Asiatica Film Mediale

Il regista di Top Gun Maverick spiega perché i cattivi non vengono mai rivelati

Il regista di Top Gun Maverick spiega perché i cattivi non vengono mai rivelati
Erica

Di Erica

02 Giugno 2022, 21:44


Spoiler avanti per Top Gun: Maverick

Il regista di Top Gun: Maverick Joseph Kosinski spiega perché è stata presa la decisione di non rivelare mai chi sono i cattivi nel film. Il tanto atteso sequel di Top Gun del 1986, Top Gun: Maverick vede il ritorno del pilota di Tom Cruise, Pete “Maverick” Mitchell. Il film racconta il ritorno di Maverick alla scuola di piloti di caccia Top Gun della Marina per addestrare un nuovo gruppo di reclute per una pericolosa missione in territorio nemico. Il film è stato un successo sia di pubblico che di critica e segna la più grande apertura al botteghino della carriera di Cruise.

Sebbene gran parte del film veda Maverick e gli altri piloti competere l’uno contro l’altro in esercitazioni di combattimento aereo, il terzo atto mette i piloti di Top Gun saldamente in territorio nemico. Non viene mai rivelato in quale paese si svolge l’operazione, né specifica chi siano i cattivi. Ciò segue la tradizione dell’originale Top Gun di Tony Scott, che mantiene anche i cattivi senza nome e senza volto per tutto il film. Oltre a Cruise, Top Gun: Maverick è interpretato da Jennifer Connelly, Miles Teller, Lewis Pullman, Monica Barbaro, Glen Powell e Jon Hamm.

In una nuova intervista sul podcast The Big Picture, Kosinski spiega perché è stata presa la decisione di mantenere i cattivi senza nome e senza volto. In definitiva, spiega, il film non parla di geopolitica, ma del viaggio di Maverick come personaggio. Non solo, ma non rivelando chi è il cattivo, il film diventa senza tempo, in molti modi, con il pubblico in grado di rivisitarlo negli anni a venire senza temere che gli eventi del film coincidano con gli avvenimenti nel mondo reale. Dai un’occhiata al commento di Kosinki qui sotto:

“Il film è davvero un film in competizione. È più un film sportivo in termini di struttura. Parla di amicizia, di sacrificio. Non di geopolitica. Non lo è mai stato. Anche se il primo film è stato girato nel cuore del Negli anni ’80, anche il nemico in quel film era in qualche modo senza volto e senza nome.Volevamo che l’attenzione fosse concentrata su una storia guidata dal personaggio su Maverick che affronta tutte queste relazioni.

Abbiamo progettato la missione per essere con un potere senza nome e senza volto e sono contento di averlo fatto perché il mondo cambia ogni anno. Abbiamo girato questo film nel 2018. Non potresti mai prevedere quale sarebbe lo stato del mondo oggi. Voglio che questo sia un film che la gente guardi tra dieci o 20 anni e possa ancora godere e non sentirsi come se fosse un prodotto dei primi anni 2020. Questo era il nostro obiettivo”.

Mentre Top Gun: Maverick si occupa pesantemente della Marina degli Stati Uniti e di altri elementi militari, Kosinski chiarisce che non è un film di guerra. Il Maverick di Cruise è al centro della scena per quasi l’intero film, mostrandolo mentre lotta per trovare un posto nel mondo e cerca di fare pace con il suo passato. Mostrare chi sono i cattivi non aggiunge necessariamente nulla all’arco del personaggio di Maverick, come spiega Kosinski, e servirebbe solo a distrarre dai problemi al centro della storia.

Nonostante sia stato realizzato negli anni ’80, l’originale Top Gun è invecchiato molto bene sotto molti aspetti. Sebbene sia suggerito che i nemici nel film siano russi (a giudicare dagli aerei da combattimento Mig a cui si fa riferimento), non è mai stato confermato in un modo o nell’altro. Allo stesso modo, non rivelando chi sono i nemici in Top Gun: Maverick, il film può vivere in uno stato sempreverde, completamente distaccato dai conflitti militari del mondo reale. Con Top Gun: Maverick in vetta al botteghino e ottenere recensioni entusiastiche sia dal pubblico che dalla critica, sembra che la decisione di Kosinski sia stata quella giusta.

Fonte: Il quadro generale

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Guardiani della Galassia Vol.  Daniela Melchior di 3 condivide la foto del set dei BTS
Guardiani della Galassia Vol. Daniela Melchior di 3 condivide la foto del set dei BTS

Guardiani della Galassia Vol. La nuova membro del cast di 3, Daniela Melchior, condivide una foto dal set senza spoiler dietro le quinte del suo tempo sul set. L’ultima voce della trilogia di Guardiani della Galassia di James Gunn presenta un altro cast impressionante per l’ultima produzione del Marvel Cinematic Universe. Star del franchise veterano […]

Il remake di Arachnophobia di James Wan ottiene il regista Happy Death Day
Il remake di Arachnophobia di James Wan ottiene il regista Happy Death Day

La leggenda dell’horror James Wan, insieme al regista di Happy Death Day Christopher Landon, è ufficialmente a bordo dell’imminente remake del film di successo del 1990 Aracnofobia. La commedia horror originale vedeva il dottor Ross Jennings (Jeff Daniels) tentare di salvare una piccola città della California da un’invasione di velenosi ragni sudamericani. Anche John Goodman […]