Notizie Serie TVIl saluto di Variety al servizio: La storia saluta...

Il saluto di Variety al servizio: La storia saluta i veterani che restituiscono

-

- Advertisment -spot_img


I veterani militari che sono passati a nuove forme di servizio nella loro vita civile sono stati al centro della seconda edizione del Varietà e Voices Magnified “Salute to Service” speciale che è andato in onda giovedì su History in onore del Veterans Day.

Il conduttore di “Good Morning America” Robin Roberts ha condotto il programma di un’ora, che ha visto la partecipazione del presidente George W. Bush, del conduttore di “GMA” Michael Strahan, della leggenda NBA Kareem Abdul-Jabbar e dell’ex conduttore di ABC News Bob Woodruff.

Lo speciale presentava vignette di una serie di persone “che hanno servito nell’esercito e poi hanno continuato a servire i loro paesi e le loro comunità”, come ha spiegato Roberts, da un amputato quadruplo che ora gestisce un centro di ritiro per veterani nel Maine a un ex comandante della Marina che sta inseguendo il suo sogno di diventare un pilota NASCAR.

Anna Rita Talerico è un maggiore delle Riserve dell’esercito degli Stati Uniti in pensione che ha aiutato a costruire l’American Medical Center a Kabul dopo il suo servizio in Afghanistan come medico dell’aria e assistente medico dell’Air Force. In agosto, quando il ritiro finale delle truppe americane ha portato al caos nel paese, Talerico e altri hanno aiutato 137 persone a fuggire dall’Afghanistan.

Con l’inizio del ritiro, Talerico e altri veterani hanno sentito molti degli afghani con cui avevano lavorato alla clinica.

“Era nei nostri pensieri notte e giorno: Cosa possiamo fare”, ha detto Talerico. Attraverso una rete di fonti nel paese, Talerico e altri hanno orchestrato l’Operazione We Care dagli Stati Uniti. “Tutto quello che potevamo fare era prendere le nostre borse e correre verso l’autobus di scorta”, ha detto un membro delle 37 famiglie che sono state trasportate fuori pericolo dopo che Kabul è caduta sotto i talebani.

Woodruff ha introdotto il segmento sul sergente dell’esercito in pensione. Travis Mills che ha lanciato la Travis Mills Foundation a Manchester, nel Maine, per servire i veterani che sono stati “ricalibrati”, nei termini della fondazione, attraverso il loro servizio sopportando gravi ferite, amputazioni e paralisi. Mills era all’ultimo dei suoi tre tour con l’82° Airborne in Afghanistan nel 2012 quando ha perso parti di entrambe le gambe ed entrambe le braccia nell’esplosione di una bomba che è esplosa mentre poggiava il suo zaino a terra.

Varietà di saluto alla storia del servizio

Come nuovo padre, Mills era preoccupato, mentre veniva sottoposto a 14 ore di intervento chirurgico, che non avrebbe mai visto crescere sua figlia Chloe, allora neonata.

L’ultima cosa che dissi all’infermiera fu: “La mia bambina, la rivedrò mai più?”, ha ricordato Mills. Ha trascorso molti mesi in terapia fisica al Walter Reed Army Medical Center e ha riacquistato un’incredibile mobilità, compresa la capacità di guidare una macchina con le gambe protesiche.

La fondazione ora gestisce un centro di ritiro che serve i veterani che affrontano le cicatrici fisiche ed emotive del servizio militare. Mills si affretta a indicare Chloe e suo fratello minore Dax come una fonte fondamentale della sua spinta.

Il mio slogan è: “Non mollare mai, non mollare mai”, dice Mills.

Abdul-Jabbar ha reso omaggio a Jesse IwujiUn ex tenente comandante della marina, ora in servizio nelle riserve della marina, che ha vinto i suoi dubbi per tentare di diventare un pilota NASCAR.

Iwuji sapeva intellettualmente che era in ritardo per iniziare una carriera nelle corse all’età di 27 anni, e sapeva che le corse non sono state un mondo inclusivo per i piloti neri. “Tutta quella roba si insinuava nella mia mente”, ha detto Iwuji. “Non le ho ascoltate”. Era risoluto.

“Non lasciare che quelle battute d’arresto diventino il motivo per cui non hai un ritorno fenomenale”, ha detto. “Va bene avere dei fallimenti. Va bene fare qualche errore. Finché stai macinando ogni singolo giorno, arriverai alla fine”.

Kelly Emlinger è una campionessa nazionale di triathlon paralimpico che ha gareggiato alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 ed è in allenamento per i giochi di Parigi nel 2024. Ha servito diversi tour con l’82° Airborne in Afghanistan come medico e infermiera da combattimento.

Dopo essersi ritirata nel 2018, le è stato diagnosticato il sarcoma sinoviale nella gamba e alla fine ha preso la difficile decisione di farsi amputare la gamba. È sempre stata un’appassionata di sport, e ora è orgogliosa della sua capacità duramente conquistata di competere ai massimi livelli.

“Sono più veloce ora di quando ero al liceo”, dice dopo aver mostrato la sua serie di protesi alle gambe. “Questo è fantastico per me”.

La riunione dei pensionati Col. dell’Aeronautica Militare Jeff Klosky e Eugene Gutierrez, un veterano di 100 anni della seconda guerra mondiale dal Texas, è uno dei segmenti più toccanti. Klosky offre a Gutierrez un breve volo in un aereo d’epoca della seconda guerra mondiale come parte di un progetto di servizio per veterani noto come Dream Flights, che è iniziato come un progetto per piloti veterani nel 2011.

