Asiatica Film Mediale

Il poster di One Piece di Netflix dimostra che la stagione 1 sta evitando un enorme problema

Il poster di One Piece di Netflix dimostra che la stagione 1 sta evitando un enorme problema
Debora

Di Debora

30 Gennaio 2023, 22:27


L’adattamento live-action di One Piece di Netflix ha molti ostacoli da superare, ma almeno uno di questi sarà evitato nella stagione 1. Le traduzioni live-action di successo di franchise di anime e manga sono rare, ma l’adattamento dell’eccentrico mondo del mastodontico One Piece di Eiichiro Oda Piece, con i suoi arti allungabili e la sua dolcezza canterina, rappresenta una sfida particolarmente difficile senza la rete di sicurezza dell’animazione. Nonostante una lunga storia di fallimenti alle spalle, Netflix sta andando avanti con la sua ambiziosa serie TV di One Piece nel 2023, e i primi scorci stanno lentamente iniziando a emergere.

In una prima occhiata allo stile visivo dello show televisivo, Netflix ha ora pubblicato i suoi primi poster ufficiali di One Piece, uno dei quali è incentrato su Rufy Cappello di Paglia, interpretato da Iñaki Godoy, e l’altro mostra il suo equipaggio in piedi davanti alla loro nave pirata, il Buon Andare. Da sinistra a destra ci sono Sanji di Taz Skylar, Emily Rudd come Nami, il già citato Rufy, Usopp di Jacob Gibson e Mackenyu come Zoro. Tutti i personaggi sono, purtroppo, visti solo da dietro, ma il poster offre comunque un assaggio della tavolozza live-action di One Piece. Il poster sembra anche cementare il cast principale della stagione 1 di One Piece, che evita un potenziale problema con il personaggio.

Chopper non è un cappello di paglia nella prima stagione di One Piece

Al momento in cui scrivo, la ciurma di Rufy Cappello di Paglia contiene 10 membri ufficiali a tempo pieno nell’anime e nel manga, lasciando all’adattamento Netflix di One Piece la sfida di capire quali introdurre nella sua stagione di debutto. Mentre gli attori di Rufy, Zoro, Nami, Usopp e Sanji sono stati tutti confermati, il sesto Cappello di Paglia a unirsi, Chopper la renna, dovrebbe essere reso in CGI. Pertanto, in precedenza era difficile valutare se Chopper si unirà alla ciurma di Cappello di Paglia di Rufy nella prima stagione di One Piece. il marketing di One Piece.

Chopper potrebbe potenzialmente avere un piccolo cameo verso la fine della stagione 1 di One Piece, facendolo entrare a far parte dell’equipaggio vero e proprio nella stagione 2, ma il personaggio viene chiaramente salvato per il futuro. La stagione 1 di One Piece sembra finire con la sconfitta di Arlong, e Chopper sarà quindi un’aggiunta anticipata nella stagione 2, se accadrà. Mentre l’assenza di One Piece di Chopper potrebbe essere considerata deludente, l’omissione sfreccia abilmente attorno a un ostacolo potenzialmente devastante.

Perché Chopper nella prima stagione di One Piece sarebbe un errore

Nei panni di una renna mutaforma antropomorfa, Chopper spingerà al limite il team degli effetti speciali di One Piece. Il dottore di Cappello di Paglia richiederà un’animazione CG fotorealistica alla pari di Rocket Raccoon, Detective Pikachu o Sonic the Hedgehog dopo il restyling, altrimenti rischierà il ridicolo online subito da Sonic the Hedgehog prima del restyling. Anche se One Piece avesse il budget per accogliere il lavoro digitale richiesto da Chopper, includerlo comunque sarebbe stato sciocco.

Il co-CEO Ted Sarandos ha incolpato le cancellazioni di Netflix TV su programmi ad alto budget che attirano un pubblico ristretto. Se One Piece desidera evitare di diventare una di quelle vittime cadute, Chopper rappresenta un’inclusione poco saggia per la stagione 1, dal momento che la sua semplice presenza gonfia notevolmente il budget dello spettacolo. Supponendo che One Piece venga presentato in anteprima con un ricevimento di successo, la stagione 2 avrà più margine di manovra e libertà per aggiungere un Chopper CGI a Going Merry.

Da una prospettiva puramente narrativa, evitare Chopper nella stagione 1 di One Piece impedisce anche una narrazione disordinata. L’adattamento di Netflix deve già introdurre tutti e cinque i Cappelli di Paglia e una serie di cattivi di One Piece all’interno di una scarsa serie di 10 episodi. Tentare di raccontare anche l’origine di Chopper nel Drum Kingdom significherebbe inevitabilmente tagliare e ritagliare dettagli importanti dall’anime e dal manga a causa dei limiti di tempo.

La stagione 1 di One Piece ha ancora un’enorme sfida CGI

Lasciare Tony Tony Chopper fuori dalla stagione 1 di One Piece potrebbe salvare l’adattamento di Netflix da una potenziale trappola, Rufy e il suo Devil Fruit stanno già fornendo sfide legate alla CG da superare. Rendere i poteri del frutto Gomu Gomu di Monkey D. Rufy vagamente plausibili è un must assoluto. Il protagonista di One Piece ha bisogno di allungare le membra come il personaggio dell’anime e del manga, ma senza che l’effetto sembri sciocco o scadente su un vero attore. Sebbene non sia una creazione puramente CGI come Chopper, potrebbe anche essere necessario un lavoro digitale per aiutare a trasformare McKinley Belcher III in Arlong the Fishman.

La necessità di ottenere i poteri del frutto del diavolo di Rufy e il cattivo dal naso seghettato della prima stagione di One Piece crea una lista di cose da fare già complicata e costosa per i maghi degli effetti speciali dello show. Lanciare la creazione di Chopper come personaggio animato in CG in quel melting pot sembra drasticamente troppo ambizioso per la sola stagione 1 di One Piece, giustificando la decisione di aspettare fino alla stagione 2 prima di introdurre la “scorta di cibo di emergenza” di Going Merry. Lo scetticismo rimarrà inevitabilmente, ma il programma televisivo Netflix One Piece ha migliorato le sue possibilità di successo ritardando il suo problema con Chopper per un altro giorno.


Potrebbe interessarti

L’episodio 3 di The Last of Us era originariamente molto più lungo
L’episodio 3 di The Last of Us era originariamente molto più lungo

Spoiler per l’episodio 3 di The Last of Us qui sotto! Il creatore di The Last of Us, Craig Mazin, ha recentemente rivelato che l’episodio 3 era originariamente molto più lungo. Dopo la loro scampata fuga da Boston, il sopravvissuto alle intemperie Joel (Pedro Pascal) e l’orfana quattordicenne Ellie (Bella Ramsey) si dirigono verso il […]

Anya Taylor-Joy ha appena accidentalmente rivelato la seconda stagione di Queen’s Gambit?
Anya Taylor-Joy ha appena accidentalmente rivelato la seconda stagione di Queen’s Gambit?

Nonostante l’account Twitter di Anya Taylor-Joy abbia pubblicato e cancellato rapidamente un tweet che accennava alla possibilità della stagione 2 di The Queen’s Gambit, sembra che ci sia di più in questa storia di quanto si pensasse in precedenza. Rilasciato su Netflix nel 2020 come serie limitata, The Queen’s Gambit segue Taylor-Joy nei panni di […]