo “The Boa” Cruz finisce sui Boston Celtics alla fine di Hustle, viene mostrato con indosso il numero 22. I Celtics hanno ritirato quel numero, tuttavia, il che significa che Bo in qualche modo ha ottenuto un franchise noto per essere orgoglioso della loro storia per ritirare un numero per un semplice rookie. Nel caso di Stanley, ha condiviso un viaggio in autobus di tre ore con Teresa come studente universitario-atleta. Non le ha detto una sola parola fino alla fine, quando ha urlato: “Un giorno ti sposerò e avremo figli molto atletici!” Bo che indossa il numero 22 e l’adolescente Stanley in qualche modo sedurre una ragazza facendola diventare sua moglie con quella ridicola linea di ritiro sono esattamente il tipo di risultati stravaganti che possono accadere solo nei sogni senza senso.

Hustle risolve uno dei principali problemi del basket, ma non può risolvere completamente il problema della fusione della realtà con la finzione in un film sportivo. Per fortuna, questo film di Adam Sandler ha quel tanto che basta della stupidità tipica di Sandler per fornire agli spettatori un’avvincente teoria dei sogni. Alcune bandiere rosse potrebbero forse essere giustificate come libertà creative, ma la somma totale della storia improbabile e inspiegabile di Hustle indica che potrebbe benissimo essere uno dei sogni più dolci di Stanley Sugerman.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Stephen King propone un film crossover di Children of the Corn e Predator

Stephen King pensa che il franchise di Children of the Corn dovrebbe incrociarsi con Predator. Children of...

Come Penny Johnson Jerald della terza stagione di Orville reagisce a quella morte grave

Avvertimento! Spoiler per la terza stagione di The OrvillePenny Johnson Jerald di The Orville reagisce alla morte...

Recensione del quartier generale segreto: film di supereroi divertente e superficiale per tutta la famiglia

In questi giorni, il genere dei supereroi sta ottenendo più azione di qualsiasi altro. Lo svantaggio di...

Brandy, Whoopi Goldberg e Cenerentola si riuniranno per lo speciale della ABC

Il cast della classica interpretazione di Cenerentola del 1997 si riunirà per celebrare il suo 25° anniversario durante...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te