Asiatica Film Mediale

Il nuovo True Crime Show di Andrew Garfield era originariamente previsto come un film

Il nuovo True Crime Show di Andrew Garfield era originariamente previsto come un film
Debora

Di Debora

28 Aprile 2022, 14:16


Il nuovo spettacolo di vero crimine di Andrew Garfield Under the Banner of Heaven doveva inizialmente essere un film. Garfield sta uscendo da una serie di interpretazioni di alto livello nei film nominati all’Oscar Tick, Tick… Boom! e Gli occhi di Tammy Faye, il primo dei quali ha ottenuto una nomination all’Oscar come miglior attore. È anche tornato nel ruolo di Spider-Man in Spider-Man: No Way Home, un film che attualmente detiene il titolo di film con il maggior incasso dell’era della pandemia con quasi $ 2 miliardi.

Ora, l’ultimo progetto di Garfield ha debuttato. L’attore recita nella serie limitata sul vero crimine di Hulu Under the Banner of Heaven nei panni di Jeb Pyre, un detective che indaga sull’omicidio nel 1984 di Brenda Lafferty e della sua bambina Erica. Basata sull’omonimo libro di Jon Krakauer, la serie esplorerà le ideologie della religione mormone, i suoi gruppi fondamentalisti che ancora praticano la poligamia, nonché la setta estremista della Scuola dei Profeti a cui appartenevano i Lafferty. In preparazione per il suo ruolo, Garfield si è recato nello Utah per incontrare i mormoni attuali ed ex per immergersi in quella cultura.

Screen Rant ha incontrato Dustin Lance Black, creatore di Hulu per Under the Banner of Heaven, per un’intervista esclusiva. Lo sceneggiatore-regista ha spiegato di aver originariamente pianificato la storia come un film, ma si è subito reso conto che aveva bisogno di più spazio per esplorare adeguatamente la famiglia dei Lafferty e la storia della chiesa mormone. Leggi cosa ha detto Black di seguito.

“La sfida più grande, senza dubbio, è stata ricreare quella sensazione quando lo leggi. Francamente, siamo onesti, l’ho impostato prima come un film ed è stato un errore. Non c’era spazio per farlo. Non c’era La stanza per raccontare la storia di Lafferty nei dettagli doveva essere raccontata per comprendere tutti i personaggi coinvolti. E poi per includere anche la storia della Chiesa mormone, che avrebbe agito come indizi per comprendere i Lafferty e risolvere il crimine. Ma poi arriverei a capire, in 10 anni di tentativi di decifrarlo, avevo anche bisogno di quella storia investigativa. Perché, anche se non è nel libro… Sembrava un’indagine. Penso che sia questo che infastidisce la Chiesa mormone, che sembrava un’indagine. Voglio che il pubblico sia coinvolto, e ci sono voluti circa 10 anni per capirlo. Ma eccoci qui”.

Il libro di saggistica originale di Krakauer non è stato scritto come un thriller poliziesco poiché la serie si presenta, ma come un esame approfondito del crimine, delle sue possibili motivazioni, della comunità e della religione mormone. Pertanto, per adattare accuratamente il libro presentando la storia in modo coinvolgente, Black ha avuto bisogno di più di due ore di esecuzione teatrale per coprire l’ampiezza del contesto all’interno di Under the Banner of Heaven. Il detective Pyre di Garfield non era originariamente nel libro ed è stato creato da Black per aiutare a focalizzare la narrativa investigativa.

Con l’avvento dei servizi di streaming, i creatori hanno trovato una nuova piattaforma che ha permesso loro di realizzare pienamente le loro visioni in un modo che sarebbe stato inefficace in un formato cinematografico. The Afterparty di Apple TV+ è stato originariamente concepito come un film sulla scia del capolavoro di Akira Kurosawa Rashomon, ma è stato successivamente adattato come una serie in modo che lo scrittore Chris Miller potesse avere lo spazio per dare corpo ai suoi personaggi ed esplorare le diverse generi presentati in ogni episodio. La sceneggiatura del film western di Scott Frank Godless è stata girata a Hollywood per anni prima di trovare una casa su Netflix come una serie limitata ampliata di sette episodi. Sebbene i lungometraggi forniscano al regista un formato che consenta di raccontare una storia serrata e concisa in solo un paio d’ore, con Under the Banner of Heaven, a volte è necessario del tempo extra per analizzare veramente tutti gli aspetti del personaggio e del tema all’interno una narrativa.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

L’offerta Guida al confronto tra cast, personaggi e vita reale
L’offerta Guida al confronto tra cast, personaggi e vita reale

Attenzione: SPOILER minori per l’Offerta In The Offer, un cast stellato interpreta i registi della vita reale che hanno prodotto Il Padrino. Uno dei film più leggendari di tutti i tempi, Il Padrino celebra il suo 50° anniversario nel 2022 e The Offer è programmato per raccontare il dietro le quinte di come è stato […]

Chicago Fire Stagione 10: Jesse Spencer ha confermato il ritorno
Chicago Fire Stagione 10: Jesse Spencer ha confermato il ritorno

Matt Casey (Jesse Spencer) sta tornando ufficialmente Fuoco di Chicago per il finale della decima stagione. La serie drammatica, presentata per la prima volta nel 2012, è incentrata sulle vite dei lavoratori in una caserma dei pompieri immaginaria a Chicago. Per la maggior parte dello spettacolo, Casey lavora come capitano con i vigili del fuoco […]