Asiatica Film Mediale

Il nuovo film di Bradley Cooper causa controversia, suscita accuse di stereotipi sugli ebrei

Il nuovo film di Bradley Cooper causa controversia, suscita accuse di stereotipi sugli ebrei
Erica

Di Erica

16 Agosto 2023, 17:56


Sommario

  • Gli utenti di Twitter criticano l’uso di un naso protesico da parte di Bradley Cooper nel prossimo film Maestro, sostenendo che perpetua stereotipi offensivi sugli ebrei.
  • Il naso protesico non assomiglia accuratamente al vero naso di Leonard Bernstein, il compositore ebreo su cui il film è basato.
  • L’uso di protesi su attori non ebrei per interpretare personaggi ebrei rafforza stereotipi dannosi, e Hollywood dovrebbe fare maggiori sforzi per scegliere attori ebrei per tali ruoli.

L’uso di protesi in Maestro ha scatenato sdegno e accuse di stereotipizzazione degli ebrei. Bradley Cooper è il regista e protagonista del prossimo film di Netflix, un dramma biografico incentrato sulla relazione tra il celebre compositore ebreo Leonard Bernstein e sua moglie Felicia Montealegre. Martin Scorsese e Steven Spielberg sono tra i produttori di Maestro, entrambi considerati per dirigere il film prima che Spielberg offrisse la posizione a Cooper dopo aver visto il suo lavoro in A Star Is Born.

Dopo l’uscita del trailer di Maestro, molti spettatori hanno sostenuto che il naso protesico di Cooper non assomiglia in alcun modo a quello reale di Bernstein. Gli individui ebrei che hanno un naso grande e adunco simile a quello protesico di Cooper sono uno stereotipo antisemita. Le discussioni sull’uso di questo stereotipo in Maestro hanno anche notato come Cooper, che non è ebreo, stia utilizzando il naso protesico per interpretare un uomo ebreo. Di seguito, alcune delle reazioni su Twitter:

L’utente di Twitter @jh_swanson utilizza un confronto tra Bernstein nella vita reale e Cooper che interpreta Bernstein per sottolineare l’inaccuratezza e la natura offensiva del naso protesico.

L’utente di Twitter @bisexualcrises evidenzia come Jake Gyllenhaal, che è ebreo, stava lavorando a un film su Bernstein fino a quando Cooper e il suo team hanno acquisito i diritti.

Nel frattempo, @Daniel_Sugarman nota che Cooper non ha utilizzato protesi quando ha interpretato l’Uomo Elefante a Broadway, rendendo ancora più discutibile l’uso della protesi in Maestro.

@RachelShukert sottolinea che Bernstein nella vita reale era notoriamente attraente, rendendo sia offensivo che inesatto l’uso del naso protesico da parte di Cooper.

Maestro Fa Parte di un Problema Più Ampio a Hollywood

La discussione su Maestro solleva importanti questioni sulla rappresentazione degli ebrei nei media. Negli ultimi anni, Hollywood ha compiuto enormi progressi per quanto riguarda molti tipi di rappresentazione, cosa che merita di essere celebrata. Tuttavia, questo progresso non cancella la rappresentazione poco entusiasmante e talvolta addirittura problematica degli ebrei nel cinema e nella televisione. Storie che presentano personaggi ebrei in modo prominente, anche quando l’identità ebraica dei personaggi è parte centrale della storia, spesso non includono attori ebrei.

Far parte della recitazione richiede all’attore di interpretare qualcuno che non è, ma è diverso quando attori non ebrei utilizzano protesi per naso e altre caratteristiche stereotipate per sembrare “più ebrei”. Il naso grande e adunco è uno stereotipo antisemita che è stato ampiamente utilizzato nella propaganda nazista per incitare odio e diffidenza verso le comunità ebraiche. Alla luce di questa connotazione, nessun film o serie televisiva, incluso Maestro, dovrebbe utilizzare protesi per il naso su personaggi ebrei, poiché ciò rafforza solo lo stereotipo dannoso.

Spielberg e Sarah Silverman, che in passato hanno parlato apertamente della mancanza di rappresentazione ebraica nei media, sono personalità ebraiche di alto profilo coinvolte in Maestro. Entrambi hanno fatto molto per la rappresentazione degli ebrei, ma il loro coinvolgimento non annulla gli stereotipi ebraici utilizzati dal film. In futuro, Hollywood dovrebbe fare maggiori sforzi per scegliere attori ebrei per interpretare personaggi ebrei, soprattutto quando l’essere ebrei è parte integrante dell’identità dei personaggi, evitando ad ogni costo protesi stereotipate simili a quelle di Cooper in Maestro.

Fonte: Diverse (vedi sopra)


Potrebbe interessarti

Spider-Man: Le versioni alternative de “Across The Spider-Verse” smentite dai registi, la vera ragione è ancora più scioccante
Spider-Man: Le versioni alternative de “Across The Spider-Verse” smentite dai registi, la vera ragione è ancora più scioccante

Sintesi I registi spiegano l’esistenza di due versioni di Spider-Man: Across the Spider-Verse, citando la necessità di una versione per la commissione di censura francese. La versione internazionale è stata completata due mesi prima della sua uscita per le traduzioni e non poteva essere modificata, risultando in differenze rispetto alla versione finale. Sony Pictures ImageWorks […]

Confusione sulla cronologia della Fase 5 dell’MCU risolta dall’aggiornamento di The Marvels.
Confusione sulla cronologia della Fase 5 dell’MCU risolta dall’aggiornamento di The Marvels.

Il regista di The Marvels, Nia DaCosta, ha dissipato la confusione riguardante la linea temporale della Saga Multiverso dello studio Marvel rivelando nuovi dettagli su Kamala Khan nel prossimo seguito di Captain Marvel. The Marvels è stato confermato in sviluppo nel 2019, poco dopo l’uscita del debutto di Brie Larson come Carol Danvers, alias Captain […]