Asiatica Film Mediale

Il salto temporale della terza stagione di Euphoria migliorerà lo spettacolo in 2 modi principali

Il salto temporale della terza stagione di Euphoria migliorerà lo spettacolo in 2 modi principali
Debora

Di Debora

20 Agosto 2022, 16:09


Il salto temporale della terza stagione di Euphoria è promettente per lo show in molti modi. La prossima stagione esplorerà i personaggi dopo il liceo, fornendo una nuova prospettiva e una trama potenzialmente più potente. Zendaya, la star vincitrice di un Emmy e produttrice esecutiva della serie drammatica della HBO, ha rivelato in un’intervista che Euphoria intende rompere con l’ambiente del liceo che ha costituito il fulcro della trama dello show durante le sue due stagioni.

Sebbene l’ambientazione del liceo sia una firma del dramma televisivo tagliente, sta rapidamente oltrepassando il limite della credibilità, soprattutto perché il suo cast interpreta gli adolescenti di metà degli anni ’20. La sorella di Rue, Gia, aveva 13 anni quando Euphoria è andata in onda per la prima volta e, alla fine della seconda stagione, il suo personaggio aveva ancora tra i 13 ei 14 anni, mentre l’attore nella vita reale, Storm Reid, aveva compiuto 18 anni. Un salto temporale non sarebbe solo portare i personaggi all’età adulta e avvicinarli all’età dei loro attori nella vita reale. Ma il salto temporale è ancora migliore per le opportunità narrative che presenta.​​​​

Un salto temporale nella stagione 3 di Euphoria consentirà inoltre allo show di esplorare più problemi che hanno senso solo con un cast più vecchio. Ogni personaggio ha un viaggio unico e sarebbe fantastico vedere cosa fanno delle loro vite dopo il liceo. Il salto nella sequenza temporale consente allo spettacolo di esplorare ulteriormente le conseguenze delle azioni dei suoi personaggi nelle stagioni 1 e 2. Ad esempio, potrebbe saltare il periodo di prigione che Fez ha dovuto affrontare nel finale della stagione 2 di Euphoria e reintrodurlo nella trama principale, mostrando come naviga La morte di Posacenere e se continua a spacciare droga.

Il salto temporale della terza stagione di Euphoria può rendere la storia di Rue ancora migliore

La stagione 2 di Euphoria si è conclusa con Rue che ha camminato lungo i corridoi delle East Highland, raccontando come è rimasta pulita per il resto dell’anno scolastico. Questa è la prima volta che lo spettacolo suggerisce qualcosa in futuro, soprattutto perché il finale della stagione 2 di Euphoria è ambientato troppo avanti nell’anno scolastico. Nella sua intervista, Zendaya ha menzionato l’esplorazione del personaggio di Rue attraverso il suo viaggio forse caotico di sobrietà, una nuova prospettiva di cui lo spettacolo ha bisogno, poiché ha sempre e solo interpretato Rue come una tossicodipendente.

Per due stagioni, il pubblico è stato sommerso dalle lotte di Rue, entrando e uscendo dalla tossicodipendenza. Ha rovinato la relazione Euphoria di Rue con Jules, ha quasi fatto a pezzi la sua famiglia e la stagione 2 si è chiusa con Rue in un solco emotivo dopo aver rotto l’ennesimo tentativo di sobrietà. Tuttavia, dopo la narrazione nel finale della seconda stagione di Euphoria, Rue è rimasta pulita per il resto dell’anno scolastico.

Guardarla navigare nella sobrietà sarà una boccata d’aria fresca per lo spettacolo. Nel modo più positivo, potrebbe persino ispirare gli spettatori alle prese con i propri problemi di abuso di sostanze che anche loro possono superarlo. Con questa transizione, Euphoria stagione 3 ha il potenziale per sfruttare il potere della sceneggiatura per il cambiamento sociale. Questa singolare decisione non solo ucciderà lo stanco tropo del liceo dello show, ma esporrà anche la stagione 3 di Euphoria a un pubblico molto più diversificato e maturo.


Potrebbe interessarti

MCU ha segretamente ricollegato il primo cambio di Iron Man della Disney
MCU ha segretamente ricollegato il primo cambio di Iron Man della Disney

Attenzione: questo post contiene SPOILER per l’episodio 1 di She-Hulk! L’alcolismo di Tony Stark è tornato segretamente nel Marvel Cinematic Universe, poiché She-Hulk: Attorney At Law accenna alle sue lotte anche dopo che la Disney ha cambiato Iron Man. Sebbene Tony Stark sia morto in Avengers: Endgame e non sia tornato nella Fase 4, i […]

Spiegazione della lunga faida di South Park con i Griffin
Spiegazione della lunga faida di South Park con i Griffin

I creatori di South Park Trey Parker e Matt Stone hanno avuto una lunga faida con gli scrittori e co-creatore de I Griffin Seth MacFarlane dall’inizio degli anni 2000. Sebbene entrambi gli spettacoli siano incentrati sulle famiglie suburbane medie e presentino volgarità, battute crude ed elementi di surrealismo, il loro stile di umorismo è in […]