Asiatica Film Mediale

Il regista di Avengers: Endgame afferma che la Marvel non ha mai avuto un piano MCU prestabilito

Il regista di Avengers: Endgame afferma che la Marvel non ha mai avuto un piano MCU prestabilito
Erica

Di Erica

04 Aprile 2022, 02:18


Il regista di Avengers: Endgame Joe Russo ha affermato che la Marvel non ha mai avuto un piano prestabilito per il MCU. I Marvel Studios hanno sviluppato una reputazione per il gioco lungo. Tutto è iniziato con Iron Man del 2008, quando la scena post-crediti ha chiaramente impostato il nascente universo condiviso su una traiettoria verso The Avengers del 2012.

Poi, nel 2014, i Marvel Studios hanno annunciato la loro intera lista della Fase 3, fino a Avengers: Infinity War Part II, che uscirà nel 2019. I piani della Fase 3 della Marvel sono cambiati molto nel corso degli anni; i film sono stati eliminati, aggiunti, mescolati e persino ripensati, con Avengers: Infinity War Part II che si è trasformato in Avengers: Endgame. Tuttavia, lo studio ha mantenuto la sua reputazione e gli spettatori continuano a presumere che i Marvel Studios stiano pianificando per anni a venire.

Parlando con Deadline al Sands International Film Festival di St. Andrews in Scozia, il regista di Avengers: Endgame Joe Russo ha suggerito che la reputazione è esagerata. Secondo Russo, il segreto del successo della Marvel risiede proprio nella sua adattabilità.

“Il modo in cui funziona alla Marvel, e sono sicuro che a un certo punto qualcuno ne parlerà in dettaglio, ma in parte [Marvel Studios president] Kevin [Feige]La genialità è che non c’è davvero un piano. C’è un’idea, ma non puoi avere un piano se il film lo stai facendo carri armati. Non c’è nessun piano dopo. Destra? Quindi, si tratta davvero di, poiché il film ha avuto successo, c’era una sorta di entusiasmo per il pozzo, cos’altro potevamo fare? Ed ecco allora che sarebbero venute fuori nuove idee, e c’erano speranze. Oh, speriamo un giorno di poter arrivare alla storia, se continuiamo a farlo bene forse potremmo arrivarci tutti, sai, come Infinity War ed Endgame. Ma molte cose sono state inventate tra i film. E alcuni dei migliori inoltri o richiamate sono stati pensati dopo il fatto”.

Ad esempio, Russo cita l’idea che Winter Soldier abbia ucciso i genitori di Tony Stark. Secondo Russo, è stato un semplice “caso” che Captain America: The Winter Soldier ha implicato che Bucky fosse responsabile della morte di Howard e Maria Stark; La Marvel ha rivisitato questa idea dopo l’uscita del film e ha scelto di “adattarla” alla narrativa del MCU. Questo alla fine divenne una parte centrale di Captain America: Civil War, creando un cuneo tra Tony Stark e Steve Rogers e facendo a pezzi i Vendicatori.

I commenti di Russo sono probabilmente un vero riflesso del processo creativo della Marvel. La Marvel è nota per lavorare su un piano quinquennale, ma sembra esserci un certo grado di flessibilità incorporato in questo; dopotutto, questo consente alla Marvel di prendere nota delle reazioni del pubblico, riconoscere idee specifiche che attirano gli spettatori e scegliere di rispondervi. Dato che questo è il caso, presumibilmente non è un caso che Captain America 4 non sia stato annunciato fino a dopo The Falcon & the Winter Soldier, perché la risposta popolare e critica a quello spettacolo ha portato la Marvel a scegliere una direzione per Captain America di Sam Wilson. Nel frattempo, un altro vantaggio è che scrittori e registi non sono così vincolati dal modello dell’universo condiviso come si crede generalmente. Gli archi dei personaggi generali sono probabilmente in uno stato di flusso molto più ampio di quanto la maggior parte degli spettatori realizzi e molti punti specifici della trama possono essere cambiati senza interrompere nulla.

Ironia della sorte, l’approccio flessibile della Marvel alla narrazione potrebbe aver causato alcuni problemi nella Fase 4. C’erano già stati singhiozzi nelle fasi 1-3 – il falso Infinity Gauntlet di Odino è l’esempio più eclatante – ma l’arco multiversale che attraversa la Fase 4 è stato complicato uno da navigare, con chiare incongruenze tra Loki e What If…? La Marvel in realtà ha tenuto un vertice creativo per decidere le regole del loro multiverso solo dopo che la produzione di diversi film e programmi TV della Fase 4 si era conclusa, suggerendo che l’MCU avrebbe effettivamente potuto utilizzare una migliore pianificazione su questo punto.

Fonte: Scadenza

Date di uscita chiave Doctor Strange in the Multiverse of Madness (2022)Data di uscita: 06 maggio 2022 Thor: Love and Thunder (2022)Data di uscita: 08 luglio 2022 Black Panther: Wakanda Forever/Black Panther 2 (2022)Data di uscita: 11 novembre 2022 The Marvels/Captain Marvel 2 (2023) Data di uscita: 17 febbraio 2023 Guardiani della Galassia Vol. 3 (2023) Data di uscita: 05 maggio 2023 Ant-Man and the Wasp: Quantumania (2023) Data di uscita: 28 luglio 2023


Potrebbe interessarti

Amazing Spider-Man 3 di Garfield è l’unico modo per salvare l’universo di Sony
Amazing Spider-Man 3 di Garfield è l’unico modo per salvare l’universo di Sony

Attenzione: contiene spoiler per Morbio. L’universo di Spider-Man di Sony è un po’ un pasticcio in questo momento, e l’unica cosa che può salvarlo è The Amazing Spider-Man 3. Attualmente, l’universo esiste solo per creare i cattivi di Spider-Man, ma non ha Spider-Man. Uomo per farli combattere. Sebbene ad alcuni piaccia che i film siano […]

Tutto Ovunque Dettagli del coordinatore degli stunt che lavorano con Michelle Yeoh
Tutto Ovunque Dettagli del coordinatore degli stunt che lavorano con Michelle Yeoh

Timothy Eulich, il coordinatore degli stunt per Everything Everywhere All at Once, ha recentemente spiegato com’è stato lavorare con Michelle Yeoh. Scritto e diretto da Daniels, il duo di registi Dan Kwan e Daniel Scheinert, il nuovo film di fantascienza segue il personaggio di Yeoh, Evelyn Wang, un’anziana immigrata cinese che si ritrova catapultata in […]