“Abbiamo preso la decisione di trovare ogni veterano della seconda guerra mondiale che potevamo, perché non ne sono rimasti molti”, dice Klosky, un veterano di 23 anni. “E questo è solo un modo molto piccolo per dare loro un riconoscimento per quello che hanno fatto e per dire loro: ‘Grazie'”. Dream Flight ha volato più di 5.100 missioni fino ad oggi.

Gutierrez, che si è arruolato nell’esercito il 5 agosto 1941 e ha compiuto 100 anni a settembre, era tutto un sorriso sotto i suoi occhiali mentre i due volavano sopra il Veterans War Memorial del Texas in un aereo d’epoca. Klosky elogia il servizio di Gutierrez in una delle prime unità delle forze speciali dell’esercito, note come i Black Devils. Gutierrez si fa il segno della croce mentre l’aereo atterra. Dice a Klosky che di tutti i memoriali di guerra che ha visto nel mondo, “questo qui a McAllen è il più grande”.

Altre importanti iniziative guidate da veterani presenti nello speciale includono Steve Rho, che era un ufficiale di guerra nella Marina e fu uno di quelli a rispondere al dirottamento del 2009 della Maersk Alabama che ha ispirato il dramma di Tom Hanks del 2013 “Captain Phillips”. Dopo aver inizialmente lottato nel suo ritorno alla vita civile, Rho ha trovato una nuova vocazione come imprenditore dietro Big Future Toys, che ha lanciato con il sostegno del programma Comcast Rise che mira a sostenere le imprese lanciate da donne, persone di colore e veterani.

“È un grande salto per tornare al mondo civile. L’ho trovato sicuramente impegnativo”, ha detto Rho. “Ora costruisco giocattoli”.

Alicia Hanfun veterano dell’esercito, è la forza dietro Dear Mama, una piattaforma di investimento e una società di venture capital che mira a sostenere le imprese guidate da veterani. Lei sa bene quanto possa essere difficile per alcuni forgiare un prossimo capitolo.

“Quando sei nell’esercito, molta della tua identità è avvolta nel nostro servizio”, ha detto Hanf. “Quando esci dall’esercito non indossi più quell’uniforme, quindi è come se gran parte della nostra identità, ce la fossimo tolta quando ci togliamo quell’uniforme”.

Il presidente Bush presenta al pubblico di History Juan Carlos Hernandez, che ha perso una gamba mentre serviva come mitragliere in Afghanistan nel 2009. Bush lo ha incontrato per la prima volta nel 2011 a un evento ciclistico Warrior 100K ospitato dall’organizzazione di servizio per veterani Team 43 del Bush Institute che mira ad aiutare coloro che sono stati feriti in prima linea.

Hernandez è nato in Messico ed è venuto negli Stati Uniti da bambino con i suoi genitori. Anni dopo, è diventato cittadino americano mentre serviva nell’esercito, facendo il suo giuramento e l’esame di cittadinanza alla base aerea di Bagram.

Dopo il liceo in Texas, Hernandez ha visto il servizio militare come un percorso migliore per lui rispetto al college. “Ho visto l’esercito degli Stati Uniti come un’opportunità per restituire a questo paese per averci dato l’opportunità di essere qui”, ha detto.

Hernandez aveva sempre sognato di andare in mountain bike. Ha perso la maggior parte della gamba destra a causa delle schegge quando il suo elicottero è stato abbattuto da una granata con propulsione a razzo sparata dalle forze talebane. Ma dopo quello che Bush ha descritto come “terapia fisica che cambia la vita”, Hernandez è stato in grado di colpire i sentieri sulla sua agognata bicicletta. Mentre diventava più forte, Hernandez ha deciso di “pagare in avanti” lavorando con altri veterani feriti, organizzazioni di servizio e di difesa.

Bush ha esortato gli spettatori a prendere misure proattive per dimostrare gratitudine per i sacrifici e l’impegno al dovere che vengono con il servizio militare.

“Gli americani possono aiutare conoscendo un veterano nella vostra comunità, assumendo un veterano o sostenendo le organizzazioni di servizio dei veterani”, dice Bush.

(Nella foto: Travis Mills)



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest news

Benedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di “The Power of the Dog”.

Non solo Benedict Cumberbatch si è sottoposto all'analisi dei sogni per prepararsi al suo ruolo in "Il potere...

Deckert raccoglie il titolo della competizione IDFA “Eat Your Catfish

L'agente di vendita internazionale Deckert Distribution ha acquisito i diritti mondiali di "Eat Your Catfish", diretto da Adam...

‘Essere i Ricardos’: Nicole Kidman nel ruolo di Lucille Ball

Being the Ricardos" di Aaron Sorkin ha conquistato il Westwood Village sabato sera, quando sia la stampa che...

Recensione di ‘Sing 2’: Un bis ingraziante per il toon degli animali canterini

Buster Moon ha un sogno: essere il koala di maggior successo nello showbiz. In "Sing", è riuscito a...
- Advertisement -spot_imgspot_img

Frances McDormand potrebbe fare la storia degli Oscar per la ‘Tragedia di Macbeth

A24 e Apple Original Films fanno il doppio lavoro sull'adattamento di William Shakespeare de "La tragedia di Macbeth"...

Il vincitore ungherese del premio MTV sulla vita sotto la legge LGBTQ del paese

Viktória Radványi, la vincitrice ungherese degli MTV EMAs Generation Change Award, ha rivelato un quadro straordinario della vita...

Must read

- Advertisement -spot_imgspot_img

You might also likeRELATED
Recommended to you