Notizie FilmIl regista biondo ha una risposta insensibile al contraccolpo...

Il regista biondo ha una risposta insensibile al contraccolpo del film di Marilyn Monroe

-


Il regista biondo Andrew Dominik offre una risposta al contraccolpo raccolto dal film di Marilyn Monroe. Piuttosto che essere un altro film biografico sulla vita dell’icona Marilyn Monroe (nota anche come Norma Jeane Mortensen), Blonde è basato sull’omonimo romanzo di Joyce Carol Oates, che presenta una versione romanzata della storia di Monroe. Prima della sua uscita, Blonde stava già suscitando polemiche a causa della sua classificazione NC-17 e dell’accento della star Ana de Armas, che secondo alcuni non corrispondeva a quello di Monroe. Una volta che ha debuttato su Netflix, Blonde è diventato oggetto di critiche da parte di molti, con i critici che hanno contestato la lunga durata del film, il ritratto indulgente e sfruttatore di Monroe e la natura vuota e ripetitiva.

Durante una conversazione con The Hollywood Reporter, Dominik ha parlato del contraccolpo che il film ha raccolto dalla sua uscita, affermando che è impossibile per il suo film sfruttare Monroe “perché è morta”. Il regista ha espresso di sentirsi “davvero contento” che Blonde “abbia oltraggiato così tante persone” perché crede che i film americani stiano diventando “più conservatori”, paragonandoli alle favole della buonanotte. Dominik ha continuato dicendo “Non voglio fare storie della buonanotte” per spiegare la sua visione del controverso film. Guarda cosa ha detto il regista sull’argomento di seguito:

“Ora viviamo in un’epoca in cui è importante presentare le donne come emancipate e loro vogliono reinventare Marilyn Monroe come una donna emancipata. Questo è ciò che vogliono vedere. E se non glielo mostri, le sconvolge …Il che è un po’ strano, perché è morta. Il film non fa alcuna differenza in un modo o nell’altro. Quello che intendono davvero è che il film ha sfruttato il loro ricordo di lei, la loro immagine di lei, il che è abbastanza giusto Ma questa è l’idea del film. Cerca di prendere l’iconografia della sua vita e di metterla al servizio di qualcos’altro, cerca di prendere cose che ti sono familiari e capovolgerne il significato. non vogliono vedere”.

Perché la risposta di Dominik manca il punto dei critici di Blonde

L’implicazione di Dominik secondo cui Monroe non era una “donna autorizzata”, così come la sua insensibilità quando parlava dell’utilizzo dell'”iconografia” di una celebrità che è morta per ottenere una particolare visione artistica, dimostrano che il regista non capisce veramente la radice del contraccolpo a Blonde, o che forse non gli importa. Mentre le libertà che Blonde si è preso con la realtà erano dovute al fatto che il film ha adattato il romanzo fittizio piuttosto che presentarsi come un film biografico, vale la pena criticare la semplificazione del film di Monroe dal romanzo in un veicolo vuoto e unidimensionale per un messaggio. Il rigetto di quelle valide critiche da parte di Dominik mostra che lui, come la stessa Blonde, è più interessato all’idea di Monroe che a impegnarsi con la sua umanità.

Non tutti gli aspetti di Blonde sono stati divisivi, con il ritratto della stellina di de Armas che è diventato uno degli aspetti più apprezzati del film. I revisori hanno sottolineato la capacità di de Armas di affinare la verità emotiva di Monroe e portare vita ed empatia ai molti momenti e situazioni vuote in cui Monroe è costretta nel corso del film. Nei precedenti commenti di de Armas su Blonde, ha espresso disgusto per l’idea che le sue scene di nudo nel film diventino virali, segnalando il suo desiderio di preservare la memoria di Monroe piuttosto che ridurla a un’idea.

A merito di Dominik, l’acclamato e progressista autore di Blonde ha offerto grandi elogi all’adattamento cinematografico, definendolo “una brillante opera d’arte cinematografica”. Inoltre, la controversia non è un segnale intrinseco che un’opera è problematica, ed è spesso, come sottolinea Dominik, un segno che l’arte sta avendo l’effetto voluto e se ne parla. Tuttavia, l’intenzione è tutto, soprattutto quando si tratta di scavare nella storia di una persona reale, viva o morta, per il proprio guadagno, e la risposta di Dominik al contraccolpo generato da Blonde indica che non è disposto a impegnarsi con le critiche a un livello significativo.

Fonte: THR

Ultime News

Avatar: The Way of Water estende l’incredibile record al botteghino di Zoe Saldaña

Il record al botteghino di Zoe Saldaña di recitare in film da $ 2 miliardi è ora cresciuto...

Gli spin-off di Doctor Who sono in lavorazione, conferma Russell T Davies

Lo showrunner di ritorno di Doctor Who Russell T Davies ha finalmente confermato che gli spin-off sono ufficialmente...

Tobey Maguire riflette sul ritorno al costume di Spider-Man per NWH

Tobey Maguire riflette sulla sua esperienza indossando ancora una volta il costume di Spidey dopo tanti anni per...

Perché George Lucas è uscito dalla pensione per Star Wars: The Clone Wars

Il creatore di Star Wars George Lucas è noto per il suo approccio pratico alla sua saga intergalattica,...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te